Notti Magiche, 30 anni di Un’estate italiana, inno di Italia 90

Musica

Fabrizio Basso

Forse non è andata proprio come ci aspettavamo, traditi dai calci di rigore. Ma Italia 90 resta un mondiale bellissimo e soprattutto ci ha lasciato una colonna sonora che non sente il peso dei suon trent'anni, Un'estate italiana ovvero le Notti magiche di Gianna Nannini ed Edoardo Bennato

Italia 90': 30 anni fa iniziavano le Notti Magiche FOTO

Non è il tempo che si ferma, siamo noi che lo fermiamo. Ognuno in base ai ritmi che accompagnano la propria vita. L'estate del 1990 è quella dei nostri mondiali, quelli di una Italia 90 (30 anni dai Mondiali di Italia 90: dalla bandana al velluto ecco cosa andava di moda) che ci ha smorzato la gioia in gola il 3 luglio quando abbiamo perso ai rigori la semifinale contro l'Argentina di Diego Armando Maradona (per altro giocata proprio al San Paolo di Napoli) ma è anche quella delle Notti Magiche, di Un'Estate italiana (IL TESTO) cantata da Gianna Nannini (le canzoni più belleed Edoardo Bennato destinata a diventare un inno intergenerazionale. In origine si chiamava To Be a Number One e portava la firma di Giorgio Moroder, il papà della musica Dance, il creatore di quel mito che fu, ed è, Donna Summer: il suo album A Love Trilogy resta, 44 anni dopo, una pietra angolare dell'EDM.

approfondimento

Gianna Nannini: le frasi più belle delle sue canzoni

Quell'avventura in più è stata anche un video. Edoardo Bennato con la chitarra impugnata come John Wayne il suo fucile. Gianna Nannini con quella voce che graffia. Intorno a loro immagini psichedeliche e tanti momenti di calcio, dal gesto epico all'errore, poi l'arbitro a confronto con un calciatore, la disperazione del portiere che sembra uscita dai versi di Umberto Saba, lui quel numero uno caduto alla difesa ultima vana, la chioma bizzosa di Gullit, il tocco ipnotico di Maradona, il sorriso carnevalesco di Careca, le pennellate di Azzurro. Un'estate italiana fu il singolo più venduto del 1990, seguito dal Vattene Amore della strana coppia Amedeo Minghi e Mietta e da Another Day in Paradise del gigante Phil Collins. Fu anche l'ultimo 45 giri, sì, si chiamava così, a raggiungere un successo così ampio, il genere era già in agonia e anche per gli LP (altro nome d'antan) era iniziato il declino che lo avrebbe visto spegnersi sostituito dal cd. Per poi assistere alla sua rinascita e oggi renderlo un oggetto di culto e del desiderio. Per altri motivi, per il Campionato che causa coronavirus (Speciale Coronavirus) si allungherà sull'estate, anche quest'anno cercheremo notti magiche inseguendo un gol e, comunque vada, sorrideremo sotto il cielo di un'(altra) estate italiana.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.