Post Malone, annullato ufficialmente il concerto a Milano

Musica

Uno degli eventi più attesi in Europa per l’estate 2020 è stato ufficialmente annullato

Mancava solo l’ufficialità arrivata solo da qualche ora. Il concerto di Post Malone a Milano, evento tra i più attesi dell’estate 2020, è stato annullato. Una decisione inevitabile a causa delle restrizioni legate alla pandemia di Coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - I NUMERI ITALIANI: GRAFICHE) e in ottemperanza alle disposizioni governative. Il concerto di Post Malone era previsto il 17 giugno 2020 all’Ippodromo SNAI San Siro e faceva parte di un tour in Europa di dieci date. Post Malone avrebbe dovuto dare il via con uno spettacolo il 13 giugno in Germania per poi esibirsi in Italia, Olanda, Portogallo, Danimarca, Svezia e Regno Unito. Tutto annullato in attesa di tempi migliori. Per la data organizzata in occasione del Milano Summer Festival 2020 tutti coloro che hanno già acquistato i biglietti per il live potranno richiedere un voucher per un importo pari alla cifra d’acquisto del biglietto. L’importo dei servizi accessori correlati ai pacchetti VIP verrà direttamente rimborsato.

La donazione di Post Malone e il concerto tributo ai Nirvana

Durante il lockdown Post Malone ha dato il suo contributo per fronteggiare l’emergenza e ha donato 40 mila mascherine al personale sanitario degli Stati Uniti. Si tratta dell’ennesima iniziativa organizzata dall’artista che a fine aprile aveva scelto di dare vita ad un concerto tributo ai Nirvana e Kurt Cobain. L’evento si è tenuto in streaming e ha visto la partecipazione di Travis Barker, batterista dei Blink 182, il bassista Brian Lee e il chitarrista Nick Mack, disposti in tre angoli diversi della casa. Tra le canzoni suonate anche grandi classici come “In bloom” e “Come as you are”, ma anche “Lithium” e “Breed”. Un grande successo di pubblico ma soprattutto di donazioni con la cifra record di 4,3 milioni di dollari ricevuti durante la trasmissione del concerto e le 24 ore successive. Un incasso record che ha sorpreso lo stesso Post Malone. L’incasso è stato destinato all'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Un nuovo album e le varie attività imprenditoriali

Durante il concerto dedicato ai Nirvana, l'artista, dominatore delle classifiche internazionali, ha fatto sapere di essere al lavoro per pubblicare un nuovo album di inediti: “Sto provando a pubblicarlo non appena è possibile, sono davvero orgoglioso della musica che stiamo facendo e mi sto divertendo molto”. Si tratta del seguito di "Hollywood’s Bleeding" uscito a settembre 2019 e che solo nella prima settimana di uscita ha venduto negli Stati Uniti 489 000 unità. Nel frattempo Post Malone si sta dedicando anche ad attività imprenditoriali e così oltre a rilanciare i suoi brand già conosciuti, ha scelto di produrre vino. Ha infatti ufficializzato l’uscita di Maison No. 9, vino rosé economico che prende il nome dalla carta dei tarocchi preferita di Post Malone: il Nove di spade. La carta rappresenta il superamento delle sfide quotidiane che tutti noi dobbiamo affrontare. Una prevendita della bottiglia, oltre al merch in edizione limitata Maison No. 9, sarà disponibile online prima dell’uscita, con l’iscrizione alla mailing list sul sito web.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.