ANNA, chi è la rapper di Bando, il singolo dei record

Musica
@Instagram

Alla scoperta di ANNA, giovanissima rapper che sta spopolando con il singolo Bando

L’universo rap italiano è sempre più in fermento. Nuovi talenti si propongono sulla scena nostrana con cadenza regolare, ed ecco di colpo spopolare ANNA. Un’artista dal chiaro talento, classe 2003, frutto della nuova scuola, con tanta voglia di fare, di sporcarsi le mani e dimostrare il proprio potenziale. Il suo nome è Anna Pepe, è nata a La Spezia e suo padre l’ha cresciuta a pane e vinili. È quello che accade quando si nasce nella casa di un dj, circondati da dischi di varie generazioni.

È tutto fuorché improvvisata. ANNA è un’artista e ha studiato per ritrovarsi ora ad avere una ghiotta chance per scuotere le classifiche italiane. Si è appassionata da giovanissima allo studio del pianoforte, per poi individuare la propria strada nel 2018. È quella del rap e tutto ha inizio con un freestyle pubblicato sul suo profilo Instagram. La popolarità è quasi immediata, con i fan attratti dalla qualità del suo flow.

In seguito ANNA collabora con il rapper Anis, prendendo parte ai featuring “24/7” e “Holidays”. Gira dei video e il suo viso inizia a fare il giro, oltre alla sua voce. Diventa sempre più riconoscibile, da Instagram a YouTube, fino all’esordio nel marzo del 2019 con il singolo “Baby”.

Il suo talento è facilmente riconoscibile e, come accaduto in passato con altri artisti, Dj Albertino la prende sotto la propria ala, dopo averla conosciuta negli studi di Radio m2O. Il suo ultimo brano inizia così a circolare, divenendo rapidamente una hit. Si tratta di “Bando”, che sembra ormai essere un po’ ovunque, dal web alla radio. Un periodo a dir poco fantastico per lei, che a inizio 2020 ha firmato un contratto con la Universal.

Chi è ANNA

Anna Pepe è una giovane ragazza di La Spezia con le idee molto chiare. Guarda all’America e trova lì i propri riferimenti musicali. Adora Nicki Minaj e ammette d’aver a lungo creato delle cover dei suoi brani più famosi. Al tempo aveva 8-9 anni ma sapeva che la musica sarebbe stata la sua strada.

Come spiega nei suoi testi, lei, a differenza di altri, non si limita a parlare ma fa. Si è dunque data da fare, chiedendo a un amico di rifare un beat su YouTube. Ha poi usato un servizio di distribuzione gratuito per riuscire a raggiungere Spotify con “Bando”. Il sogno è durato appena due settimane, per poi incappare in un blocco dovuto al copyright. Tanto è bastato però per entrare nel mirino dei talent scout della Virgin, etichetta legata alla Universal. Tutto risolto anche con il proprietario del beat, Soulker, che ha concesso i diritti e consentito di fatto l’esplosione di “Bando”. Inutile dire che in tantissimi sul web si stanno chiedendo, ascoltando il singolo, cosa voglia dire il titolo, che viene di fatto ripetuto molte volte nel testo. Alla domanda risponde proprio ANNA. Si tratta di slang americano e vuol dire quartiere. Uno sguardo oltreoceano, al fine di unire due culture differenti, dalla musica al testo, in un mix per ora risultato esplosivo.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.