Dardust rinviato il concerto di Roma: la data

Posticipate anche le date di Milano e Torino del musicista ascolano

Nonostante in Lazio non ci siano problemi specifici per il coronavirus, Dardust opta per il rinvio del concerto previsto originariamente per giovedì 27 febbraio allo Spazio Rossellini di Roma. Il live è stato riprogrammato per mercoledì 15 aprile, il biglietto già acquistato resterà comunque valido. Rinviati in via precauzionale anche i concerti di Milano e Torino del 5 e 6 marzo, riprogrammati rispettivamente per il 9 e l’8 aprile. Anche in questo caso, restano validi i tagliandi già acquistati.

Lo “Storm and Drugs Live” di Dardust

Quella di Roma è una delle sole quattro date italiane previste per Dardust in questo tour che è iniziato il 30 gennaio a Berlino, che è proseguito il 22 febbraio al Tpo di Bologna e che lo vedrà nei prossimi mesi di nuovo valicare i confini nazionali. Ogni show dello “Storm and Drugs  Live” sarà articolato in due atti: il primo, Storm, più intimo e dal taglio teatrale che riprende la poetica e l’immaginario dello sturm und drang settecentesco in ogni aspetto visivo; il secondo, Drugs, attinge alla parte più electro trasformando lo show nel finale in una vera atmosfera rave. I biglietti per le date italiane sono in vendita sul circuito Ticketone con prezzi che partono da 23 euro. Di seguito il calendario completo del tour del musicista ascolano:

  • Venerdì 20 marzo – Madrid, Sala Shoko
  • Martedì 31 marzo – Bruxelles, Abclub
  • Mercoledì 1 aprile – Parigi, Cafè de la Danse
  • Mercoledì 8 aprile – Torino, Hiroshima Mon Amour
  • Giovedì 9 aprile – Milano, Magazzini Generali
  • Mercoledì 15 aprile – Roma, Spazio Rossellini

L’influenza di Dardust sulla musica italiana

Dici Dardust e pensi a tanti successi degli ultimi tempi, da “Soldi” di Mahmood a “Riccione” e “Felicità puttana” dei Thegiornalisti, passando per “Se piovesse il tuo nome” di Elisa e “Nuova era” di Jovanotti, solo per citarne alcuni. Pezzi nei quali c'è immancabilmente il suo tocco. Ma Dario Faini scorrazza nella musica italiana ormai da inizio nuovo millennio. La notorietà arriva nel 2003, quando Fargetta lancia il suo singolo “The Night Crash”, ma il suo ruolo di uomo-ombra dei grandi della musica italiana mette le basi nel 2007, quando collabora con Irene Grandi per “Le tue parole”. Negli anni successivi scrive, tra gli altri, per Alessandra Amoroso, Francesco Renga, Emma Marrone e Luca Carboni, ma il suo anno d’oro è decisamente il 2017, quello nel quale raccoglie addirittura 11 dischi di platino firmando “Riccione” dei Thegiornalisti, “Pamplona” di Fabri Fibra, “Pezzo di me” di Levante e “Partiti adesso” di Giusy Ferrari. “S.A.D. Storm and Drugs”, il suo nuovo album, è arrivato nei negozi di dischi fisici e virtuali venerdì 17 gennaio per Sony Music Masterworks e Artist First e chiude la trilogia iniziata nel 2014 con "7" e continuata nel 2016 con "Birth". Il titolo del nuovo lavoro, anticipato nei mesi scorsi dal singolo “Sublime”, è una rivisitazione corretta dello Sturm und Drang tedesco del Settecento. Di seguito la tracklist del disco:

  1. Sublime
  2. Prisma
  3. Storm and Drugs
  4. Without You
  5. Ruckenfigur
  6. S.A.D.
  7. Sturmi I – Fear
  8. Sturm II – Ecstasy
  9. Beautiful Solitude