Halsey, chi è la cantautrice

La carriera e i successi di Halsey, cantautrice tra le più importanti e famose nel panorama musicale mondiale

Con oltre 25 miliardi di stream e 11 milioni di album venduti in tutto il mondo, Halsey è tra le cantautrici più apprezzate da critica e pubblico. Il vero nome dell’artista è Ashley Nicolette Frangipane e ha iniziato a scrivere i primi brani all’età di 17 anni. Fin dal debutto ha conquistato gli Stati Uniti guadagnando record su record e ottenendo numerosi riconoscimenti. In carriera è riuscita a registrare sold out in tutto il mondo e soprattutto al Madison Square Garden di New York City, luogo che l’ha consacrata a stella nascente della musica. Halsey è stata anche nominata ai Grammy per ben due volte e ha conquistato in sei anni di carriera quattro Billboard Music Awards, un American Music Award, un GLAAD Media Award, tre Guinness World Records e un MTV Video Music Award.

Gli inizi e la carriera nata grazie al web

Musica come terapia, è questo lo stimolo che ha spinto Halsey ad intraprendere la sua carriera. Un’adolescenza complicata per lei. Le è stato diagnosticato un disturbo bipolare, è stata vittima di bullismo e ha tentato il suicidio all’età di 17 anni. Nonostante i numerosi problemi si è diplomata nel 2012 e ha imparato a suonare il violino, la viola e il violoncello. Subito dopo l’iscrizione alla Rhode Island School of Design però è stata costretta ad abbandonare gli studi. Cacciata anche da casa per incomprensioni profonde con i sui genitori, Halsey ha iniziato a vivere da senzatetto a New York, restando solo occasionalmente dalla nonna materna. Una situazione di degrado notevole che però viene interrotta da una svolta radicale nella sua vita. Nel 2012 ha iniziato a pubblicare suoi video su YouTube e altre numerose piattaforme e grazie ad una cover di “I Knew You Were Trouble” di Taylor Swift ha iniziato ad avere i primi riscontri positivi. Dopo aver scritto e pubblicato altre canzoni, la casa discografica Astralwerks si accorge di lei e le propone quello che diventerà il suo primo contratto discografico. Sceglie così Halsey come nome d'arte permanente perché è un anagramma del suo nome e un riferimento alla stazione di Halsey Street della metropolitana di New York City a Brooklyn, un luogo in cui ha vissuto per molto tempo.

Gli album e i successi conquistati

Il suo album di debutto, “Badlands”, è stato certificato disco di platino in America ad un anno dall’uscita. Nel 2017 “Hopeless Fountain Kingdom”, suo secondo album, ha conquistato il primo posto nella classifica Billboard grazie anche ai singoli “Now or Never” e “Bad at Love”. Con “Without Me”, “Eastside” e “Closer” Halsey è diventata la prima e unica artista femminile ad avere almeno tre canzoni in classifica nella Billboard Hot 100 per cinquanta settimane. “Without Me” è stata anche la canzone più suonata del 2019 dalle radio americane. Nel 2018 ha debuttato nel doppiaggio cinematografico e poi come attrice in “A Star is Born”, film con Bradley Cooper e Lady Gaga. Nel 2019 Halsey ha vinto un AMA, il premio Hal David Starlight Award, assegnato dalla Songwriters Hall of Fame, un VMA e due Teen Choice Awards. Nel 2020 è uscito “Manic”, il suo terzo album che contiene anche la hit “You Should Be Sad”. Per promuovere l’uscita del disco, Halsey sarà in concerto fino ad agosto 2020 con il “Manic World Tour”.