Sanremo 2020, Francesco Gabbani canta L’italiano: il testo

Il testo di “L’italiano”, brano di Toto Cutugno e scelto da Francesco Gabbani per la serata dei duetti al Festival di Sanremo 2020

Scopri tutto su Sanremo 2020: lo SPECIALE Festival di Sanremo, 69 edizioni in 69 foto: tutti i cantanti e i vincitori

Dopo le prime due serate del Festival di Sanremo 2020, Francesco Gabbani guida la classifica provvisoria generale grazie al brano “Viceversa”. Un grande riscontro per il cantautore che è l’unico nella storia del Festival ad aver vinto due edizioni consecutivamente in entrambe le categorie grazie alle canzoni “Amen” e “Occidentali’s Karma”. Tra i favoriti per la vittoria finale, Francesco Gabbani ha scelto “L’italiano” di Toto Cutugno come brano da interpretare nella serata dedicata ai duetti e alle cover. Una canzone conosciuta in tutto il mondo e che al Festival di Sanremo del 1983 si classificò solo quinta.

Il testo di “L’italiano”

Inizialmente pensata per essere interpretata da Adriano Celentano, “L’italiano” venne proposta da Toto Cutugno al Festival di Sanremo del 1983. Per il cantautore però fu un autentico trionfo nella speciale classifica Totip "Cantanti & vincenti", decisa dal pubblico. “L’italiano” fu la canzone di maggior successo di quell’anno a livello internazionale e ha permesso a Toto Cutugno di conquistare un premio al Festival di Sanremo del 2013. Sono innumerevoli le cover del brano, tra cui anche una in cinese fatta dallo stesso Cutugno. Il brano è stato utilizzato anche come colonna sonora di nove film. Questo il testo di “L’italiano” di Toto Cutugno. La canzone verrà reinterpretata nella serata dei duetti del Festival di Sanremo 2020 da Francesco Gabbani:

Lasciatemi cantare

Con la chitarra in mano

Lasciatemi cantare

Sono un italiano

Buongiorno Italia, gli spaghetti al dente

E un partigiano come presidente

Con l'autoradio sempre nella mano destra

Un canarino sopra la finestra

Buongiorno Italia con i tuoi artisti

Con troppa America sui manifesti

Con le canzoni, con amore

Con il cuore

Con più donne e sempre meno suore

Buongiorno Italia, buongiorno Maria

Con gli occhi pieni di malinconia

Buongiorno Dio

Lo sai che ci sono anch'io

Lasciatemi cantare

Con la chitarra in mano

Lasciatemi cantare

Una canzone piano piano

Lasciatemi cantare

Perché ne sono fiero

Sono un italiano

Un italiano vero

Buongiorno Italia che non si spaventa

Con la crema da barba alla menta

Con un vestito gessato sul blu

E la moviola la domenica in TV

Buongiorno Italia col caffè ristretto

Le calze nuove nel primo cassetto

Con la bandiera in tintoria

E una Seicento giù di carrozzeria

Buongiorno Italia, buongiorno Maria

Con gli occhi pieni di malinconia

Buongiorno Dio

Lo sai che ci sono anch'io

Lasciatemi cantare

Con la chitarra in mano

Lasciatemi cantare

Una canzone piano piano

Lasciatemi cantare

Perché ne sono fiero

Sono un italiano

Un italiano vero

Lasciatemi cantare

Con la chitarra in mano

Lasciatemi cantare

Una canzone piano piano

Lasciatemi cantare

Perché ne sono fiero

Sono un italiano

Un italiano vero.