Pinguini Tattici Nucleari, la band si esibirà per la prima volta a Sanremo 2020

I Pinguini Tattici Nucleari sono pronti per la grande prova di Sanremo 2020, dove canteranno la loro “Ringo Starr”

Uno dei gruppi più attesi della 70^ edizione del Festival di Sanremo, condotto da Amadeus, è senza dubbio quello dei Pinguini Tattici Nucleari. Sul palco dell’Ariston poteranno “Ringo Starr”, scritto dal cantante della band, Riccardo Zanotti, che ha spiegato d’essere enormemente attratto da questo genere di personaggi: “Amo quelle figure talmente grandi da diventare delle metafore. Ringo Starr è proprio uno di questi. Un tempo veniva visto come lo sfigato dei Beatles. La realtà però è che lui ha rivoluzionato il modo di suonare la batteria”.

Un brano che è in fondo sintesi di quella che è la loro carriera. I loro brani offrono una certa “narrazione dello sfigato”. Per loro stessa ammissione, intendono mostrare, attraverso la loro storia, come spesso gli sfigati possano prendersi importanti rivincite nella vita. Guai però a sentirsi “arrivati”, a pensare d’avercela fatta, dunque rilassarsi: “Benigni ringraziò i genitori, dopo l’Oscar, per il regalo della povertà. Io li ringrazio per la sfiga. Devi sempre pensare d’essere uno sfigato. Sentirsi piccoli è importante per un artista”.

Chi sono i Pinguini Tattici Nucleari

Il nome di una band può fare la differenza. A volte si opta per una soluzione breve, che possa restare impressa nella memoria, altre volte, come in questo caso, per un nome apparentemente folle. Un nome così strano da non poter essere dimenticato. Nello specifico pare che i Pinguini Tattici Nucleari abbiano mutuato il nome di una birra britannica.

Nel 2020 festeggiano i loro 10 anni d’attività, anche se il primo vero squillo sul fronte discografico è giunto nel 2012. In quell’anno giunge l’EP autoprodotto “Cartoni Animali”. Per ottenere la prima ondata di notorietà occorre invece attendere il 2014, grazie all’album “Il Re è Nudo”, che contiene al suo interno uno dei loro singoli più apprezzati, “Cancelleria”. È dunque tempo di spiccare il volo, di lasciare casa e i luoghi cari, cimentandosi con palcoscenici nazionali. Arrivano così altri due album, “Diamo un calcio all’aldilà” e “Gioventù Brucata”. Nel 2019 invece spazio a “Fuori dall’Hype”, che consente loro di ottenere un posto sul palco del Concerto del Primo maggio a Roma.

Hanno raggiunto un livello tale da essere noti in ogni regione, da avere una fanbase fitta e appassionata, fino alla chance di Sanremo 2020. Tra l’ultimo album e il sì di Amadeus c’è però un disco d’oro Fimi e un lungo tour ricco di sold out.

Pinguini Tattici Nucleari, i numeri

In molti ancora non li conoscono e, leggendo la notizia del loro approdo a Sanremo, si sono detti particolarmente stupiti. La qualità di questo gruppo è però innegabile e i numeri parlano per loro. Partiti dal basso, lavorando duramente con le sole proprie forze, hanno messo insieme quattro dischi, collezionando più di 8 milioni di visualizzazioni su YouTube, oltre 60 milioni di streaming totali e due dischi d’oro.

Un vero e proprio fenomeno, al quale è stato anche dedicato un fumetto, diventato rapidamente un best seller online. Il loro tour nei club ha radunato circa 60mila persone. Il tutto a conferma che il lavoro, il talento e le buone idee, ripagano sempre.