Levante annuncia l'album "Magmamemoria MMXX"

Dopo la partecipazione a Sanremo 2020, Levante pubblica “Magmamemoria MMXX”, repack dell’ultimo album

Con un video pubblicato sui social, Levante ha annunciato l’uscita di “Magmamemoria MMXX”, repack dell’ultimo album della cantautrice siciliana. Come spiegato dalla stessa artista, il progetto discografico è composto da 31 brani e comprende l’album “Magmamemoria”, “Magmamemoria live @Mediolanum Forum” (le versioni dal vivo tratte dal concerto evento al Forum di Assago) 4 bonus track (“Andrà Tutto Bene”, “Lo Stretto Necessario”, “Bravi Tutti Voi” e “Se Non Ti Vedo Non Esisti”) e il brano “Tikibombom” che parteciperà al Festival di Sanremo 2020. La stessa Levante ha parlato così della canzone che porterà sul palco del Teatro Ariston: “Tikibombom è di tutti voi e io l’ho scoperto solo quando ho messo il punto a questo brano. Io sono vento, non sono mai stata bandiera, decido dove soffiare e quando farlo. Perdere l’occasione di portar buon vento è un peccato imperdonabile”. In un’intervista per il Corriere della Sera, Levante ha raccontato di cosa parla il brano “Tikibombom”: “È una lettera a quattro persone che mi piacciono. C’è la mia visione, la descrizione delle loro fragilità, e poi quella che il mondo ha di loro. È una lettera rassicurante per dire che la diversità è ricchezza. Canto di chi resta indietro ma anche di chi vuole rimanerci, gli ultimi con orgoglio, quelli che si sentono poco capiti, messi in disparte ma si sanno fare forza”.

L’album “Magmamemoria”

Dopo un tour estivo nelle Arene Storiche italiane che ha anticipato l’uscita dell’album, Levante ha debuttato al Forum di Assago di Milano con un concerto evento. Una tappa fondamentale per la cantautrice siciliana che ha portato sul palco i suoi più grandi successi e le canzoni di “Magmamemoria”. L’album è uscito il 4 ottobre ed è il quarto disco di inediti dopo “Manuale distruzione”, “Abbi cura di te” e “Nel caos di stanze stupefacenti”. Il titolo del disco, come ha spiegato la stessa Levante, affonda le radici nel legame col ricordo, con la sua terra di origine: «MAGMAMEMORIA è nel per sempre per chi ha radici e non esiste per chi riesce a tagliare ogni contatto con ieri. Ma Ieri è sempre attuale, e ogni individuo ne ha bisogno. La memoria è eterna. Sopravvive all’uomo», scriveva la cantante su Instagram. Ai microfoni di Sky Tg24 aveva invece dichiarato: “Non so se è il disco della mia rivoluzione. E’ un disco di consapevolezza e cambiamento anche se resto fedele alla mia grammatica estetica. La mia rivoluzione è mantenere alta l’asticella del bello. Non mi lascio trascinare dalle correnti, non sono una banderuola. So di essere spiazzante, di essere tante cose. Io ho iniziato a fare musica per me stessa: perché devo tranquillizzare gli altri? Rassicurarli? Io mi esprimo con tutte le mie persone, pluralmente”.

La carriera di Levante

Levante si è fatta conoscere a livello mainstream nel 2013 con “Alfonso”, uno dei suoi brani più cantati e conosciuti. Nel 2014 ha pubblicato “Manuale Distruzione”, il suo album di debutto e ha aperto i concerti di Max Gazzè e Negramaro ricevendo anche una nomination ai prestigiosi Mtv European Music Awards nella categoria Best Italian Act. Nel 2015 ha pubblicato “Abbi cura di te”, suo secondo disco e nel 2017 “Nel caos di stanze stupefacenti”. Nello stesso anno è uscito il suo primo romanzo “Se non ti vedo non esisti”, mentre nel 2018 ha dato alle stampe “Questa è l’ultima volta che ti dimentico”, una storia di amicizia, amore e grandi sogni.