Negrita, le frasi più belle delle loro canzoni

I Negrita sono tra i grandi protagonisti della musica italiana degli ultimi decenni. Il gruppo capitanato da Paolo Bruni ha pubblicato album e singoli che hanno dominato le classifiche di vendita riscrivendo la storia della discografia del Bel paese. Scopriamo insieme le frasi più belle tratte dalle loro canzoni.

La Teatrale Plus + Reset Celebration, nuovo tour dei Negrita: le date

I Negrita sono uno dei gruppi più celebri della discografia italiana. La band capitanata da Paolo Bruni ha rivoluzionato e influenzato la musica del Bel paese con album e singoli che ne hanno anche riscritto la storia.

Negrita: il successo

Il debutto dei Negrita avviene nel 1994 con l’album omonimo nel quale arrangiamenti curati nei minimi dettagli, sperimentazioni sonore e testi profondi rendono il gruppo una delle realtà più promettenti e originali della scena discografica nazionale.

Nel corso degli anni la band ha collezionato numerosi successi ottenendo grandi consensi da parte del pubblico e recensioni estremamente positive da parte della critica. Tra i loro album più iconici troviamo “L’uomo sogna di volare", pubblicato nel 2005, e il successivo “HELLdorado”, distribuito due anni dopo, entrambi in grado di vendere oltre 100.000 copie su solo italiano.

Parallelamente agli album, i Negrita hanno raggiunto grandi traguardi anche con i singoli che hanno dominato le classifiche di vendita italiane, da ricordare “Magnolia”, terzo singolo estratto da “Ehi! Negrita” e certificato disco d’oro per aver superato 25.000 copie vendute, “Rotolando verso sud” che ha conquistato il disco di platino e “Gioia infinita", disco d’oro. Scopriamo insieme le frasi più belle delle canzoni dei Negrita.

“In ogni atomo” (1999)

“Hai le carte e passi
Giocati i tuoi assi
Punta pure ciò che hai
Pensi troppo a cosa fai
Perché a quelli come noi
Serve spazio ed aria sai
Troppo poco quel che c'è
Troppo poco anche per te”

“Magnolia” (2003)

“Pioggia io sarò, per toglierti la sete
E sole salirò, per asciugarti bene
Vento arriverò, per poterti accarezzare
Ma se vuoi, se tu vuoi
Tra fango e neve, fango e neve impazzirò”

“Rotolando verso sud” (2005)

“Continente vivo, desaparecido, sono qua
Sotto un cielo avorio
Sotto nubi porpora
Mille fuochi accesi
Mille sassi sulla via
Mentre un’eco piano da lontano sale su, quaggiù
Un pianto lungo secoli
Che non ti immagini
E polvere di polvere
Di storia immobile”

“Gioia infinita” (2007)

“Pagherei per questa birra buona
Per averla sempre quando uno suona
Porto dentro quei sorrisi, le parole, gli sguardi, I visi
E qualcuno ancora si stupisce del fuoco sacro che ci unisce
Scosse forti dell'anima che nessuno scorderà più
E questo il bardo lo sa, lui illumina le città
Cantando si dimena, un viva la strada e un viva l'amicizia vera
Che è una cosa rara, che un oceano ci separa”

“Che rumore fa la felicità?” (2008)

“Mentre i sogni si dissolvono
E gli inverni si accavallano
Quanti spilli sulla pelle
Dentro il petto sulle spalle
Ma vedo il sole dei tuoi occhi neri
Oltre il nero opaco dei miei pensieri”

“Non torneranno più” (2018)

“Non torneranno più
Gli amori di un estate
Le lingue consumate, gli occhi rossi e Kurt Cobain
Non torneranno più
I giorni da buttare
Le sbronze prese male e le cattive compagnie”