Sanremo 2019, Negrita al Festival dopo 16 anni

Con "Tonight" parteciparono per la prima volta al Festival di Sanremo nel 2003. I Negrita tornano sul palco dell'Ariston con "I ragazzi stanno bene"

Dopo 16 anni dalla loro prima partecipazione al Festival di Sanremo, i Negrita tornano sul palco dell’Ariston con il brano “I ragazzi stanno bene”. Il gruppo toscano fa parte dei 24 big che animeranno la 69esima edizione del Festival di Sanremo, condotta da Claudio Bisio e Virginia Raffaele, a fianco del direttore artistico Claudio Baglioni. La band è attualmente composta da Paolo “Pau” Bruni, Enrico “Drigo” Salvi, Cesare “Mac” Petricich, Giacomo Rossetti, Guglielmo Ridolfo e Gagliano Cristiano Dalla Pellegrina. Nella serata dedicati ai duetti, i Negrita si esibiranno con Enrico Ruggeri e Roy Paci. Subito dopo la kermesse canora, il gruppo pubblicherà l’album “I ragazzi stanno bene 1994-2019”, una raccolta che celebra i 25 anni di carriera. Curiosità vuole che la precedente partecipazione al Festival di Sanremo coincise con l’uscita del primo best of del gruppo, pubblicato nel 2003. Queste le parole della band sul brano che porteranno in gara: «I Ragazzi stanno bene è un rifiuto. È la non accettazione di certe storture che la società contemporanea ci regala e ci impone ogni giorno. A questa età, poter urlare: “Non mi va!”, diventa un fatto altamente liberatorio e alla fine, per chi vede le cose come noi, anche incoraggiante. Poterlo poi urlare davanti a milioni di italiani ogni sera, per almeno quattro sere, è il top!».

La carriera dei Negrita

I Negrita sono attivi dal 1994 con l’album che porta il nome della band. Dopo aver pubblicato “Paradisi per illusi”, raggiungono il grande successo con l’album “XXX” del 1997. Una forte spinta arriva grazie al film “Tre uomini e una gamba”, dove il gruppo collabora con Aldo, Giovanni e Giacomo per la colonna sonora. Il feeling si rinnova con il successivo film “Così è la vita”. Nel 1999 arriva “Reset”, mentre nel “2001” esce il quinto album “Radio Zombie”. Nel best of del 2003 viene inserito l’inedito “Magnolia” che diventa uno dei brani più famosi del gruppo. Due anni dopo arriva la svolta con un rock più leggero e con influenza latine, escono così “L'uomo sogna di volare” (2005) e “Rotolando verso sud” (2006). Nel 2006 il loro album viene pubblicato in Francia, Sudamerica, Spagna e Giappone. Negli ultimi dieci anni i Negrita hanno pubblicato quattro album (l’ultimo nel 2018 “Desert Yacht Club”), due album live e “Deja vu”, raccolta dei brani più famosi arrangiati in chiave acustica.

L'unica precedente partecipazione al Festival di Sanremo

È la seconda partecipazione dei Negrita al Festival di Sanremo, dopo l’esordio nel 2003 con il brano “Tonight”. La canzone si classificò al diciottesimo posto, mentre a vincere fu Alexia con “Per dire di no”. Subito dopo venne pubblicato “Ehi! Negrita”, una selezione dei migliori brani del gruppo con gli inediti “My Way”, “Tonight” e “Magnolia”, proprio quest’ultimo brano rappresentò un’autentica svolta per il gruppo grazie alle oltre 25 mila copie vendute. «L’esperienza al Festival di Sanremo del 2003 – racconta Drigo alle agenzie – ha lasciato il segno. Fu una scelta acerba, con un brano sbagliato e mai più eseguito neppure dal vivo. Arrivammo terzultimi e ci sentivamo fuori contesto». Ora però il gruppo è pronto a tornare sul palco dell’Ariston: «Ci avevano chiamato anche un anno fa, ma non c’erano i tempi tecnici e declinammo l’invito».