The Weeknd: 5 anni di "Kiss Land", ecco come ha festeggiato

Musica
the-weeknd-kiss-land

Per festeggiare i cinque anni da “Kiss Land” e dall’inizio della sua carriera, The Weeknd ha preparato una sorpresa per il pubblico

Sono passati cinque anni da quando The Weeknd ha rilasciato il suo album, “Kiss Land”. L’artista, noto per essere il fidanzato di Bella Hadid (nonché uno dei rivali più acerrimi di un’altra star del pop, Justin Bieber), ha deciso di festeggiare questo traguardo con un merchandising ispirato proprio a “Kiss Land”. The Weeknd ha così lanciato negli store online una linea di abiti ispirati alle sonorità del primo disco: la collezione, dal design in stile giapponese, comprende t-shirt, cappelli e felpe. Molte persone si sono già innamorate di questi vestiti, ma bisogna affrettarsi: la linea dedicata a “Kiss Land” è stata realizzata in edizione limitata.

L’uscita di “Kiss Land”

The Weeknd – il cui vero nome è Abel Tesfaye – è originario di Toronto, in Canada. “Kiss Land” è stato il suo album d’esordio: uscito nel 2013, ha scalato immediatamente le classifiche musicali e venduto migliaia di copie sono nelle prime settimane. “Kiss Land” ha raggiunto la seconda posizione della Billboard 200, configurandosi come un successo straordinario. La caratteristica principale dell’album è quella di essere un lavoro che si potrebbe definire “a tinte dark”: “Kiss Land”, infatti, è arrivato proprio all’inizio della sua carriera ed è un disco che risente molto del passato burrascoso di The Weeknd. L’artista, infatti, è cresciuto senza il padre – che si è costruito una nuova famiglia quando lui era molto piccolo – e la madre, che faceva diversi lavori per poterlo mantenere e garantirgli una vita dignitosa. Non avendo nessuno che lo controllasse, The Weeknd ha avuto un’adolescenza turbolenta, segnata dal consumo di alcol e droghe. Ha lasciato la scuola senza conseguire il diploma e, agli inizi del 2010, ha deciso d’intraprendere la carriera musicale. Che è stato il punto di svolta in una vita altrimenti segnata dalla criminalità e dalla delinquenza.

Gli esordi

The Weeknd ha iniziato a scrivere canzoni a 17 anni. Nel 2010, come tanti altri ragazzi figli dell’internet 2.0, ha iniziato a mettere la sua musica su YouTube, facendosi conoscere dal grande pubblico. Una delle sue tracce – ed è questo che ha contribuito a farlo diventare un soggetto osservato dai fan del rap – è stata realizzata con Drake: inutile dire che i media hanno immediatamente rivolto la loro attenzione su di lui. Nel marzo 2011 è uscito il suo primo mixtape, “House of Balloons”, che ha avuto una buona accoglienza sia dal grande pubblico sia dalla critica. Sempre nel 2011 ha pubblicato il suo secondo mixtape, “Thursday”, dove ha collaborato nuovamente con Drake, mentre a dicembre è uscito il terzo, “Echoes of Silence”, stavolta con una traccia realizzata con Juicy J. Questi tre mixtape, pubblicati tutti nel 2011, sono stati poi raccolti da The Weeknd in un’unica raccolta chiamata “Trilogy”, che ha ottenuto il doppio disco di Platino.

Genere musicale

Lo stile di The Weeknd è molto particolare. In molti lo paragonano a Michael Jackson e Bruno Mars, anche se spesso si serve di sonorità che non sono affatto proprie della musica R’n’B dato che somigliano più al punk e al rock. I temi che tratta maggiormente sono l’amore, il sesso e la droga e i testi che produce sono estremamente legati alla sfera dell’intimità personale.

Spettacolo: Per te

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.