"Ziggy's", il bar di Londra interamente dedicato a David Bowie

David Bowie
@Kikapress

Sarà inaugurato il 20 settembre, a Londra, un bar interamente dedicato a David Bowie. Si chiamerà Ziggy’s

I fan di David Bowie non possono lasciarsi scappare il nuovo cocktail bar che sta per aprire a Londra, dedicato interamente al Duca Bianco. “Ziggy’s”, questo il nome del locale, sarà inaugurato il 20 settembre all’Hotel Cafè Royal nel West End.

Consumazioni ispirate al Duca Bianco

All’interno, i clienti potranno ordinare cocktail e consumazioni varie ispirate a David Bowie. Così, sarà possibile sorseggiare un Tigers of Vaseline o un Darkness and Disgrace, rispettivamente una pina colada e un espresso-martini ispirate a due celebri pezzi del Duca Bianco: “Hang On To Yourself” e “Lady Stardust”.

Il bar si trova al numero 10 della Air Street, a Soho, dall’altra parte di Heddon Street, dove è stata realizzata la cover di “The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars”. La scelta di aprire “Ziggy’s” proprio nell’Hotel Cafè Royal è stata dettata dal fatto che è proprio in questo posto che, il 3 luglio del 1973, David Bowie celebrò l’addio al suo alter ego Ziggy Stardust. Qui si tenne la famosa cena di addio, a cui parteciparono anche Paul McCartney, Mick Jagger, Barbra Streisand e Lou Reed.

All’interno del bar ci saranno le foto della serata e anche un juke box che trasmetterà solo ed esclusivamente la discografia di Bowie.

L’Hotel Cafè Royal è sempre stato frequentato da personaggi importanti, tra cui Oscar Wilde, Winston Churchill, Virginia Woolf, Brigitte Bardot. L’omaggio dei proprietari al cliente che maggiormente ha dato lustro al locale, organizzando lì la famosa “ultima cena”, è sembrato doveroso.

David Bowie e Ziggy Stardust

David Bowie è stato tanti personaggi nel corso della sua carriera ma quello in cui si è maggiormente identificato è stato Ziggy Stardust, la rockstar dalle tute sgargianti, gli stivali rossi e dai capelli rosso fuoco.

Il primo show che vide protagonista l’alter ego più famoso di Bowie fu nel febbraio del 1972, quando, improvvisamente, tutto il mondo si accorse di lui. L’atteggiamento provocatorio, il look glam e la libertà sessuale di cui si faceva portavoce Ziggy Stardust diventarono subito il manifesto di una generazione. L’album “The Rise and Fall of Ziggy Stardust and the Spiders from Mars” rimase in classifica per circa due anni.

La totale identificazione di Bowie con il suo alter ego lo portò ad avere dei seri problemi di personalità, anche perché era difficile liberarsi della teatralità e del pathos generato durante i concerti. Per questo motivo, il musicista decise di abbandonare per sempre Ziggy Stardust. L’annuncio fu dato durante il concerto all'Hammersmith Odeon di Londra, il 3 luglio 1973, proprio quando era all’apice del successo. Quella stessa sera, ci fu la famosa “ultima cena” all’Hotel Cafè Royal, che dal 20 settembre tornerà ad avere Ziggy come protagonista, proprio lì dove si era eclissato.

David Bowie è stato anche il Duca Bianco, Aladdin Sane, il re dei Goblin, fino al profeta cieco dell’ultimo album, “Blackstar”: tante personalità per un artista unico e inimitabile.