“Loving the Alien” è l’album di David Bowie in uscita a ottobre

David Bowie
@Kikapress

Un cofanetto esclusivo per i fan di David Bowie è in uscita a ottobre. Il titolo è “Loving the Alien” e conterrà 11 cd

A distanza di oltre due anni dalla scomparsa di David Bowie, sta per uscire un nuovo ed esclusivo box dedicato all’artista. “Loving the Alien” è un cofanetto che racchiude la produzione degli anni ‘80 del Duca Bianco.

Gli anni ‘80 di David Bowie

“Loving the Alien” è il quarto cofanetto che ripercorre la carriera artistica di David Bowie, dal 1983 al 1988. La raccolta arriva dopo “Five Years (1969-1973)”, “Who Can I Be Now? (1974-1976)” e “A New Career In A New Town (1977-1982)”. Il progetto era stato pensato inizialmente dallo stesso Bowie una decina di anni fa, ma poi non era stato mai portato a termine.

Gli anni ‘80 sono stati quelli di maggior successo nella carriera del cantante, grazie anche ai video in cui mostrava il suo trasformismo e la sua poliedricità e che contribuirono a dargli visibilità e popolarità.

Il box contiene tutti gli album pubblicati da Bowie negli anni ‘80, in più, tante registrazioni live, dischi incisi per la prima volta sul vinile, come “Glass Spider (Live Montreal ‘87)”, brani remixati e alcune rarità. Tra queste, una versione dell’album “Never let me down” del 1987 con le tracce vocali dell’epoca ma risuonata da musicisti che in passato hanno lavorato con il Duca Bianco.

“Loving the Alien” sarà disponibile a partire dal 12 ottobre e verrà pubblicato in diverse versioni: quella da 11 CD riprodotti in formato minivinile, con un libro di 128 pagine, e quella da 15 LP con un libro da 84 pagine comprendenti foto inedite, immagini rare, recensioni e note tecniche dei collaboratori di Bowie dell’epoca, tra cui Nile Rodgers, Hugh Padgham, Mario McNulty e Justin Shirley-Smith.

Nel cofanetto, così come nei tre precedenti, anche una compilation intitolata “Re:Call 4”, in cui sono contenute le versioni singolo, i remix e le edizioni in vinile delle colonne sonore di “Labyrinth”, “The Falcon and the Snowman”, “Absolute Beginners” e “When the wind blows”.

Il tanti volti di Bowie

Musicista, pittore, attore, trasformista, cantautore: sono solo alcuni dei tanti volti del carismatico David Bowie, che negli anni è stato Ziggy Stardust, Aladdin Sane, Duca Bianco, solo per citare i più famosi.

Il cantante inglese è stato uno degli artisti che ha maggiormente influenzato la musica pop e rock, anticipando le mode e le tendenze in vari campi dell’arte. Nessun altro artista ha lasciato un contributo così importante e prezioso sulla cultura popolare.

David Bowie ha venduto circa 147 milioni di dischi solo in vita e, ancora oggi, è uno dei punti di riferimento musicale di tanti cantanti e musicisti di tutto il mondo.

L’intera discografia di Bowie è composta da 25 album in studio, 4 colonne sonore, 5 EP, 11 album live e 48 raccolte.

David Bowie si è spento, a causa di un tumore al fegato con cui combatteva da 18 mesi, nella notte tra il 10 e l’11 gennaio 2016, due giorni dopo aver compiuto 69 anni. La sua ultima tournée risale al 2004.