“Freddie For A Day”, anche in Italia il tributo a Freddie Mercury

Freddie Mercury
@Getty Images

A Roma, Venezia e Firenze la giornata mondiale dedicata a Freddie Mercury organizzata da Hard Rock Cafè

Si avvicina quello che sarebbe stato il settantaduesimo compleanno per Freddie Mercury e, come ogni anno, le commemorazioni non mancano. Per il sesto anno consecutivo, gli Hard Rock Cafè di tutto il mondo celebreranno questa data con l’evento “Freddie For A Day”, una giornata interamente dedicata alla leggenda dei Queen tra contest, iniziative, menù a tema e ovviamente tanta musica. In Italia sono i tre locali di Roma, Venezia e Firenze ad aderire all’iniziativa, che punta a raccogliere fondi da destinare alla Mercury Phoenix Trust per sostenere la lotta contro l’Aids. Solo per mercoledì prossimo nei tre caffè sarà possibile acquistare i “baffetti alla Freddie”, al costo di 2 euro e la spilla a edizione limitata “Freddie for a Day” a 13,95 euro a sostegno della fondazione creata da Brian May, Roger Taylor e dal manager Jim Beach in memoria del cantante dei Queen scomparso nel 1991.

Il “Freddie For A Day” in Italia

Oltre alla vendita dei due gadget, comune a tutti i locali della popolare catena in tutto il mondo, ogni singolo Hard Rock Cafè organizza delle iniziative proprie. A Roma, dove è conservata una copia di “Innuendo”, l’ultimo album dei Queen con Freddie Mercury ancora in vita, l’icona rock sarà omaggiata con la musica di due cover band, gli Everqueen e i Queenrocks, oltre a menù e promozioni a tema ed un rock quiz con premi offerti dalla Universal Music Italia. A Venezia, sempre la Universal metterà in palio premi esclusivi in una estrazione con i biglietti venduti nel corso della giornata, mentre in serata si esibiranno i milanesi ’39 Queen Tribute, unica tribute band italiana riconosciuta direttamente dal Mercury Phoenix Trust. A Firenze ci sarà invece un contest per il miglior cosplay di Mercury presente in sala, mentre la musica sarà a cura dei Killer Queen, tribute band attiva sin dal 1995.

“Bohemian Rhapsody” e il segno di Mercury sulla musica

Nonostante il prossimo 24 novembre saranno passati ventisette anni dalla morte, la memoria di Freddie Mercury e le sue grandi opere insieme ai Queen continuano a vivere con grande forza anche ai giorni nostri. Non è un caso che il prossimo 2 novembre arriverà nelle sale cinematografiche “Bohemian Rhapsody”, biopic con Rami Malek nelle vesti di protagonista che racconterà l’epopea della band e del suo straordinario frontman, divenuto simbolo non soltanto per la sua voce e le sue composizioni ma anche per il suo anticonformismo.

Fu proprio la traccia che dà il titolo al film ad imporli definitivamente al grande pubblico. “Bohemian Rhapsody”, uscita come singolo nel 1975 ad anticipare di qualche settimana l’uscita del disco “A Night At The Opera”, è certamente il manifesto della band, vendendo milioni di copie a cavallo tra il 1975 ed il 1976 e tornando a schizzare in vetta alle classifiche di tutto il mondo nel 1991, dopo la morte di Mercury. Un brano spiazzante, camaleontico nel passare in pochi attimi dall’hard rock alla musica da camera. Una sperimentazione che divenne successo anche sul fronte televisivo: il videoclip fu uno dei primi a scopo dichiaratamente promozionale e diede il la definitivo alla produzione di video musicali.