Le Cronache di Narnia: Netflix vorrebbe ingaggiare Greta Gerwig per la regia

Cinema

Manuel Santangelo

©Kika Press

La regista di Lady Bird sarebbe pronta a confrontarsi con un nuovo adattamento, dopo il lavoro fatto su Piccole donne di Louisa May Alcott. La piattaforma vorrebbe avere infatti Gerwig per almeno due film tratti dalla saga letteraria fantasy creata da C.S. Lewis

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

Netflix ragiona su un nuovo adattamento per lo schermo de Le cronache di Narnia almeno dal 2018, quando acquistò per la prima volta i diritti di tutti e sette i libri del ciclo scritti da C.S. Lewis. Sul progetto è calato poi un graduale silenzio e oggi, dopo le voci che avrebbero voluto a capo del progetto Matthew Aldrich, arriva un nuovo rumor: Greta Gerwig sarebbe stata cercata per dirigere almeno un paio di pellicole della serie incentrata sulle avventure dei fratelli (e delle sorelle) Pevensie.

Il leone la strega e la Barbie

vedi anche

Biancaneve, Greta Gerwig a lavoro alla sceneggiatura

Per Gerwig sarebbe la prima incursione nel mondo del fantasy ma, scorrendo la  sua pur breve filmografia, non sembra del tutto impreparata a cambiare di nuovo genere. L’attrice e regista statunitense ha infatti appena completato le riprese di Barbie, una pellicola ispirata al celebre giocattolo che ha ben poco da spartire con l’ultimo suo film arrivato al cinema: un adattamento di Piccole donne di Louisa May Alcott del 2019. Prima ancora di questo exploit di matrice letteraria Gerwig si era rivelata al grandissimo pubblico grazie a Lady Bird, una pellicola ancora diversa che presentava diversi elementi autobiografici e (almeno in apparenza) sembrava avere  molte meno ambizioni di un kolossal come potrebbe essere quello incentrato sulle opere di Lewis. La regista comunque non ha paura di metter mano a grandi classici se è vero che, detto di Piccole donne, al momento è data al lavoro sulla sceneggiatura del remake live action di Biancaneve previsto per il 2024. Le cronache di Narnia, un po’ come certe favole, fa parte di quel patrimonio letterario con cui si cresce e sviluppare una nuova serie di film da quel materiale è una sfida stimolante quanto difficile, anche se ti chiami Greta Gerwig.

Rumors bianchi

approfondimento

La playlist dei migliori video di SkyTg24 a tema cinema

Le voci che vorrebbero la protagonista di Frances Ha al timone di un’operazione revival costruita attorno alla celebre saga vanno comunque prese con le pinze. Inizialmente Netflix aveva puntato infatti sullo sceneggiatore di Coco e e Lightyear Matthew Aldrich per guidare il progetto, garantendogli anche il ruolo di “architetto creativo” di tutta la baracca prima che sull’intero discorso cadesse un pesante silenzio. Ora un eventuale avvicendamento con Gerwig sarebbe sicuramente facilitato dai buoni rapporti tra la cineasta e la piattaforma di steaming, che ospiterà dal 30 novembre l’atteso Rumore Bianco (film presentato a Venezia con lei protagonista e il suo compagno Noah Baumbach alla regia). Va tuttavia fatto presente che un cambio da Aldrich a Gerwig sarebbe garanzia di una visione di certo differente, in grado di influenzare di molto l’atmosfera di un eventuale film. A complicare poi ulteriormente il lavoro di chiunque verrà scelto per dirigere i prossimi film c’è infine il ricordo tutto sommato fresco della trilogia firmata Fox e uscita a cavallo tra 2005 e 2010, quando nei cinema arrivarono in rapida successione Le cronache di Narnia – Il leone, la strega e l’armadio, Le cronache di Narnia – Il principe Caspian e Le cronache di Narnia – Il viaggio del veliero. A chiunque toccherà chiudersi dietro l’armadio e tornare nel mondo magico immaginato da C.S. Lewis noi auguriamo nel dubbio buona fortuna. Potrebbero essercene bisogno.

Spettacolo: Per te