Dampyr, il film tratto dal fumetto della Bonelli uscirà il 28 ottobre. Il teaser poster

Cinema

Annunciato nel 2019, prima dello scoppio della pandemia di Covid, il lungometraggio ispirato a una storia di Mauro Boselli è ora pronto ad approdare al cinema

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

Una lunga attesa, una produzione rallentata dalla pandemia, ma ora uno dei film più attesi dagli appassionati italiani di fumetto è pronto ad arrivare in sala. Dampyr, cinecomic ispirato all’omonimo personaggio dei fumetti della Sergio Bonelli Editore, uscirà al cinema il 28 ottobre. Ad annunciarlo è stata la stessa casa editrice attraverso i suoi canali social.

Dampyr, sceneggiatura e regia

leggi anche

Morbius, il cast del film Marvel con Jared Leto e Michael Keaton. FOTO

La notizia è stata poi rilanciata da Mauro Uzzeo, sceneggiatore del film insieme ad Alberto Ostini e Giovanni Masi. Il soggetto è basato su una storia di Mauro Boselli e la regia è affidata a Riccardo Chemello. Il film era stato annunciato nel 2019 al Lucca Comics & Games, pochi mesi prima dell’arrivo del Covid.

DAMPYR, IL CAST

leggi anche

Diabolik - Ginko all'attacco: il primo teaser svela il look

Film italiano, Dampyr può contare su un nutrito cast internazionale che comprende Wade Briggs (Please Like Me), Frida Gustavsson, Stuart Martin (Jamestown), David Morrissey (Good Omens), Sebastian Croft (Game of Thrones), Luke Roberts (300: Rise of an Empire).

DAMPYR, LA TRAMA DAL SITO DI SERGIO BONELLI EDITORE

vedi anche

Guarda la playlist video di Sky a tema cinema

Secondo le antiche credenze del folklore slavo, il dampyr è il figlio nato dall’unione tra una donna e un vampiro. Metà umano e metà creatura aliena, è la sola creatura che può uccidere gli Arcivampiri o Maestri della Notte, la loro corte di non-morti e le altre creature delle tenebre che infestano il nostro e altri mondi. Harlan Draka è un dampyr. Ma all’inizio non sa di esserlo. Sa di essere nato durante l’ultima guerra mondiale e che, per motivi ignoti alla scienza medica, il suo corpo invecchia molto lentamente: Harlan dimostra al massimo venticinque anni. Sa che sua madre è morta mettendolo alla luce e crede che il padre fosse un soldato nemico. Nel corso di una guerra spietata, quando la soldataglia guidata da Kurjak lo arruola a forza per combattere un feroce avversario soprannaturale, Harlan Draka scopre di essere veramente un dampyr, dotato di straordinari poteri. Scopre dunque che suo padre era una creatura soprannaturale, della stirpe dei Maestri della Notte. Pur se tormentato da strani incubi e dalla sua origine misteriosa, Harlan è un tipo tosto. Duro, disincantato, a volte cinico e sarcastico, è in fondo un idealista e un romantico e ha giurato di dedicare la sua vita alla lotta contro la stirpe delle tenebre e il Male che domina il mondo. E nel corso della sua missione si confronta spesso, in un rapporto di odio-amore, con il padre Draka.

Tesla è una non-morta, ma non ricordateglielo troppo, potrebbe prenderla male. Vi assicuriamo che finire sotto le sue zanne è molto meno piacevole di quanto si possa pensare guardandola. Prima di incontrare Harlan, faceva parte del branco di non-morti dominato da Gorka, il primo dei Maestri della Notte affrontati e sconfitti da Harlan Draka. Ora, liberata dalla schiavitù del suo creatore, ha accettato di dividere il suo percorso con Harlan e Kurjak. Tra i vampiri è conosciuta ormai come la Rinnegata. Alta, giovane, bella e grintosa, ispirata fisicamente a donne dure e indipendenti come Annie Lennox, Tesla non è stata inserita in questa serie per ispirare istinti pruriginosi o per interpretare la classica parte della “bionda in pericolo” o dell’”eterna fidanzatina dell’eroe”, ma per combattere e distruggere i malvagi di ogni specie e natura. Alle volte, sotto l’apparente scorza di cinica e dura fanno capolino tracce di sentimenti umani, come l’amicizia, l’altruismo e forse anche l’amore. Si innamora di Harlan, ma tra loro, data la natura di Dampyr, non ci possono essere rapporti fisici. Con l’altro co-protagonista, Kurjak, instaura un divertente battibecco continuo, ma in fondo, molto in fondo, tra i due è nato un reciproco rispetto che si è trasformato in qualcosa di più. Pur essendo una vampira, Tesla dimostra a volte molta più umanità di un vero essere umano.

Kurjak è un uomo come tanti, che si è trovato a indossare una divisa per combattere una lunga guerra in nome del suo Paese. Il conflitto fratricida che lo ha coinvolto ha rischiato di cancellare le ultime tracce di umanità in lui, trasformandolo in una fredda macchina per uccidere. Soldato tutto d’un pezzo, che non si fa troppi problemi a uccidere per la causa, Kurjak cambia opinione quando scopre che, dietro a molte guerre, ci sono, in realtà, i Maestri della Notte. Inizia così ad aiutare Harlan nella sua crociata contro i vampiri per vendicare i commilitoni caduti vittime dei non-morti. Il suo rapporto con Tesla oscilla tra l’irritazione (la vampira è molto più forte di qualsiasi uomo e non manca di farlo notare al suo amico soldato salvandogli più volte la vita!) e un rapporto di profonda amicizia che è sfociato in innamoramento. Adesso Kurjak sa quali sono i veri nemici che vale la pena combattere! Insieme a Harlan e a Tesla, Kurjak vuole liberare la Terra dalla piaga dei Maestri della Notte con l’unico metodo che conosce: la violenza!

Dampyr, il teaser poster

Spettacolo: Per te