Addio a Wolfgang Petersen, il regista di “Troy” e “La storia infinita” aveva 81 anni

Cinema
©Ansa

Il cineasta tedesco è morto il 12 agosto nella sua casa di Los Angeles accanto alla moglie. Aveva un cancro al pancreas. Nella sua carriera ha raggiunto il successo nel 1983 con due nomination all'Oscar per “U-Boot 96”, ambientato in un sottomarino durante la Seconda guerra mondiale. È sbarcato a Hollywood con “The Neverending Story”, poi ha diretto film come il kolossal ispirato da Omero e ancora "In the line of fire", “Alert" e "Air Force One"

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

Il regista tedesco Wolfgang Petersen, noto in particolare per i suoi film Troy e La storia infinita e per aver diretto star mondiali come Clint Eastwood, George Clooney, Harrison Ford o ancora Brad Pitt, è morto di cancro al pancreas, il 12 agosto, all'età di 81 anni. L'autore, che ha avuto successo nel 1983 con due nomination all'Oscar per U-Boot 96, un thriller la cui trama si svolge a bordo di un sottomarino durante la Seconda guerra mondiale, è morto nella sua casa di Los Angeles accanto alla moglie, ha detto un portavoce. 

La carriera

vedi anche

Eric Bana oggi, che fine ha fatto l'attore di Troy e Hulk

Nel 1984 ha diretto il suo primo film in inglese, The Neverending Story, un adattamento di un successo di letteratura per bambini che racconta le avventure di un ragazzino che ruba un romanzo da una libreria, prima di essere catapultato nella storia del libro. Ha poi diretto film d’azione e catastrofici, tra cui In the line of fire, con Clint Eastwood e John Malkovich, e Alert, che racconta la lotta delle autorità americane contro un virus, con Dustin Hoffmann.

Il ricordo di Glenn Close

L'attrice Glenn Close, che ha recitato al fianco di Harrison Ford in Air Force One, ha dichiarato all'AFP che la regia di Wolfgang Petersen "rimane un ricordo speciale". "Anche se la sceneggiatura era elettrizzante e incredibilmente intensa, ricordo molte risate, specialmente durante le scene attorno all'enorme tavolo nella War Room", ha detto. "Il mio ricordo è quello di un uomo pieno di gioia di vivere che ha fatto quello che gli piaceva di piu'", ha detto ancora l'attrice.

Spettacolo: Per te