Sulle Nuvole, Tommaso Paradiso racconta il suo film. VIDEO

Cinema

Denise Negri

L'esordio dietro la macchina da presa di Tommaso Paradiso è nel segno dell'amore e della musica. Mentre firma anche le canzoni del film, in sala per tre giorni dal 26 aprile, l'artista romano racconta, quanto ha imparato di un mestiere che lo ha portato a mettersi in gioco, regalandogli nuovi stimoli e creatività. In attesa del "Tommy Summer Tour 2022"

C'è chi sulle nuvole ci vive sempre, come ammette Tommaso Paradiso.

C'è chi invece ci sale ogni tanto, di certo quando è innamorato.

Si intitola appunto “Sulle Nuvole” il film, il primo, da regista, del cantautore romano che ha trasferito al cinema le sue emozioni, le sue vertigini e quello che gli fa battere il cuore, senza però raccontare una storia autobiografica.

Nic, (Marco Cocci), è un musicista in declino, divorato dai sensi di colpa e da mille paure. Franca (Barbara Ronchi) è la sua ex fidanzata, che dopo di lui si è fatta una vita, una famiglia, una carriera.

Il loro, nuovo incontro, porterà a rivedere equilibri e rivivere emozioni mai dimenticate.

Ecco che cosa ci hanno raccontato i protagonisti

TOMMASO PARADISO, LA REGIA E LE EMOZIONI

approfondimento

Tommaso Paradiso, tutte le date del Summer Tour

 

“Credo molto e da sempre nelle relazioni umane, sono una persona che ha tentato e che continua a tentare di stabilire rapporti umani importanti e profondi. Mi piace avere a che fare con le persone, conoscere gente nuova, il carattere degli altri. Non riuscirei mai a bastare a me stesso, diciamo. Sono uno che per carattere tende a relazionarsi molto perché trovo che questo sia un modo bello per arricchirsi emotivamente e arricchire la propria esistenza”.

“La regia è stata un’esperienza incredibile e stimolante e se mi dovessi chiedere se lo rifarei, ti direi senza esitazione di sì. Staccandomi per qualche tempo dalla musica, in verità mi ha anche aiutato ad avere più creatività e più slancio nello scrivere le canzoni successive. La regia è un’operazione estremamente complicata e piena di responsabilità, a volte mi sarebbe piaciuto poter delegare più cose! Però scherzi a parte, ora ho capito meglio quanto sia complicato fare un film”.

 

BARBARA RONCHI E’ FRANCESCA DETTA FRANCA

 

“Io credo che tutti noi viviamo l’amore in maniera diversa in base ai momenti della vita in cui ci capita di “incontrarlo”. Il mio personaggio ad esempio vive con Nic, il personaggio di Marco, due momenti ben distinti di innamoramento con quest’uomo: uno quando ha circa 25 anni, uno quando ne ha 40. Quando hai 25 anni è tutto più stimolante, non pensi a nulla perché non hai mai avuto cadute, mentre a 40 anni è diverso, perché a quell’età hai paura perché tu da lì ci sei già passata, sei caduta e ti sei fatta anche male.”

 

MARCO COCCI E’ NIC

 

“Nic è un uomo contorto e con evidenti paure e blocchi. Non so se direi che il suo più grande nemico sia sé stesso, anche se sicuramente ha avuto occasione di capire che è capace di rovinare tutto. Direi però che la sua paura più grande, incontrando nuovamente Franca, è la consapevolezza di non meritarsela. E’ entrato a gamba tesa di nuovo nella vita di questa donna e rimane in punta di piedi fino a quando è lei che in qualche modo gli dà la possibilità di prendersi “un pezzettino” della sua vita. Nic è consapevole che Franca sia troppo per lui”.

Spettacolo: Per te