Processo Amber Heard, parla la sorella di Depp Christi Dembrowski e si commuove

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty

L'attore si è emozionato quando la sua sorella maggiore è arrivata al banco dei testimoni. Anche lei ha pianto quando ha raccontato della loro madre violenta, che lo derideva e lo soprannominava "One Eye” per via di una benda a causa di un occhio pigro. Ha raccontato di come l'ex moglie lo avrebbe chiamato "vecchio, grassone" quando Dior gli ha offerto un lavoro come testimonial

Johnny Depp si è commosso quando Christi Dembrowski, sua sorella maggiore, è arrivata al banco dei testimoni per testimoniare al processo indetto dal fratello contro l'ex moglie, accusata di diffamazione nei suoi confronti. Anche la donna, la sorella, si è commossa, piangendo al banco dei testimoni.

L'attore si è emozionato quando Christi ha raccontato della loro madre, una donna violenta che lo derideva chiamandolo con il soprannome crudele di "One Eye”. “Aveva alcuni soprannomi, alcuni da non ripetere", ha detto Dembrowski. “One Eye (Un occhio) era il suo preferito. Perché, quando Johnny era giovane, i dottori pensavano che avesse un occhio pigro, così gli hanno applicato una benda sull'occhio buono per rafforzare l'altro occhio”.

Oltre a parlare della loro infanzia, la donna ha raccontato di come l'ex moglie lo abbia chiamato "vecchio, grassone" quando Dior gli ha offerto un lavoro come testimonial.

La sorella di Johnny Depp ha preso posizione al processo, prendendo le parti del divo.

La sorella al processo

approfondimento

Johnny Depp contro Amber Heard, al via il processo in Virginia

Christi Dembrowski, 61 anni, è stata chiamata martedì 12 aprile dal team di legali di Depp per testimoniare. Ha rievocato di fronte alla giuria la loro infanzia a Lexington, nel Kentucky, parlando della madre violenta, Betty Sue Palmer, e del padre "pacifico" John Christopher Depp.

«Il padre era un uomo gentile, paziente, affettuoso, gentile. Nostra madre era l'opposto, molto nervosa, ansiosa, arrabbiata", ha detto Christi Dembrowski, aggiungendo che i loro genitori erano "due personalità completamente diverse".

Mentre lei parlava, Depp guardava spesso a terra: sembrava essere profondamente commosso mentre sua sorella raccontava la loro infanzia insieme.

La presunta offesa di Amber Heard nei confronti di Depp

approfondimento

Johnny Depp e Amber Heard, al via un nuovo processo per diffamazione

Alla domanda se ci fossero state occasioni in cui Heard non si era comportata in maniera gentile nei confronti del marito, Dembrowski ha raccontato un episodio a cui lei stessa ha assistito.

Erano tutti e tre nell'ufficio di Johnny quando Christian Dior ha chiamato per proporre all'attore di diventare testimonial della Maison. Appena appresa la notizia, “Johnny ha detto ad Amber che erano interessati a lui”, spiega la sorella di Depp.
“La sua reazione è stata incredula, con una sorta di disgusto: perché, ha detto, Dior? Perché Dior dovrebbe voler fare affari con te? Riguarda la classe e lo stile e tu non hai stile. È stato offensivo, un po' come togliere [magia a] quel momento. Quell'insulto c'è stato”, ha dichiarato Christi Dembrowski.

“Un uomo vecchio e grasso", avrebbe detto lei

approfondimento

Johnny Depp: i personaggi più famosi interpretati dall'attore. FOTO

Alla domanda degli avvocati su cosa avrebbe detto Amber Heard sull’aspetto fisico dell’allora marito, Dembrowski ha affermato che lei lo avrebbe chiamato "un uomo vecchio e grasso”, come riporta Kayla Brantley del Daily Mail.

Dembrowski, come lei stessa ha ammesso, sta lavorando ancora a stretto contatto con il fratello, di cui in passato è stata chiamata "manager personale".

I racconti di violenza da parte della madre

Christi Dembrowski ha raccontato episodi di violenza vissuti in famiglia durante l'infanzia. "La mamma urlava, gli urlava contro, lo picchiava, lo insultava, quel genere di cose", ha raccontato alla giuria, riferendosi al fatto che sua madre fosse violenta con suo marito, il padre dei fratelli Depp.

Alla domanda se suo padre avesse mai usato violenza contro sua moglie, Christi ha risposto: "No, papà non ha mai reagito quando la mamma lo ha picchiato o gli ha urlato contro. […] Fondamentalmente la lasciava urlare, per farla sfogare e farla finita. […] ha sempre cercato di mantenere la pace”.

Lo stesso trattamento che la madre riservava al padre era quello per lei e i suoi fratelli e sorelle. Alla domanda dei legali relativa a come i figli venissero trattati, la donna ha risposto: “Allo stesso modo, nel modo in cui ha trattato papà. Urlava, urlava, picchiava, lanciava cose, ci insultava. Ognuno di noi aveva il proprio set di soprannomi. […] Alcuni che non vorremmo ripetere. Il mio nome era Violetta. Violet era la madre di mio padre e mia madre odiava la madre di mio padre", ha detto.

Betty Sue e John Depp divorziarono nel 1978, quando Johnny aveva 15 anni e Christi 18. Forse è stato questo difficile scenario familiare a portare Depp a iniziare a fare uso di droghe a soli 11 anni, come riporta il Daily Mail.

“Betty è morta di cancro nel 2016 all'età di 81 anni. Depp si è fatto tatuare il nome di sua madre sul braccio sinistro nel 1988. Dopo aver ricevuto il suo primo stipendio a Hollywood, Depp le comprò una piccola fattoria nel Kentucky. Le strofinava i piedi dopo lunghe giornate a fare la cameriera. John Depp era il secondo marito di Betty. Si è sposata altre due volte dopo il divorzio, l'ultima con Bob Palmer, morto nel 2000. Johnny ha descritto Bob come una ‘ispirazione’. John ‘Jack’ Depp è stato assente per gran parte dell'infanzia di Depp e Dembrowski. È ancora vivo, ha 84 anni”, scrive il Daily Mail.

Al funerale di Betty, Johnny Depp ha descritto sua madre come "l'essere umano più cattivo che abbia mai incontrato in vita mia". In un'intervista del 2018 con Rolling Stone l'ha anche definita una "pu**ana su ruote". Ma ha anche ammesso che "l'adorava" e che era "divertente".

«Ci ​​picchiava, lanciava oggetti, andava a staccare un ramo da un albero, con quello ci colpiva. Uno che era bello e verde. Se non fosse stato un bel ramoscello verde, si sarebbe spezzato», ha dichiarato Christi Dembrowski al processo.

Alla domanda se Johnny avesse mai reagito quando la madre lo picchiava, la sorella ha risposto così: “Era un tipico ragazzino, quando veniva ferito piangeva. La maggior parte delle volte voleva solo allontanarsi da lei”, ha detto Dembrowski, aggiungendo che lui non avrebbe mai risposto a sua madre. "Quando era più grande, anche se lei colpiva o lanciava cose, lui […] lasciava la zona, se ne andava nella sua stanza”, ha dichiarato Dembrowski, per sottolineare come il fratello non fosse solito reagire a provocazioni violente.

Spettacolo: Per te