"La Padrina - Parigi ha una nuova regina", trailer italiano del film con Isabelle Huppert

Cinema

Camilla Sernagiotto

È uscito il video ufficiale in italiano che anticipa ciò che vedremo nel nuovo film diretto da Jean-Paul Salomé con protagonista la diva francese. Questo attesissimo adattamento del romanzo “La Daronne” di Hannelore Cayre (edito in Italia dalla casa editrice milanese Le Assassine con il titolo “La bugiarda”) uscirà nelle sale italiane il 14 ottobre. Un'inedita Huppert che da interprete franco-araba specializzata in intercettazioni telefoniche per la squadra narcotici diventerà lei stessa una narcotrafficante

È uscito il trailer ufficiale italiano del film "La Padrina - Parigi ha una nuova regina", la pellicola diretta da Jean-Paul Salomé con Isabelle Huppert protagonista.
Chi meglio di lei poteva essere la regina di Parigi messa a titolo? Domanda retorica poiché la risposta è nessuno. Nessuna.

La divina Isabelle Huppert è infatti una delle attrici francesi più famose della storia del grande schermo. E primeggia non solo nell'ambito delle interpreti sue connazionali: si tratta di una delle attrici più premiate della settima arte, apparsa in oltre cento film e produzioni televisive dal suo esordio, avvenuto nel lontano 1971.

Questa sua nuova interpretazione si aggiunge alla ricca galleria di personaggi che nel corso della sua rosea carriera ha interpretato.  

In questo film vedremo Isabelle Huppert vestire i panni di Patience Portefeux, una donna che lavora come interprete franco-araba con specializzazione in intercettazioni telefoniche per la squadra narcotici.
Ma casualmente si ritroverà a dirigere lei stessa un traffico di droga, dopo averne intercettato i dettagli. Della serie, l'occasione fa l'uomo ladro. E la donna, anche...
Patience diventerà la protagonista di un giro di droga grossissimo, iniziando a esercitare il suo potere con l'eloquente pseudonimo de “La Padrina”.

"La Padrina - Parigi ha una nuova regina" uscirà nelle sale italiane a partire dal 14 ottobre, da noi distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.
La pellicola è tratta dal romanzo “La Daronne” di Hannelore Cayre, edito in Italia dalla casa editrice milanese Le Assassine con il titolo “La bugiarda” (tradotto in italiano da Tiziana Prina).


Potete guardare il trailer ufficiale italiano del film "La Padrina - Parigi ha una nuova regina" nel video che trovate in alto, in testa a questo articolo.

Il bestseller da cui è tratto il film

approfondimento

Festival di Cannes, una Masterclass con Isabelle Huppert. FOTO

“La Daronne” di Hannelore Cayre, edito in Italia con il titolo “La bugiarda” (casa editrice Le Assassine, traduzione di Tiziana Prina) è un bestseller che è stato insignito del Grand prix de la littérature policière 2017; del Prix du polar européen 2017; del Prix des Lecteurs – Festival du Polar Vileneuve-lès-Avignon 2017; del Barry Award 2020 negli USA (negli States è edito con con il titolo "The Godmother", con chiaro richiamo al film The Godfather e conseguente titolo della pellicola con la Huppert, "La Padrina" appunto); del Crime Fiction In Translation Dagger 2020 in Gran Bretagna (anche qui con il titolo The Godmother) e del Deutscher Krimipreis – International 2019 (il libro si è classificato al primo posto). Nel gennaio 2020 era in cima alle classifica dei bestseller di genere crime sia di Deutschlandfunk sia di Frankfurter Allgemeine Zeitung, quindi stiamo parlando di un romanzo che incontra ampiamente i gusti del pubblico di oggi.

Ricordiamo che un film dal titolo simile, ossia “La padrina”, uscì nel 1973 diretto da Giuseppe Vari (accreditato con lo pseudonimo "Al Pisani”, rimanendo in tema mafia. Per Al Capone, si intende). Si trattava di una pellicola in cui un boss mafioso di New York veniva assassinato ma che, prima di spirare, riusciva a pronunciare alla moglie Donna Costanza il nome del mandante: "Giarratana da Palermo”, un potente politico italiano di cui la donna (interpretata da Lydia Alfonsi) decideva di andare a vendicarsi, volando a Palermo.

La trama

approfondimento

Venezia 78, la recensione di Les Promesses con Isabelle Huppert

"La Padrina - Parigi ha una nuova regina" racconta di Patience (Isabelle Huppert), una donna che lavora come traduttrice specializzata nelle intercettazioni telefoniche per conto della squadra antidroga.
Frustrata dal suo lavoro, che reputa pagato male, è estremamente annoiata poiché intercettare tutto il giorno telefonate non conferisce certo una sferzata di energia. Un colpo di scena notevole la sveglierà però dal torpore: durante un'intercettazione scoprirà di un traffico a cui pasrtecipa il figlio di una donna a cui lei è particolarmente affezionata. Deciderà di non farne parola con la polizia e azzarderà addirittura a intrufolarsi nella rete di traffico di droga al fine di proteggere il ragazzo. Ma quando si ritroverà un carico di droga enorme tra le mani, non riuscirà a resistere alla tentazione di dare una svolta alla sua vita... Diventerà così La Padrina, con questo nome incomincia a farsi chiamare nel giro della malavita, una “trafficante all’ingrosso”. Senza smettere, nel frattempo, di lavorare per la squadra antidroga... Un doppio gioco che incorona Isabelle Huppert a vera regina. Del cinema action-comedy, senz’altro.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.