Il caso Minamata, il nuovo film Sky Original con Johnny Depp

Cinema

L’attore americano è il protagonista del film diretto da Andrew Levitas in cui si racconta la storia di un fotoreporter della rivista Life Eugene Smith che all’inizio degli anni 70 riuscì a documentare le conseguenze dell’avvelenamento da mercurio nel villaggio giapponese di Minamata. La pellicola è in onda su Sky Cinema Uno venerdì 17 settembre alle 21.15, in streaming su NOW e disponibile on demand

approfondimento

Johnny Depp a Roma ospite di Alice nella Città

Arriva in prima tv su Sky Cinema Uno venerdì 17 settembre alle 21.15, in streaming su NOW (disponibile anche on demand) il film “Il caso Minamata ” in cui spicca la magistrale interpretazione di Johnny Depp che qui veste i panni del fotoreporter della rivista Life, Eugene Smith che all’inizio degli anni 70 riuscì a documentare le conseguenze dell’avvelenamento da mercurio nel villaggio giapponese di Minamata, con uno dei reportage più riusciti della sua carriera e più famosi della storia del giornalismo. Tratto da una storia vera raccontata in un libro scritto dallo stesso fotografo Smith e da sua moglie,, il cast include accanto allo stesso Depp, anche Hiroyuki Sanada, Minami Hinase, Bill Nighy, Jun Kunimura e Tadanobu Asano.

La trama

approfondimento

Festival di Venezia, Lovely Boy: la recensione del film Sky Original

New York, 1971. Il celebre fotoreporter W. Eugene Smith (Johnny Depp) è ormai l’ombra di sé stesso. Alcolizzato, in polemica con il mondo dell’informazione e senza più alcun rapporto con i figli vive in solitudine e rifiuta di lavorare. Ma un incarico da parte del direttore della rivista Life Robert Hayes, (Bill Nighy), lo porta nella città costiera giapponese di Minamata, devastata dall'avvelenamento da mercurio, risultato di decenni di inquinamento industriale da parte della Chisso Corporation, un’importante azienda chimica giapponese.  Lì Smith entra in contatto con la comunità di pescatori del villaggio e, armato della sua macchina fotografica, documenta i loro sforzi per convivere con la grave malattia causata dall’avvelenamento da mercurio (chiamata proprio “malattia di Minamata”) e la loro appassionata campagna per ottenere un risarcimento da parte della Chisso e dal governo giapponese. Le immagini di Smith dal villaggio avvelenato danno al disastro una dimensione umana straziante e il suo incarico iniziale si trasforma in un'esperienza gli cambierà la vita. 

Una storia vera

Eugene Smith, fotoreporter celebre per i suoi servizi sulla Seconda Guerra Mondiale, si trasferì nel villaggio di pescatori di Minamata con la moglie, Aileen Mioko Smith, nel 1971, e ci rimase fino al 1973. Lo scopo era quello di creare un reportage sugli effetti a lungo termine del cosiddetto morbo di Minamata, dovuto allo sversamento di mercurio nelle falde acquifere da parte dell’azienda chimica Chisso. Nel 1972, Smith fu violentemente assalito da dipendenti della Chisso nei dintorni di Tokyo. Sopravvisse, ma con la vista danneggiata in un occhio. Sua moglie proseguì il lavoro durante la sua convalescenza.

 

IL CASO MINAMATA - in prima tv su Sky Cinema Uno venerdì 17 settembre alle 21.15, in streaming su NOW e disponibile on demand. E grazie a extra i clienti Sky da più di tre anni e con Sky Cinema, lo vedranno prima di tutti on demand nella sezione extra.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.