Christopher Nolan, prossimo film sull’invenzione della bomba atomica e su Oppenheimer

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty

La prossima pellicola diretta dal celebre regista, reduce del successo di "Tenet", racconterà di come è stata inventata la bomba atomica nell'ambito del Progetto Manhattan. Secondo quanto riporta Deadline, il director britannico di capolavori come Memento, The Prestige, Inception e Interstellar si concentrerà sulla figura di J. Robert Oppenheimer, il fisico statunitense che inventò la bomba con conseguente crisi di coscienza per ciò che ha fatto

Christopher Nolan starebbe lavorando al suo prossimo film che sarà incentrato sull'invenzione della bomba atomica.

A riportarlo è Deadline, aggiungendo qualche indiscrezione ulteriore (ma per ora si sa ancora poco) sulla trama dell'attesissima pellicola. Attesissima perché diretta da uno dei registi più talentuosi di oggi, ma attesissima anche perché un tema del genere di certo verrà sviluppato dal regista britannico in maniera molto interessante.

Colui a cui dobbiamo capolavori del calibro di Memento, The Prestige, Inception e Interstellar, giusto per citarne alcuni, e dell'ultimo suo successo acclamato da critica e pubblico, ossia Tenet uscito nel 2020, ci racconterà (forse) della bomba atomica, concentrandosi sulla figura di J. Robert Oppenheimer.

Quest'ultimo è il fisico statunitense i cui contributi nel campo della fisica moderna sono svariati. Tuttavia è diventato tristemente celebre per aver dato l'apporto principale alla costruzione atomica nell'ambito del Progetto Manhattan.
Quella di Oppenheimer è una figura molto interessante da raccontare sul grande schermo perché, dopo l'invenzione della bomba atomica, è stato preda di rimorsi tali da diventare vittima di una vera e propria crisi di coscienza. Ciò che aveva fatto lo portò a un senso di colpa devastante, tale da indurlo a rifiutare di lavorare alla bomba all'idrogeno.


Davanti all'invenzione della bomba atomica, purtroppo per lui tutti gli altri contributi - quali l'effetto tunnel quantistico, la scoperta del positrone, la teoria sulle piogge di raggi cosmici e il collasso di grandi stelle causato dalla forza gravitazionale - sono passati in secondo piano. Dunque il nome di J. Robert Oppenheimer è legato indissolubilmente a Little Boy e Fat Man, rispettivamente la prima e la seconda bomba atomica, sganciate l'una il 6 agosto su Hiroshima e l'altra il 9 agosto su Nagasaki nell'anno 1945.

Impossibile non avere rimorsi di coscienza dopo aver visto cosa quelle due bombe hanno provocato.

Anche Cillian Murphy coinvolto nel progetto della bomba atomica

approfondimento

Cillian Murphy, non solo "Peaky Blinders": i film dell'attore. FOTO

Per adesso ci sono pochissime informazioni sulla pellicola dedicata alla creazione della bomba atomica.
Tra queste, una relativa al cast: pare che collaborerà con Nolan anche Cillian Murphy, l'attore irlandese già diretto dal regista britannico in Inception, Dunkirk e nella trilogia sul Cavaliere Oscuro.

Classe 1976, Cillian Murphy ha esordito sul grande schermo - dopo un debutto nel mondo dello spettacolo come musicista - partecipando alla fine degli anni Novanta a film indipendenti irlandesi.
Il successo è arrivato con film di risonanza internazionale come 28 giorni dopo, Ritorno a Cold Mountain, Intermission, Red Eye e Sunshine.
La fama definitiva la deve però all'interpretazione del villain Spaventapasseri nella Trilogia del cavaliere oscuro di Christopher Nolan.

Ricordiamo anche che Murphy ha riscosso molto successo pure sul piccolo schermo, in particolare nel ruolo di Thomas Shelby nella serie TV Peaky Blinders (interpretazione grazie alla quale ha vinto il primo premio per la miglior interpretazione drammatica al NTAs 2020).
Per avere interpretato il personaggio di Patrick Braden nel film Breakfast on Pluto, ha ricevuto una candidatura al Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale nel 2006.
Ma comunque il suo successo è indissolubilmente legato al nome di Christopher Nolan, anche grazie al ruolo di Robert Michael Fischer nel film Inception.

Christopher Nolan dice addio alla Warner Bros.

approfondimento

Christopher Nolan contro programma di uscite Warner Bros su HBO Max

Il regista di Tenet sta facendo parlare di sé non soltanto per la notizia relativa alla sua prossima pellicola inerente all'invenzione della bomba atomica e sul ruolo di Oppenheimer all'interno del progetto passato alla storia come Progetto Manhattan che ha cambiato le sorti della Seconda Guerra Mondiale.

L'altra informazione riportata da Deadline riguardo a Nolan è quella per cui pare che il regista si sia separato definitivamente dalla Warner Bros.
Questa decisione sarebbe la conseguenza del contrasto tra il regista e la casa di produzione poiché quest'ultima ha scelto di distribuire i film destinati al cinema sia nelle sale cinematografiche sia su HBO Max.

Ma Christopher Nolan non avrà di certo problemi a trovare una nuova casa di produzione interessata a produrre la sua nuova pellicola sulla bomba atomica. Data la fama di lui, parecchi Studios stanno infatti già sgomitando pur di avere tra le prossime uscite il suo film su Oppenheimer.

Un rumor vorrebbe anche Netflix interessata a Christopher Nolan, un nome che ben si inserirebbe nelle proposte di qualità della piattaforma streaming (che fino a ora ha prodotto grandi registi del calibro di David Fincher e Martin Scorsese).

Il Progetto Manhattan e l'invenzione della bomba atomica

approfondimento

75 anni fa Hiroshima: da Kubrick a Kurosawa 7 film sulla bomba atomica

È passato alla storia come Progetto Manhattan ed era la denominazione data a un programma di ricerca e sviluppo militare che sfociò nella realizzazione delle prime bombe atomiche durante la seconda guerra mondiale.
È stato condotto dagli Stati Uniti con il sostegno di Regno Unito e Canada.

Furono quattro le bombe atomiche fabbricate nell'ambito del Progetto Manhattan.
I congegni vennero sviluppati principalmente al Los Alamos National Laboratory e allestiti durante la primavera del 1945. I disegni originali sono secretati ma ci sono molte informazioni relative ai principali componenti costitutivi degli ordigni.

La prima bomba realizzata (chiamata con il nome in codice di "The Gadget", in italiano "l'arnese") era un prototipo e venne fatta esplodere nel primo test nucleare (il "Trinity") nel deserto del New Mexico, presso Jornada del Muerto.

La seconda bomba costruita, la Mk.1 (nome in codice "Little Boy", in italiano "ragazzino"), è stata la prima arma nucleare della storia a essere utilizzata in un conflitto. È tristemente celebre per essere la bomba sganciata su Hiroshima durante gli ultimi giorni della seconda guerra mondiale. Era il 6 agosto del 1945.

Tre giorni dopo toccò a Fat Man, sganciata su Nagasaki. La terza bomba approntata era la Model 1561 (Mk.2) dal criptonimo di "Fat Man" (in italiano "uomo grasso"). Esattamente come Little Boy, anche questa ha trovato un'applicazione militare come secondo e ultimo ordigno nucleare mai adoperato in combattimento.
Questa bomba sganciata su Nagasaki pose termine al secondo conflitto mondiale, data la resa del Giappone dopo le due devastanti esplosioni degli ordini atomici.

Non ci sono dettagli e relativi alla quarta bomba tuttavia Leslie Groves (generale statunitense, responsabile militare del Progetto Manhattan) e Oppenheimer avevano avvisato il Dipartimento della Guerra statunitense che per il 12 agosto 1945, esattamente tre giorni dopo l'ultimo sganciamento di Fat Man su Nagasaki, avrebbero avuto la disponibilità di un ulteriore nocciolo di plutonio con cui poter predisporre un'altra bomba. Fortunatamente ciò non accadde.

Le "coincidenze" tra Twin Peaks e la storia della bomba atomica

approfondimento

Memento: Guy Pearce ricorda il suo personaggio nel film cult di Nolan

Benché non riguardi Christopher Nolan, non possiamo esimerci dal ricordare la scoperta che proprio noi di Sky TG 24 abbiamo fatto: la scoperta di stranissime coincidenze tra la serie televisiva diretta da David Lynch, Twin Peaks, e la storia della bomba atomica.

Il capolavoro targato Mike Frost e David Lynch sembra infatti nascondere un ennesimo mistero di cui mai si era parlato: i cognomi di ciascun personaggio citano figure storiche legate al Progetto Manhattan e alla bomba atomica.

Dallo Sceriffo Harry S. Truman, omonimo del Presidente che ordinò di sganciare le due bombe sul Giappone, a Laura Palmenr il cui cognome ricorda quello di Ray Palmer (personaggio dei fumetti della DC Comics nato negli anni Sessanta che si trasforma nel Supereroe Atomo. E quando Ray Palmer non veste i panni supereroici, è un professore di fisica della Ivy University di Ivy Town, città fittizia del New England, specializzato in compressione della materia...) fino a Ronette Pulaski che si chiama come il sottomarino americano a propulsione nucleare, il 17 maggio del 2016 abbiamo pubblicato l'articolo "Twin Peaks: la serie-bomba è una citazione dell’atomica?" (CHE POTETE LEGGERE QUI).

Un articolo in cui passiamo al setaccio tutte quante le strane coincidenze tra la serie e l'atomica. E notare bene la data: quell'articolo precede la messa in onda della nuova serie revival prodotta per Showtime, uscita nel 2017. Serie che in qualche modo conferma la nostra tesi: la bomba atomica con Twin Peaks c'entra eccome...

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.