Festival di Venezia, Leone d’oro a "L’Événement". Gran premio della Giuria a Sorrentino

©Getty

Vince il film di Audrey Diwan su un aborto clandestino nella Francia del 1960. L’Italia c’è con tre premi: “E’ stata la mano di Dio” si aggiudica il Leone d’argento – Gran premio della Giuria e il premio Marcello Mastroianni per il giovane protagonista Filippo Scotti, “Il buco” di Michelangelo Frammartino vince  il premio speciale della Giuria. Coppa Volpi a Penelope Cruz e John Arcilla, Leone d’argento miglior regia a Jane Campion per “The power of the dog”, miglior sceneggiatura a “The Lost Daughter"

1 nuovo post

Il Leone d'oro della 78esima edizione del festival (QUI LE FOTO DEI VINCITORI) va a “L'événement" di Audrey Diwan, cronaca di un aborto clandestino nella Francia degli anni Sessanta: per la seconda volta consecutiva vince a Venezia una regista donna, dopo il premio del 2020 andato a Chloe Zhao per "Nomadland". Tre premi per l'Italia: Paolo Sorrentino conquista il Leone d'argento - Gran premio della giuria con "È stata la mano di Dio". A Filippo Scotti, protagonista del film, il premio Marcello Mastroianni come miglior attore emergente. "Il buco" di Michelangelo Frammartino conquista il premio Speciale della Giuria. Leone d'argento per la miglior regia a Jane Campion per "The power of the dog", miglior sceneggiatura a Maggie Gyllenhaal per "The lost daughter". Coppa Volpi per il miglior attore a John Arcilla per "On the job: the missing 8" di Erik Matti, miglior attrice è Penelope Cruz per "Madres paralelas" di Pedro Almodovar. Al termine della cerimonia, il film di chiusura “Il bambino nascosto” di Roberto Andò (QUI L'INTERVISTA A SILVIO ORLANDO). 

I 5 film italiani in concorsoTUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE NOTIZIE SUL FESTIVAL DI VENEZIA NEL NOSTRO SPECIALE

- di Redazione Sky Tg24

Tutti i premi assegnati

Ecco tutti i premi della 78esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia:

  • LEONE D'ORO per il miglior film a L'ÉVÉNEMENT di Audrey Diwan (Francia) 
  • LEONE D'ARGENTO - Gran Premio della Giuria a È STATA LA MANO DI DIO di Paolo Sorrentino (Italia) 
  • LEONE D'ARGENTO - Premio per la migliore regia a Jane Campion per il film THE POWER OF THE DOG (Nuova Zelanda, Australia)
  • COPPA VOLPI per la migliore interpretazione femminile a Penélope Cruz nel film MADRES PARALELAS di Pedro Almodóvar (Spagna)
  • COPPA VOLPI per la migliore interpretazione maschile a John Arcilla nel film ON THE JOB: THE MISSING 8 di Erik Matti (Filippine) 
  • PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a Maggie Gyllenhaal per il film THE LOST DAUGHTER di Maggie Gyllenhaal (Grecia, USA, Regno Unito, Israele)
  • PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a IL BUCO di Michelangelo Frammartino (Italia, Francia, Germania) 
  • PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore emergente a: Filippo Scotti nel film È STATA LA MANO DI DIO di Paolo Sorrentino (Italia)

- di Daniele Troilo

L’emozione di Paolo Sorrentino

Nel ricevere il Gran Premio della giuria per “E' stata la mano di Dio”, Paolo Sorrentino, visibilmente emozionato, ha ringraziato il cast, la famiglia, "Maradona" e Servillo: "A chi mi dice, fai un altro film con Servillo, rispondo 'guardate dove sono arrivato facendo film con lui'". E ha parlato "di due scene che nel film non ci sono: un sogno che non ho fatto, un uomo alto 1,60 metri in un campo di calcio che vi ringrazia, Maradona. E poi, nel giorno del funerale dei miei genitori il preside mandò solo una rappresentanza di quattro compagni di classe. Ci rimasi male. Oggi c'è tutta la classe che siete voi".

Foto Getty

- di Daniele Troilo

Il film vincitore

A trionfare alla 78esima mostra del cinema di Venezia è un film tutto al femminile, cronaca di un aborto clandestino nella Francia degli anni Sessanta. Si tratta dunque del secondo Leone consecutivo vinto da una regista donna dopo quello per Chloé Zhao nel 2020 per “Nomadland"
- di Daniele Troilo

Il Leone d'oro va a “L'événement”!

E' il francese “L'événement” della regista Audrey Diwan, storia di un aborto clandestino nella Francia del 1960, a conquistare il Leone d'oro! E' questa la scelta della giuria presieduta da Bong Joon Ho e composta da Saverio Costanzo, Virginie Efira, Cynthia Erivo, Sarah Gadon, Alexander Nanau e Chloé Zhao.

- di Daniele Troilo

Terzo premio per l'Italia! A Sorrentino il Gran Premio della Giuria

Va a “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino il Leone d'argento – Gran premio della Giuria. Il regista conquista il premio con il suo film più intimo e autobiografico, una struggente e meravigliosa lettera d’amore nei confronti di Maradona, del cinema e della città di Napoli

- di Daniele Troilo

Il Leone d'argento per la miglior regia

Ed è la volta del Leone d’argento per la miglior regia! A vincerlo è il film di Jane Campion The power of the dog”, western psicologico firmato dalla regista di “Lezioni di piano”, con Benedict Cumberbatch, Kirsten Dunst

- di Daniele Troilo

La coppa Volpi per la miglior attrice

Va a Penelope Cruz la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile! In “Madres Paralelas” di Pedro Almodovar l’attrice spagnola ha convinto per intensità e profondità

- di Daniele Troilo

La Coppa Volpi per il miglior attore

Il premio va a John Arcilla per la sua interpretazione in "On the job: The missing 8" di Erik Matti (Filippine)
- di Daniele Troilo

Il premio per la miglior sceneggiatura

E il premio per la miglior sceneggiatura va a “The lost daughter”! La trasposizione sul grande schermo  il romanzo di Elena Ferrante “La figlia oscura”, diretto da Maggie Gyllenhaal, al suo esordio alla regia, ha convinto la giuria

- di Daniele Troilo

Italia ancora premiata con "Il buco"

L'Italia fa doppietta con "Il buco" di Michelangelo Frammartino, che riceve il Premio speciale della Giuria

- di Daniele Troilo

L'Italia c'è! Il premio Marcello Mastroianni va a Filippo Scotti

Il giovane protagonista di "E' stata la mano di Dio" di Paolo Sorrentino conquista il premio per il miglior attore emergente
- di Daniele Troilo

Il miglior film della sezione Orizzonti

E il premio per il miglior film della sezione Orizzonti è assegnato a "Pilgrims" di Laurynas Bareisa
- di Daniele Troilo

Il premio per la miglior regia (sezione Orizzonti)

"A plein temps" si aggiudica anche il premio per la miglior regia nella sezione Orizzonti
- di Daniele Troilo

Il premio speciale della giuria (sezione Orizzonti)

La giuria ha assegnato anche un premio speciale nella sezione Orizzonti: va al boliviano "El gran movimiento" di Kiro Russo
- di Daniele Troilo

Il premio per la miglior attrice (sezione Orizzonti)

Sempre nella sezione Orizzonti, il premio per la miglior attrice va a Laure Calamy per la sua interpretazione in "A plain temps"

- di Daniele Troilo

Il Premio per il miglior attore (sezione Orizzonti)

- di Daniele Troilo

Il premio per la miglior sceneggiatura (sezione Orizzonti)

Il riconoscimento va a Peter Kerekes e Ivan Ostrochovsky

- di Daniele Troilo

Il premio per il miglior cortometraggio (sezione Orizzonti)

La giuria ha premiato il cileno "Los huesos" di Cristobal Leon e Joaquin Cociña
- di Daniele Troilo

Il premio per la miglior opera prima

La giuria ha assegnato a "Imaculat" di Monica Stan e George Chiper-Lillemark il premio Leone del futuro Luigi De Laurentiisper la miglior opera prima
- di Daniele Troilo

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.