Nosferatu, Anya Taylor-Joy protagonista del remake del mitico film di Murnau

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty

L'attrice candidata ai Golden Globe per la sua interpretazione nel film "Emma" e premiatissima (Golden Globe, Critics' Choice Awards etc.) per il suo ruolo nella miniserie Netflix "La regina degli scacchi" reciterà nel revival del famoso film muto. Il remake vede dietro la cinepresa Robert Eggers, regista da cui l'attrice è stata già diretta (nel film The Witch del 2015 e anche nel thriller storico The Northman, in fase di post-produzione la cui uscita è prevista per il 8 aprile del 2022)

Anya Taylor-Joy sarà la protagonista del remake di "Nosferatu il vampiro", il celebre film muto diretto da Friedrich Wilhelm Murnau che venne proiettato per la prima volta il 4 marzo 1922 a Berlino.

L'attrice candidata ai Golden Globe per la sua interpretazione nel film "Emma" e poi premiatissima (il Golden Globe per la miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione; il Critics' Choice Awards per la miglior attrice protagonista in una serie limitata o film per la televisione; lo Screen Actors Guild Award per la migliore attrice in una miniserie o film per la televisione e il Satellite Award, tra gli altri) per il suo ruolo da protagonista della miniserie Netflix "La regina degli scacchi" verrà diretta dal regista Robert Eggers, con cui Anya Taylor-Joy ha già ampiamente lavorato.

Eggers l'ha diretta già nel 2015 in occasione di The Witch (stilizzato come The VVitch e sottotitolato nella versione italiana con "Vuoi ascoltare una favola?"), lungometraggio in cui lei interpreta la protagonista Thomasin, una ragazza che viene accusata di stregoneria dalla famiglia quando il figlio più piccolo scompare misteriosamente.

E nel 2021 i due hanno di nuovo collaborato sul set di The Northman, thriller attualmente in fase di post-produzione la cui uscita è prevista per l'8 aprile 2022 che vede Alexander Skarsgård nei panni del principe vichingo Amleto, figura leggendaria del romanticismo scandinavo che è stata ripresa da Shakespeare nella sua celebre tragedia.

Il remake di Nosferatu

approfondimento

Buon compleanno Anya Taylor-Joy, La regina degli scacchi. FOTO

Le riprese del remake di Nosferatu dovrebbero incominciare nel 2022, aggiungendosi all'agenda già assiepata di impegni di quella che, dopo il successo de La regina degli scacchi che l'ha vista calarsi nei panni della ragazza-prodigio Elizabeth "Beth" Harmon, è diventata a tutti gli effetti una diva.

Anya Taylor-Joy nel 2022 sarà sul set di Furiosa (il prequel di Mad Max in cui si calerà in una rappresentazione molto diversa da quella originale di Charlize Theron in Fury Road), poi reciterà nel thriller Laughter in the Dark (tratto dall'omonimo romanzo di Vladimir Nabokov), infine dovrebbe appunto essere sul set di Nosferatu.

Questo remake era stato annunciato nel 2015, eppure in sei anni non è mai stato prodotto. Speriamo che questa sia la volta buona...

Il regista Robert Eggers nel frattempo ha realizzato i film The Lighthouse (horror-thriller uscito nel 2019 con protagonisti Robert Pattinson e Willem Dafoe) ed è attualmente impegnato nella post-produzione del thriller storico The Northman, ambientato in Islanda nel decimo secolo e con Alexander Skarsgård nei panni del principe vichingo Amleto che cerca giustizia per l'assassinio di suo padre. Se vi suona abbastanza familiare, è perché la figura leggendaria di questo principe che fa parte del romanticismo scandinavo è stata ripresa da Shakespeare.

The Northman vedrà nel cast la stessa Anya Taylor-Joy e tante altre star del calibro di Nicole Kidman, Björk (il film è ambientato in Islanda, quindi era d'uopo avere la cantante-attrice islandese per antonomasia tra gli attori), Ralph Ineson, Ethan Hawke e Willem Dafoe.

Nosferatu

approfondimento

Furiosa, al via lo spin-off di Mad Max: Anya Taylor-Joy protagonista

Nosferatu è il capolavoro cinematografico realizzato dal regista tedesco Friedrich Wilhelm Murnau nel 1922.
Questo film muto è considerato uno dei capisaldi del genere horror e del cinema espressionista.

Nosferatu il vampiro si ispira liberamente al romanzo  Dracula (1897) di Bram Stoker.
Murnau fu costretto a modificare il titolo, i nomi dei personaggi (il Conte Dracula è diventato il Conte Orlok, interpretato da Max Schreck) e i luoghi (da Londra si è passato a Wisborg) perché non deteneva i diritti legali dell'opera letteraria. Tuttavia quelle modifiche non lo tutelarono: Murnau venne comunque denunciato dagli eredi di Bram Stoker e perse la causa per violazione del diritto d'autore.

Fu condannato a distruggere tutte le copie del film. Ma per fortuna una di quelle venne salvata in gran segreto dal regista, così il suo capolavoro è potuto arrivare fino ai giorni nostri.

La Prana-Film G.m.b.H., la casa di produzione di Nosferatu, dichiarò bancarotta in seguito alla causa con gli eredi di Stoker perché fu obbligata a pagare il risarcimento per la causa sui diritti d'autore.

Altri remake

approfondimento

Mad Max: Furiosa, data e location delle riprese del prequel

Questo remake che verrà diretto da Robert Eggers non è il primo revival di Nosferatu.
Nel 1979 un altro famoso regista tedesco si cimentò con questo film: Werner Herzog, che girò "Nosferatu, il principe della notte" con Klaus Kinski nei panni del protagonista.

Nel 2000 è stato invece distribuito un film che racconta la realizzazione di Nosferatu, intitolato "L’ombra del Vampiro" con John Malkovich protagonista. Questa pellicola parte da alcune strane leggende legate allo sviluppo del Nosferatu di Murnau.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.