I film più belli di Anthony Hopkins, vincitore dell'Oscar con The Father

Cinema

Attore gigantesco, le sue interpretazioni hanno segnato gli ultimi quarant'anni di cinema: da The Elephant Man al Silenzio degli Innocenti, ecco le sue prove più memorabili

Hollywood non riesce ancora a fare a meno di Anthony Hopkins, vincitore per la seconda volta agli Oscar come  protagonista dello struggente e doloroso The Father. I modi compiti, la classe inimitabile, la magnifica voce dalla dizione impeccabile, esaltata dai dialoghi letterari dei film di James Ivory o Richard Attenborough, ne fanno uno degli esempi viventi di eleganza britannica. Ecco i film migliori della sua lunga e celebrata carriera.

The Elephant Man

approfondimento

Oscar 2021, la lista completa delle nomination

Il primo ruolo cinematografico importante di Hopkins arriva nel capolavoro di David Lynch che racconta la storia di John Merrick, uomo deforme sfruttato nell'Inghilterra di fine Ottocento come fenomeno da baraccone. Hopkins interpreta il ruolo del dottor Frederick Treves, una delle poche persone a trattare Merrick con umanità, curandolo e trovandogli un letto e un tetto al London Hospital.

84 Charing Cross Road

approfondimento

The Father vincitore di 2 Oscar: trama, cast e trailer del film

In questo bel film sentimentale del 1987 Hopkins interpreta un libraio di Londra che intrattiene una lunghissima relazione epistolare con una scrittrice americana (Anne Bancroft), condividendo con lei la passione per i libri e la letteratura, ma senza mai riuscire a incontrarla. Qui lo sentiamo recitare alcuni versi di Peter Yeats.

Il silenzio degli innocenti

approfondimento

"Il silenzio degli innocenti", dal romanzo agli Oscar: le 5 curiosità

Nel 1991 Hopkins vinse il suo unico Oscar nonostante un tempo di apparizione di soli sedici minuti, uno dei più bassi di sempre per un attore protagonista. Il silenzio degli innocenti è il film della sua definitiva affermazione planetaria, grazie anche a un personaggio indimenticabile come il dottor Hannibal Lecter e scene memorabili come questa, in cui racconta l'accoglienza che riservò a un funzionario del censimento.

Quel che resta del giorno

approfondimento

Buon compleanno Emma Thompson: le foto dell'attrice

Uno dei capolavori di James Ivory vede al centro della scena Hopkins nel ruolo di un maggiordomo dedito alla cura della grande villa in cui rimane impeccabile servitore dei tanti padroni che si alternano negli anni a cavallo della Seconda Guerra Mondiale, imponendosi di reprimere i propri sentimenti verso la governante Miss Kenton (Emma Thompson).

Nixon

Qualcosa di completamente diverso: nel 1995 Oliver Stone gli assegna la parte del controverso presidente USA caduto per lo scandalo Watergate, in una torrenziale opera di circa tre ore di durata in cui Nixon viene rappresentato in preda a dubbi, tormenti e inadeguatezze, tempestoso come un personaggio shakespeariano.

Amistad

approfondimento

I 10 migliori film di Steven Spielberg

Restiamo in America: sempre in tema di ex presidenti statunitensi, Hopkins interpreta John Quincy Adams nel drammone storico di Steven Spielberg che ricostruisce la vicenda della nave Amistad, su cui nel 1839 i prigionieri africani si ammutinarono ribellandosi ai commercianti schiavisti che li stavano trasportando in America.

Vi presento Joe Black

approfondimento

Gli attori di Hollywood invecchiati meglio. FOTO

Nel lungo e ambizioso film di Martin Brest in cui Brad Pitt interpreta niente meno che l'Angelo della Morte, Hopkins è un ricco e anziano magnate delle telecomunicazioni cui la Morte fa visita per portarlo con sé nel giorno del suo 65° compleanno, innamorandosi però di sua figlia (Claire Forlani).

Il caso Thomas Crawford

L'età avanzata non ha diminuito l'attività di Hopkins, qui in uno dei suoi ruoli meglio riusciti nel primo decennio del Duemila, in un ingegnoso thriller di Gregory Hoblit in cui interpreta un ingegnere aeronautico che escogita un piano diabolico per uccidere sua moglie e farla franca davanti alla legge (rappresentata da Ryan Gosling).

I due papi

Hopkins si era guadagnato la sua quinta candidatura all'Oscar l'anno scorso, come non protagonista de I due papi di Fernando Meirelles, in cui interpreta papa Benedetto XVI nelle settimane del passaggio di consegne con papa Francesco (Jonathan Pryce). 

The Father - Nulla è come sembra

Il film di Florian Zeller che vede Anthony Hopkins sul set al fianco di Olivia Colman regala a questo monumentale interprete il secondo, meritato premio Oscar. La storia è quella di una donna alle prese con il padre affetto da demenza senile, sempre meno in contatto con la realtà. La performance di Hopkins è indimenticabile.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.