Daniel Radcliffe e il difficile rapporto con Harry Potter: "Rivedermi mi imbarazza"

Cinema

L’attore si è raccontato durante una chiacchierata con Elijah Wood per “Empire”

Non è mai semplice per gli attori e attrici che hanno avuto un successo internazionale da bambini fare i conti con il proprio passato. Riuscire a lasciarsi alle spalle un dato personaggio, facendosi apprezzare dal pubblico per i propri nuovi progetti è una vera impresa. È il caso di Daniel Radcliffe, che per il mondo interno sarà sempre Harry Potter.

approfondimento

Harry Potter, ieri e oggi: com’è cambiato il cast

L’attore ha avuto modo di cimentarsi in una conversazione con Elijah Wood per “Empire”. Anche questi vanta un ruolo internazionalmente riconosciuto, che ha di fatto segnato la sua carriera. Si tratta di Frodo de “Il Signore degli Anelli”.

Radcliffe ha svelato quelli che sono i suoi sentimenti nei confronti del personaggio, del franchise delle pellicole realizzate. In un certo qual modo ha preso le distanze da quelle produzioni, ora che è un interprete ben diverso (non fosse altro che per l’esperienza accumulata negli anni): “Credo sia davvero difficile, per me, separare il mio rapporto con Harry e quello con i film nel loro insieme. Sono enormemente grato per quell’esperienza. Mi ha mostrato cosa voglio fare nella mia vita. Riuscire a capirlo a quell’età è una fortuna. Sono però profondamente imbarazzato per gran parte della mia recitazione. È qualcosa di ovvio, credo. È un po’ come guardarsi indietro, ai tempi dell’adolescenze”.

La carriera di Daniel Radcliffe

approfondimento

I migliori film da vedere in streaming a febbraio

Daniel Radcliffe vanta oggi una ricca carriera, colma di ruoli intriganti, tra televisione e cinema. È apparso chiaro, subito dopo l’uscita di “Harry Potter e i Doni della Morte – Parte 2”, come l’attore volesse cimentarsi in ruoli ben differenti da quelli destinati a essere inseriti in “film per famiglie”.

È il caso di “The Woman in Black”, horror diretto da James Watkins. È al fianco di James McAvoy nel dramma/horror “Victor – La storia segreta del dott. Frankenstein”. I suoi film più “folli” sono però senza dubbio “Swiss Army Man” e “Guns Akimbo”, che hanno mostrato un lato decisamente insolito di Radcliffe ai suoi fan di vecchia data. Sul fronte televisivo, invece, non si può non sottolineare il lavoro svolto sul set di “Appunti di un giovane medico”, drama che lo ha visto recitare al fianco di Jon Hamm. Attualmente è invece impegnato in “Miracle Workers”, serie TV antologica con Steve Buscemi.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.