Mago di Oz, arriva il remake del film: a dirigerlo la regista della serie tv Watchmen

Cinema

Camilla Sernagiotto

Nicole Kassell si occuperà della regia di questo nuovo adattamento del celebre romanzo di L. Frank Baum, attualmente in lavorazione e prodotto da New Line Cinema e Temple Hill

Fan di L. Frank Baum e del suo meraviglioso (di nome e di fatto) romanzo sul Mago di Oz, tenetevi forte perché sta per arrivare un nuovo adattamento cinematografico.

Secondo quanto riportato da Deadline, una nuova pellicola tratta dal romanzo (e dunque un remake del film del 1939 diretto da Victor Fleming con protagonista Judy Garland nei panni di Dorothy Gale) sarebbe in lavorazione. Si tratterà di un "nuovo fiocco" in casa New Line Cinema e Temple Hill, le case di produzione che stanno mettendo in cantiere questo nuovo progetto destinato al grande schermo e alla fruizione on demand.

 

A dirigerlo sarà Nicole Kassell, già regista della serie TV Watchmen e impegnata prossimamente anche in altri interessanti progetti che includono la regia del pilot della dark comedy di HBO The Baby.

L’entusiasmo della regista Nicole Kassell

approfondimento

FBI trova le scarpette rubate del Mago di Oz dopo 13 anni

Le parole entusiastiche della regista Nicole Kassell, riportate da MovieWeb, catapultano immediatamente nell’eccitazione che fa da contorno a questo progetto.

Sono incredibilmente onorata di unirmi a Temple Hill e New Line per portare questo amato classico sullo schermo. Sebbene il musical del 1939 faccia parte del mio DNA, sono euforica e onorata dalla responsabilità di reimmaginare un racconto così leggendario. L’opportunità di esaminare i temi originali – la ricerca di coraggio, amore, saggezza e casa – sembra più opportuna e urgente che mai. Queste sono scarpe profondamente iconiche da riempire e non vedo l’ora di ballare insieme a questi eroi della mia infanzia mentre pavimentiamo una strada di mattoni gialli appena costruita!”, ha dichiarato la Kassell.

Parole metaforiche che strizzano l’occhio chiaramente al soggetto, con le celebri scarpe rosse e quella yellow brick road che per Dorothy diventa un vero e proprio percorso di iniziazione, oltre che avventura on the road tra le più famose della storia letteraria e cinematografica.

Una nuova interpretazione inedita di Dorothy e del Mondo di Oz

approfondimento

Rebecca, arriva il remake del film di Hitchcock targato Netflix

Benché la storia narrata da L. Frank Baum nel suo Il meraviglioso mago di Oz del 1900 (la prima edizione italiana risale al 1944) sia stata trasposta sul grande e sul piccolo schermo moltissime volte, il film per eccellenza a cui si fa riferimento è quello del 1939, con Judy Garland diretta da Victor Fleming.

Tuttavia la casa di produzione New Line, come riporta il sito MovieWeb, ha rivelato che questa nuova versione cinematografica darà una nuova, inedita e originale interpretazione sia della celebre protagonista sia della Terra di Oz. Ma pare non mancheranno alcuni elementi ormai iconici della storia, come le scarpette rosse indossate dalla Garland e diventate un vero e proprio simbolo. Del resto, la regista stessa le ha citate nella sua prima dichiarazione, quindi come farle mancare all’appello? Impossibile ormai una Dorothy senza quelle calzature, entrate a pieno titolo nel mito.

La storia de Il meraviglioso mago di Oz

approfondimento

Judy Garland, le foto più belle dell'attrice iconica

Il meraviglioso mago di Oz (il titolo originale è The Wonderful Wizard of Oz) è un celebre romanzo di genere fantastico per ragazzi, scritto da L. Frank Baum e originariamente illustrato da W.W. Denslow.

 

Ha visto le stampe per la prima volta grazie alla casa editrice George M. Hill Company a Chicago, il 17 maggio 1900.

Narra le avventure di Dorothy, una bambina che assieme al suo inseparabile cagnolino Totò verrà catapultata in un mondo fantastico a causa di un terribile tornado che colpisce il Kansas in cui viveva assieme agli zii, dopo aver perso i genitori.
Questo mondo in cui la piccola e l’amico a quattro zampe arrivano è il magico Paese di Oz. Il resto è storia, non solo letteraria ma anche cinematografica.

I film ispirati a Il meraviglioso mago di Oz

approfondimento

L'abito di Lady Gaga è un omaggio a Judy Garland

Anche se si cita quasi sempre il capolavoro di Victor Fleming, il romanzo di Baum è stato portato sul grande schermo per ben undici volte negli anni.
La prima risale al 1908, con il film muto The Fairylogue and Radio-Plays. L’anno seguente è la volta de Il mago di Oz, cortometraggio basato su musical del 1902 prodotto dallo stesso autore del romanzo.

Nel 1914 sono usciti altri due film muti dedicati alla storia mentre del 1925 è il primo lungometraggio sonoro, con Oliver Hardy nella parte del Taglialegna di latta.
Il 1939 segna il successo cinematografico del romanzo: è Victor Fleming in persona (regista di Via col vento) a dirigerlo, con protagonista una Judy Garland in stato di grazia.

Nel 1972 è uscito Ritorno a Oz, film di animazione basato sul secondo libro di Baum, mentre sei anni dopo è arrivato The Wiz (The Wiz. I'm Magic), una rilettura della favola in chiave blaxploitation (con Diana Ross e Michael Jackson, tra gli altri, nel cast)

Nel 1985 è uscito l’altro celebre lungometraggio sul tema: Nel fantastico mondo di Oz, prodotto dalla Walt Disney Pictures come sequel del classico film del 1939 e candidato all'Oscar ai migliori effetti speciali. Si basa sul secondo e sul terzo romanzo della saga di L. Frank Baum, ossia Il meraviglioso paese di Oz e Ozma, regina di Oz.

Nel 2013 sono usciti due film sul mago di Oz: Il grande e potente Oz (Oz the Great and Powerful) che vorrebbe essere il prequel del romanzo di Baum, prodotto dalla Walt Disney Pictures e diretto da Sam Raimi, e il film di animazione Il magico mondo di Oz.

La regista Nicole Kassell

approfondimento

Emmy Awards 2020: 26 candidature per The Whatchmen

La Kassell ha recentemente vinto un Emmy e un premio DGA per la sua regia della serie TV Watchmen della HBO.

Il primo lungometraggio che ha diretto (e scritto) risale al 2004: si tratta di The Woodsman, presentato in anteprima al Sundance Film Festival di quell’anno.
Ha diretto anche le serie televisive The Leftovers, Vinyl e Claws.

I suoi prossimi progetti includono la regia del pilot della dark comedy di HBO, The Baby, come riporta Deadline.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.