Addio al regista cubano Enrique Pineda Barnet

Cinema
enrique-pineda-barnet

A seguito di una lunga malattia è morto ieri a L'Avana a 87 anni il regista Enrique Pineda Barnet, fondatore del Teatro Estudio, accademia di formazione di un gran numero di attori cubani, e conosciuto per la produzione di 12 film, fra cui "Giselle", sulla ballerina Alicia Alonso, "Soy Cuba" (1963), e "La bella de la Alhambra" (1989), vincitrice di un Premio Goya alla migliore pellicola straniera nel 1989, e selezionata come aspirante all'Oscar

Il regista cubano Enrique Pineda Barnet, regista del pluripremiato film "La bella del Alhambra" e con una lunga e prestigiosa carriera artistica, è morto all'Avana all'età di 87 anni, Ne danno notizia i media dell’isola caraibica

approfondimento

Barbara Shelley: addio all’iconica attrice dell’horror inglese

Pineda Barnet, nato nel 1933 si distinse per la versatilità che comprendeva la sua attività di scrittore, giornalista, sceneggiatore, attore, regista e regista di cortometraggi, lungometraggi, film sperimentali e documentari, nonché di insegnante. Il suo film di maggior successo è stato "La bella del Alhambra" - con un record al botteghino sull'isola dopo la sua prima nel 1989, ispirato a un romanzo che racconta la storia di Rachel, una giovane e ambiziosa showgirl del teatro "Alhambra", famosa in l'Avana mostra il circuito negli anni Venti del secolo scorso. Il film, catalogato dal suo regista come un melodramma musicale, ha ricevuto cinquanta premi nazionali e internazionali, tra cui il Premio Goya dell'Accademia delle Arti e delle Scienze Cinematografiche della Spagna e quelli dei festival San Juan Cinemafest a Puerto Rico e Latino de NY.

approfondimento

E' morta a 70 anni Daria Nicolodi, "musa" di Dario Argento

Dopo essere entrato a far parte dell'Istituto statale cubano di arte e industria cinematografica (ICAIC), Pineda Barnet aveva debuttato come regista con il film "Giselle" (1963), in cui ha raccolto la magistrale performance della ballerina cubana Alicia Alonso nell'omonimo balletto. Nello stesso anno esce il lungometraggio di finzione "Soy Cuba" e nel 1964 gira "Cosmorama", considerato un precursore del movimento di videoarte contemporanea. Quest'ultimo è considerato il primo corto sperimentale cubano e attualmente fa parte della collezione permanente del Museo del Centro Nazionale d'Arte Reina Sofía di Madrid. Nella sua filmografia ci sono una ventina di titoli, tra cui i nastri di finzione "Mella" (1976), "Quella lunga notte" (1979), "Los tres juanes" (2000), "La Anunciación (2009) e "Green-Green" (2012).

Il regista ha, inoltre, insegnato nelle università di Porto Rico, in Spagna, negli Stati Uniti e in altri paesi d'America, dove ha tenuto corsi di regia, recitazione e drammaturgia. A Cuba, è stato membro della Società Culturale Nuestro Tiempo, del gruppo Teatro Estudio e dell'Unione degli scrittori e degli artisti di Cuba (UNEAC), e apparteneva anche alla Società generale degli autori di Spagna (SGAE). EFE

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.