Sean Connery, l'omaggio di Sky Cinema: da "Gli Intoccabili" a "Scoprendo Forrester"

Cinema sky cinema

Paolo Nizza

Per rendere omaggio alla star scomparsa, oggi , alle ore 21.15 Sky Cinema Due propone " The Untouchables - Gli Intoccabili.", "capolavoro con il quale, l'attore vinse l’Oscar e Il Golden Globe Il primo novembre, invece, sempre su Sky Cinema due, a partire  dalle 10.45, appuntamento con una maratona di 6 film, con in prima serata alle 21.15 "Scoprendo Forrester"

Tutto disponibile anche on demand su Sky e in streaming su NOW TV

approfondimento

Sean Connery, è morto a 90 anni il primo James Bond

"Calma, amico mio. Sta' calmo e tutto avverrà al momento giusto. Umh? Così è questo lavoro: non devi aspettare che accada, non devi neanche volere che accada, devi solo guardare quello che sta succedendo. "

E' una delle tante battute pronunciate da Jim Malone, il ruvido, ma giusto poliziotto irlandese interpretato da Sean Connery in "Gli Intoccabili" Peraltro, l'unico ruolo  con cui il brizzolato leone di Scozia vinse l'Oscar.  Se dovessimo cedere all'ineluttabile fatalità,  condita con una spolverata di cinismo che tutti, purtroppo abbiamo una data di scadenza, potremmo citare un'altra frase tratta dal capolavoro di Brian De Palma e sempre pronunciata dal personaggio interpretato da Sean Connery: "Diavolo, si deve pur morire di qualcosa!"

Eppure, risulta impossibile credere che ci abbia lasciato, un attore, che come un vino rosso pregiato è migliorato nel tempo. Per fortuna ci restano i suoi film. Perché al netto del Martini agitato e non mescolato e del "Il mio nome è Bond, James Bond" Connery ci ha lasciato in eredità altre opere, in cui ha potuto dimostrare il suo talento attoriale, che andava oltre allo smoking e all'Aston Martin

Gli Intoccabii, in onda su Sky Cinema Due il 31 ottobre alle 21 : 15

approfondimento

Sean Connery, l'Intoccabile: il ruolo che gli valse il suo unico Oscar

  Sei solo chiacchiere e distintivo, chiacchiere e distintivo, solo chiacchiere e distintivo! » Una battuta trasfigurata in tormentone per un potente e sontuoso affresco, spirato all'autobiografia dell’agente federale Eliot Ness, che aveva già dato vita negli Stati Uniti a una serie televisiva. Premio Oscar a  Sean Connery come miglior attore non protagonista e sublime omaggio di Brain De Palma alla corazzata Potëmkin con la carrozzina che "scende" le scale del Gran Central Station. Poliziotti che vestono Armani e oggetti di scena (bottiglie di acqua di colonia, pennelli da barba) appartenuti al vero Capone, per un film sceneggiato alla perfezione da David Mamet.

Sean Connery, tra talento e autoironia

approfondimento

Addio Sean Connery, da Schwarzenegger a Elton John: ricordi social

Dal selvaggio West alla saga bretone dei Cavalieri della Tavola Rotonda,  dalla Spy Story immersa nella brina della  guerra fredda, all'educazione letteraria e sentimentale di un talento ribelle, la maratona di Sky Cinema, dedicata a Sean Connery è un viaggio attraverso le mille facce del coriaceo attore scozzese che nel corso della sua carrierà  è riuscito a passare con disinvoltura dalla corona di Re Artù alla penna dello scorbutico scrittore William Forrester. Insomma, sei film che rendono giustizia a un mito che ci mancherà moltissimo. Perché oltre al talento, aveva una dote sempre più rara: l'autoironia. Non a caso, di se stesso diceva: " Forse non sono un buon attore, ma qualsiasi cosa avessi fatto sarebbe stata peggio"

Sean Connery: la maratona del Primo Novembre

Si inizia alle ore 10.45con“1855 – La grande rapina al treno”, con Sean Connery e Donald Sutherland e la regia di Michael Crichton (autore anche del romanzo da cui è tratto), in cui due agili ladri si fingono cadaveri per svaligiare un treno carico d’oro. A seguire, alle 12.40, il western “Shalako” di Edward Dmytryk con Sean Connery e Brigitte Bardot: un gruppo di turisti europei invade il territorio degli Apache per una battuta di caccia scatenando la loro furia. Si continua, poi, alle 14.35, con un nuovo passaggio di “The Untouchables – Gli Intoccabili”, mentre alle 16.40 toccherà a“Il primo cavaliere”, con Sean Connery e Richard Gere in un’avventura ambientata nel Medioevo: Lancillotto viene incaricato da Re Artù di salvare la promessa sposa Ginevra, rapida dal perfido Malagant. Alle 18.55 sarà la volta di “La casa Russia”, dal romanzo di John Le Carrè, una spy story con Sean Connery e Michelle Pfeiffer: un editore inglese resta coinvolto in una missione per smascherare l’inefficienza nucleare sovietica. Chiuderà la maratona, in prima serata alle 21.15, il film “Scoprendo Forrester”: dal regista di “Will Hunting – Genio ribelle”, una commovente storia di formazione dove uno studente irrompe nella vita di un burbero romanziere per imparare i segreti della scrittura.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24