Sean Connery, è morto a 90 anni il primo James Bond

Cinema

L'attore, malato da tempo, è deceduto alle Bahamas: "Ha avuto accanto la famiglia nella sua ultima notte", ha raccontato il figlio Jason alla Bbc. Suo il primo volto dell'agente segreto 007, aveva vinto un Oscar con "Gli intoccabili". Si era ritirato dalle scene nel 2003

Sir Thomas Sean Connery, il celebre attore di Hollywood, è morto all'età di 90 anni, secondo quanto riportato dalla Bbc. Lo ha comunicato la famiglia. L'attore, nato in Scozia il 25 agosto 1930, si era ritirato dalle scene dal 2003 e si trovava alle Bahamas. Da tempo era malato, scrive sempre l'emittente inglese. "Stiamo tutti cercando di elaborare questo enorme evento in quanto accaduto da poco, nonostante mio padre non stesse bene da un po' di tempo - sono state le parole del figlio Jason - È un giorno triste per tutti coloro che conoscevano e amavano mio padre e una perdita triste per tutte le persone nel mondo che hanno goduto dello stupendo dono che aveva come attore". È arrivato subito il cordoglio del primo ministro scozzese, Nicola Sturgeon: "Sono davvero affranta per la notizia, è stato uno dei figli più amati della nostra terra". Michael G. Wilson e Barbara Broccoli, produttori di James Bond, si sono detti "devastati" dalla notizia.

La carriera

approfondimento

Sean Connery, da 007 a Il Nome della Rosa i suoi personaggi più famosi

L’attore, nella sua lunghissima carriera, ha vinto un Oscar, due Bafta e tre Golden Globes. Diventato una star internazionale grazie al suo ruolo di James Bond, di cui è stato il primo interprete e di cui è stato il volto per ben sei film della saga, l’Oscar è arrivato nel 1988 con Gli intoccabili, per cui ha vinto anche il suo secondo Golden Globe. Il suo ultimo film è stato La leggenda degli uomini straordinari, uscito nel 2003. Un altro ruolo che gli è valso il successo sia di critica che al botteghino è quello di Guglielmo da Baskerville nella trasposizione cinematografica de Il nome della Rosa di Umberto Eco: per questa parte Connery vinse il premio Bafta come migliore attore.

Da Indiana Jones a Robin Hood

approfondimento

Sean Connery: i cinque ruoli più iconici di una carriera stellare

Tantissimi i ruoli che ha interpretato Connery, non solo da protagonista: nel 1989 è stato il padre di Indiana Jones - Harrison Ford - ne L'ultima crociata, mentre nel 1991 in un cameo è Riccardo Cuor di Leone in Robin Hood di Kevin Reynolds. Ne La casa Russia (1990) è stato invece protagonista di una spy story, così come in Caccia a ottobre rosso, uscito nello stesso anno, è il capitano di un sottomarino sovietico. Anche negli anni Duemila la sua carriera non si è fermata: nel 2000 co-produsse e interpretò Scoprendo Forrester, di Gus Van Sant ed è del 2003 la sua ultima parte da protagonista in un film, sempre co-prodotto, La leggenda degli uomini straordinari.

La vita privata

approfondimento

Sean Connery, anche lui è stato cattivo: i ruoli da villain

Sean Connery, nominato "Sir" nel 2000 per meriti artistici, si è sposato due volte: nel 1962 con l'attrice australiana Diane Cilento, dalla quale ha avuto un figlio, Jason, che ha seguito le orme del padre ed è attore. Divorziato nel 1973, due anni dopo si è risposato con la pittrice Micheline Roquebrune. Ha sempre sostenuto, pubblicamente e privatamente, l'indipendenza della sua regione d'origine, la Scozia, schierandosi con il Partito Nazionale Scozzese in occasione del referendum del 2014.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24