Jurassic Park di nuovo primo al box office, 27 anni dopo

Cinema

Marco Agustoni

Steven Spielberg ha dominato il botteghino USA piazzandosi al primo posto con il film che ha dato il via alla saga dedicata ai dinosauri e al secondo posto con il suo cult Lo squalo

Al di là dei suoi esiti più drammatici, la pandemia da coronovirus ancora in corso (segui gli aggiornamenti) ha avuto una serie di effetti a dir poco inaspettati: tra questi, figura ora anche l'aver riportato un film uscito ben 27 anni fa in cima ai box office USA.

 

Stiamo parlando di Jurassic Park, il film di Steven Spielberg tratto dall'omonimo romanzo di Michael Cricthon, che secondo Deadline sarebbe inaspettatamente balzato in cima al botteghino a stelle e strisce nel corso di un weekend "di prova" prima di una riapertura più estesa delle sale cinematografiche.

approfondimento

Jurassic Park, le curiosità sul capolavoro di Steven Spielberg

La pellicola che ha dato il via all'amatissima saga dedicata ai dinosauri che prosegue ancora oggi (tanto che nel 2021 dovrebbe tornare nelle sale, COVID permettendo, con Jurassic World: Dominion) era ovviamente già stata in cima alle classifiche di vendita di biglietti al momento della sua uscita, nel 1993. Vederla di nuovo al primo posto, per quanto in una situazione così particolare, quasi tre decenni dopo non può che provocare un certo sgomento.

 

Ma non è questa l'unica sorpresa di questo weekend di box office: sempre secondo Deadline al secondo posto ci sarebbe un altro film di Spielberg, ovvero il supercult Lo squalo, uscito nei cinema addirittura nel 1975.

 

Come è ovvio, le cifre incassate dai due film, dato che le sale aperte sono ancora poche, non sono eclatanti. Ma rivedere due pezzi di storia del cinema riaffiorare da protagonisti su grande schermo è uno spettacolo che vale il prezzo del biglietto.

 

Spettacolo: Per te