10 curiosità su Shia LaBeouf

Cinema

Buon compleanno Shia LaBeouf: ecco alcune curiosità sull’attore, dalla lite con Tom Hardy al significato del suo nome

Nato l’11 giugno 1986, Shia LaBeouf compie 34 anni in questo 2020. È senza dubbio uno degli attori più discussi degli anni Duemila, con all’attivo una ricca filmografia. Tante le storie sul suo conto, dentro e fuori dal set, per un curriculum che vanta pellicole come “Constantine”, con Keanu Reeves, “Nymphomaniac” di Lars von Trier, “Fury” e la saga di “Transformers”. Ha lavorato con grandi attori e registi, divenendo rapidamente una stella di Hollywood. Tanti gli aneddoti sul suo conto ed ecco alcune curiosità che anche i suoi fan potrebbero non conoscere.

Un giorno in ascensore

Nel febbraio del 2016 ha deciso di trascorrere ben 24 ore all’interno di uno degli ascensori dell’Università di Oxford. Ha così dato la possibilità a chiunque vi entrasse di parlare con lui. Il tutto è stato ripreso da una telecamera e trasmesso in diretta su YouTube.

Shia ballerino

Nel 2015 ha dato prova delle proprie doti di ballerino, prendendo parte al video “Elastic Heart” della cantante australiana Sia. Sui suoi profili ha poi condiviso un video che lo ritraeva insieme con la ballerina Maddie Ziegler. Un filmato che ha scatenato non poche polemiche, data la grande differenza d’età tra i due.

Gli inizi

Nelle prime fasi della sua carriera nel mondo dello spettacolo, Shia LaBeouf era uno stand up comedian. Al tempo aveva soltanto 10 anni ma già tanto fegato da salire sul palco dinanzi a un microfono. Quella sembrava essere la sua strada. Tutto è cambiato però dopo aver visto recitare un suo amico in uno show televisivo. Ecco dunque la voglia irrefrenabile di diventare un attore.

Il suo nome

Il suo nome completo è Shia Saide LaBeouf. Interessante il significato di Shia, che vuol dire in ebraico dono di Dio.

Disney

Dal 2000 al 2003 è il protagonista della serie Disney “Even Stevens”. Aveva appena 14 anni ed è stato impegnato sul set per ben 66 episodi. Ancora oggi ciò rappresenta il suo più grande impegno televisivo. Sul piccolo schermo non vi sono altro che singole apparizioni e qualche film per la famiglia.

L’infanzia

È cresciuto a Los Angeles, nel quartiere messicano noto come Echo Park. Non ottimo il rapporto con i suoi genitori. La madre, ballerina, ha sempre provato a tenere in piedi la famiglia. Anche con il padre ci sono stati moltissimi contrasti,. Nelle sue interviste, l’attore ha sempre definito i suoi genitori come “gente molto strana”.

Lite in un pub

Nel 2011 si è ritrovato coinvolto in una lite scoppiata all’interno di un locale, la Mad Bull’s Tavern di Sherman Oaks. Il tutto venne interrotto dall’intervento della polizia, che però non effettuò alcun arresto, dal momento che nessuno dei due litiganti volle esporre una denuncia.

Fury

Nel corso delle riprese di “Fury” si sfregiò realmente il viso. Ha lasciato volontariamente la ferita aperta durante le riprese. Un gesto che lasciò di stucco i colleghi sul set, Brad Pitt compreso.

Tom Hardy

É stato impegnato sul set di “Lawless” con Tom Hardy. Per molto tempo si è vociferato di un odio tra i due e di una rissa scoppiata durante le riprese. Dovendo interpretare dei contrabbandieri durante il proibizionismo, LaBeouf era solito concedersi qualche bicchierino prima di ogni ripresa. A farne le spese fu Hardy, che venne scaraventato a terra e malmenato. Lo stesso attore ha però avuto modo di spiegare di comprendere benissimo il metodo del collega.

Nymphomaniac

Per le riprese di “Nymphomaniac” dovette dimostrare di non avere problemi con le scene di nudo. Un film particolarmente spinto, per il quale all’attore vennero chieste delle foto delle sue parti intime durante la fase del casting.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24