Netflix salta i Festival, nessun film a Venezia

Cinema

Secondo il sito"Indiewire" nessuna produzione del colosso dello Streaming  sarà presente alle prossime kermesse cinematografiche in calendario prima degli Oscar

approfondimento

Festival di Venezia 2020, Alberto Barbera apre il Palazzo del Cinema

Bye Bye Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Addio New York Film Festival, Ciao Telluride. Netflix tuttavia sarà presente sotto forma di sponsor. O almeno questo sostiene Indiewire che accadrà.

 In realtà si tratta di una strategia che non sorprende più di tanto. Anche se i vari festival sono la porta di accesso agli Oscar, già prima della pandemia Netflix aveva scelto di presentare i suoi film alla stampa o agli influencer attraverso il Paris, storica sala cinematografica di New York andata in rovina ma salvata appunto da Netflix e diventata come una sua piattaforma. A  Los Angeles, invece, le proiezioni avvengono all'Egyptian Theatre. Inoltre con le nuove regole introdotte da Academy per i prossimi Oscar e dai Golden Globe anche i film solo in streaming possono qualificarsi.

 

Sempre secondo Indiewire, il sito che per primo ha rivelato la decisione di Netflix di saltare i festival, i titoli che saranno fuori dal circuito sono 'Mank' di David Fincher con Gary Oldman e Amanda Seyfried, 'Hillbilly Elegy' di Ron Howard con Amy Adams, 'I'm Thinking of Ending Things' di Charlie Kaufman con Toni Collette e Jesse Plemons, 'Ma Rainey's Black Bottom' di George C. Wolfe con Viola Davis, Denzel Washington e Chadwick Boseman, 'The 40-Year-Old Version' di Radha Blank e 'White Tiger' di Ramin Bahrani.

   Inoltre con le decisioni di tipo esistenziale che sono stati costretti a prendere le organizzazioni dei festival in tempi di pandemia del tipo, 'andare avanti o cancellare', 'dal vivo o virtuale', 'con pubblico o senza pubblico' nel dubbio Netflix ha preso la decisione drastica e si è semplicemente tirato fuori

Spettacolo: Per te