L'amica geniale 2, il cast della seconda stagione della serie tv

Tornano Gaia Girace e Margherita Mazzucco, protagoniste anche della seconda stagione de “L’amica geniale”. Ad affiancarle, un cast di (bravissimi) esordienti

Lunedì 10 febbraio arriva in tv “L’amica geniale - Storia del nuovo cognome”, seconda stagione della fortunatissima serie tratta dai romanzi di Elena Ferrante.

Protagoniste saranno ancora una volta Lila e Lenù, che prenderanno però due strade diverse: la prima sarà alle prese con il matrimonio e con la maternità, con un marito violento e la sua voglia di libertà; la seconda, invece, sarà stanca della sua immagine di brava studentessa che passa la vita sui libri. Ma vediamo insieme, tra ritorni e nuovi arrivi, il cast de “L’amica geniale 2”.

“L’amica geniale - Storia del nuovo cognome”: il cast

Sebbene Ludovica Nasti ed Elisa Del Genio tornino con alcuni flashback, le protagoniste de “L’amica geniale - Storia del nuovo cognome” sono ancora Gaia Girace e Margherita Mazzucco, rispettivamente nei panni di Lila e di Lenù. Ma un ruolo sempre più importante lo avrà anche Nino Serratore, interpretato da Francesco Serpico.

Tornano nella seconda stagione de “L’amica geniale” Elvis Esposito e Antonio Gallo (Marcello e Michele Solara), Giovanni Amura e Fabrizio Cottone (Stefano e Alfonso Carracci), Gennaro De Stefano (Rino Cerullo, fratello di Lila), Clotilde Sabatino (la professoressa Galliani) e Dora Romano (l’anziana maestra Oliviero). Ma ci sono anche alcune new entry: Bruno Orlando interpreterà Franco Mari, amico dell’università di Elena, mentre Matteo Cecchi darà volto a Pietro Airota, figlio di un accademico. 

Ancora una volta, a dirigere il cast è stato Saverio Costanzo. Ma, negli episodi che segnano il passaggio all’età adulta, c’è anche lo zampino di Alice Rohrwacher.

“L’amica geniale - Storia del nuovo cognome”: la trama

Ne “L’amica geniale - Storia del nuovo cognome”, Lila è ormai sposata con il benestante, ma tradizionalista e violento, Stefano Solara; Lenù invece è la solita ragazza studiosa, che sceglie i libri per poter scappare dalla sua famiglia. Ma che è un po’ stanca di quell’immagine gentile e diligente.

Insieme, le due ragazze si regalano una vacanza ad Ischia: Lila non riesce a restare incinta, e la famiglia la manda a rilassarsi insieme alla sua migliore amica. Sull’isola, le due ritroveranno una vecchia conoscenza: Nino Serratore. Un incontro destinato a cambiare l’amicizia tra le due.

Rientrate dalla vacanza, Lila diventerà la commessa di punta di un elegante negozio di scarpe, mentre Lenù partirà per Pisa dove frequenterà l’università. Le due, da ragazzine, sono dunque ora chiamate a diventare donne. E Gaia Girace l’ha spiegato nel corso di un’intervista, in cui ha raccontato com’è stato interpretare una donna più grande: «Non ci ho pensato troppo. I bambini mi piacciono molto e l’età non mi ha condizionata, pensavo solo al ruolo, ascoltavo quello che mi diceva Saverio. Certo il fatto che Lila sia una ragazza che ha vissuto delle privazioni, si è sposata quasi bambina, ha vissuto dei maltrattamenti e gravi vessazioni: quelli sono aspetti che da ragazza di oggi non vivrei mai”.