Non succede, Ma se succede, la trama del film

Non succede, Ma se succede

Non succede, Ma se succede è una commedia con Seth Rogen e Charlize Theron, al cinema dal 10 ottobre 2019

Il 10 ottobre giunge in sala l'esilarante commedia Non succede, Ma se succede, che garantirà al pubblico 115 minuti di risate, con la bizzarra coppia di protagonisti composta da Seth Rogen e Charlize Theron. Dietro la macchina da presa c’è Jonathan Levine, regista di film come Fa’ la cosa sbagliata e 50 e 50, tra gli altri.

Non succede, Ma se succede: la trama

Il film si concentra sul personaggio di Fred Flarsky, interpretato da Seth Rogen, che di professione farebbe il giornalista ma che fatica a trovare un impiego. È nel bel mezzo di una crisi professionale, che lo conduce in una pericolosa spirale depressiva. È un vero e proprio idealista e questo rende particolarmente complesso tenersi un posto fisso. Dopo aver scoperto che il giornale per il quale lavorava è stato acquistato da un magnate omofobo si è licenziato.

Una serata come le altre sembra però poter stravolgere tutto. Si ritrova infatti al concerto di una band che adora e lì ritrova una donna scomparsa dalla sua vita ormai da anni. Si tratta di Charlotte Field (Charlize Theron), un tempo sua baby-sitter e oggi tra le donne più potenti, ricche e influenti al mondo. Il tempo è passato ma la scintilla tra i due sembra essersi riaccesa in breve tempo. C’è una certa alchimia e, caso vuole, lei ha bisogno di qualcuno che scriva i suoi testi per comizi pubblici. Ha così inizio una folle collaborazione, che li condurrà ad avvicinarsi sempre più, con Flarsky impegnato in tentativi costanti di conquistare il suo cuore.

Non succede, Ma se succede: il cast

Il gran mattatore del film non può che essere Seth Rogen, che tiene sempre alto il tenore delle risate. Una pellicola intelligente, che riesce a rovesciare un certo stereotipo delle commedie romantiche, dove il bello impossibile è molto spesso un uomo e, quando ciò non accade, ha comunque il fascino di Hugh Grant in Notting Hill. Alquanto ricca la filmografia di Rogen, che ha collezionato dal 2001 a oggi molte commedie ma non solo. Il suo esordio è avvenuto con Donnie Darko, per poi apparire in Anchorman e 40 anni vergine, ormai cult del proprio genere. Ha già collaborato in passato con Jonathan Levine, recitando in 50 e 50 del 2011, per poi entrare nel cast di Steve Jobs di Danny Boyle quattro anni dopo, insieme con Michael Fassbender.

Ottima prova di Charlize Theron, che mette in mostra un’ottima verve comica, alternando momenti ilari ad altri di pura fragilità femminile. L’attrice, che ha all’attivo più di 40 film, ha esordito nel 1996 con Due giorni senza respiro. Nel corso della sua carriera ha trionfato agli Oscar come miglior attrice per Monster, vincendo per lo stesso titolo anche un Golden Globe, uno Screen Actors Guild Award e Un Orso d’argento. Svariati i titoli di grande spessore cui ha preso parte, collaborando con registi del calibro di Woody Allen, James Gray, Robert Redford, George Miller e Ridley Scott, tra gli altri.