“C'era una volta a Hollywood”, il trailer del film

Sta per arrivare al cinema “C’era una volta a Hollywood”, il nono film di Quentin Tarantino che, pensato per essere un romanzo, è poi diventato un’ambiziosa pellicola

Nelle sale italiane dal 18 settembre 2019, “C'era una volta a Hollywood” è il nuovo attesissimo film di Quentin Tarantino. Col suo cast d’eccezione (Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie sono i protagonisti) e l’ambientazione nella Hollywood del 1969, ha tutte le carte in regola per diventare un cult. E le aspettative del pubblico sono altissime.

Uscito negli Stati Uniti il 26 luglio scorso, è stato presentato in anteprima al Festival di Cannes 2019. E, nell’attesa (brevissima) di vederlo nelle sale, è possibile averne un’anticipazione godendosi il suo trailer.

“C'era una volta a Hollywood”: il trailer

L’ambientazione di “C'era una volta a Hollywood” (titolo originale, “Once Upon a Time… in Hollywood) è quella della Los Angeles del 1969 o, meglio, della sua industria cinematografica. Un contesto sconvolto e irrimediabilmente segnato dagli efferati omicidi commessi da Manson e dalla sua setta che, tra gli altri, colpirono Sharon Tate, splendida attrice e moglie del regista Roman Polański (al momento dell’omicidio, la donna era incinta di otto mesi).

Come si vede dal trailer, molti degli attori (oltre a DiCaprio - Pitt - Robbie troviamo anche Luke Perry al suo ultimo film, Al Pacino, Dakota Fanning, Kurt Russell e Spencer Garrett, solo per citarne alcuni) interpretano la parte di vere e proprie star del cinema, come Sharon Tate o Bruce Lee. Tuttavia, non si tratta certo di una storia vera: molti altri sono personaggi puramente inventati, sebbene le figure di DiCaprio / Rick Dalton e di Brad Pitt / Cliff Booth siano ispirate ad attori realmente esistiti. 

Come ogni altro film di Quentin Tarantino, anche “C'era una volta a Hollywood” non è stato immune alle polemiche. Il motivo? Aver realizzato una commedia in cui è presente un vero omicidio. Ma c’è anche chi gli contesta una rappresentazione offensiva e persino un po’ razzista di Bruce Lee.

“C'era una volta a Hollywood”: la trama

1969, Los Angeles. Protagonista di “C'era una volta a Hollywood” è Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), attore divenuto famoso per una serie tv western andata in onda negli anni Cinquanta e ora spaventato all’idea che la sua carriera possa essere finita. A dispetto dei dubbi iniziali, Rick accetta di recitare in uno spaghetti western in Europa; al suo fianco c’è l’inseparabile stuntman / autista / tuttofare / migliore amico Cliff Booth (Brad Pitt), che fatica a trovare nuovi lavori in quanto l’opinione pubblica lo ritiene responsabile della morte della moglie.

I due trascorrono molto tempo insieme, nella villa di Bel Air che Dalton possiede e che si trova a fianco di quella di Roman Polanski e della moglie Sharon Tate, destinata a finire vittima di Manson e della sua setta. Le vicende procedono dunque in parallelo, raccontando una Hollywood piena di sfarzi e di incertezze che si scopre vulnerabile quando - il 9 agosto 1969 - gli adepti di Charles Manson entrarono al civico 10050 di Cielo Drive uccidendo Sharon, all’ottavo mese di gravidanza, e alcuni amici della famiglia.