Vox Lux, la trama del film

Il 12 settembre 2019 arriva in sala Vox Lux, nuova pellicola di Brady Corbet con protagonista Natalie Portman

Dopo il successo ottenuto con la sua opera prima, L’infanzia di un capo, Brady Corbet torna in sala con Vox Lux, dramma musicale che approda in sala il 12 settembre 2019. Cast ricco di stelle, composto tra gli altri da Natalie PortmanJude Law e Willem Dafoe.

Vox Lux, la trama

Tutto ruota intorno alla figura di Celeste, la cui vita viene suddivisa in capitoli dal regista, che ne analizza l’evoluzione da studentessa a pop star di caratura mondiale. Prima di arrivare alle stelle però si ritrova scaraventata all’inferno. Nel 1999, quando era ancora una ragazza (interpretata da Raffey Cassidy), sopravvive a una sparatoria avvenuta in una scuola di New York. Un’esperienza che la segnerà per sempre e dalla quale non riuscirà mai a liberarsi del tutto.

Riesce a salvarsi ma subisce una seria lesione alla spina dorsale. Insieme a lei riesce a scampare al peggio anche sua sorella Ellie. Le due hanno un rapporto particolarmente stretto, che diventa col tempo quasi opprimente. Ellie si ritrova infatti a vivere nell’ombra di Celeste, seguendone la carriera in ogni suo aspetto.

Dopo la sparatoria la futura pop star scrive un brano che un manager riesce a trasformare in una vera e propria hit. La canzone si tramuta in un inno per tutti i feriti, fisicamente e mentalmente, spari per il Paese. La vita di Celeste cambia per sempre, ritrovandosi a viaggiare e a gestire numerose pressioni. Partorisce ma non riesce a prendersi cura di sua figlia, per poi finire al centro di un vortice senza sosta, leader e vittima allo stesso tempo della sua epoca.

Vox Lux, nascita del personaggio

Brady Corbet decide di circondarsi di donne per Vox Lux, da Natalie Portman a Stacy Martin, passando per la talentuosa Raffey Cassidy, che interpreta la protagonista Celeste nei suoi anni da adolescente. Il regista ha spiegato quale sia stata la sua fonte d’ispirazione principale per la pellicola. Si tratta de L’uomo senza qualità di Robert Musil, romanzo particolarmente apprezzato da Corbet, incentrato su di un personaggio che tende a vivere ai confini di eventi di particolare rilevanza. Qualcosa di simile viene proposto in Vox Lux, anche grazie alla figura del narratore, adattando il tutto a una tematica particolarmente moderna. Se nel suo acclamato L’infanzia di un capo si evidenziavano elementi chiave di un’epoca, lo stesso avviene in questa nuova produzione. Si evidenzia infatti la crucialità dei media e la necessità di visibilità e approvazione delle generazioni odierne. Corbet tiene molto però a sottolineare come la sua Celeste, per quanto ricca di contraddizioni, non sia catalogabile come un mostro. È infatti vittima a sua volta di quella che è l’epoca nella quale è nata e ha mosso i suoi primi passi.

Vox Lux, il cast

Secondo film per Brady Corbet, dopo il successo de L’infanzia di un capo, con Robert Pattinson e Liam Cunningham. Per questa pellicola ha scelto Natalie Portman come protagonista. Un’attrice che non richiede presentazioni, considerando la lunga carriera. L’esordio sul grande schermo è avvenuto nell’ormai lontano 1994 con Leon di Luc Besson e da allora non si più fermata. Ha preso parte all’universo di Star Wars ed è entrata nell’MCU, con Thor: Love and Thunder che la vedrà come protagonista nel 2021.

La voce narrante è quella di Willem Dafoe, attore classe 1955 dalla lunga filmografia. Quattro le candidature ai Premi Oscar, senza riuscire a trionfare sul palco di Hollywood. Ha recitato nel primo dei tre capitoli di John Wick, al fianco di Keanu Reeves e di recente ha ottenuto grandi consensi grazie al suo Van Gogh. Spazio inoltre a Jude Law, particolarmente apprezzato tanto al cinema quanto in televisione. Paolo Sorrentino lo ha infatti scelto per The Young Pope e il suo sequel The New Pope, presentato al Festival di Venezia e con protagonista John Malkovich.