I migliori film di Matthew McConaughey

Cinema

Ripercorriamo la carriera di Matthew McConaughey attraverso i migliori film dell’attore di “Serenity - L’isola dell’inganno”

Sta per tornare al cinema con “Serenity - L’isola dell’inganno”, nelle sale italiane dal 18 luglio 2019, Matthew McConaughey è un attore versatile, che si è saputo far apprezzare in ruoli molto diversi tra loro. Dagli horror con “Non aprite quella porta IV” alle commedie leggere come “Prima o poi ti sposo” o “Come farsi lasciare in 10 giorni” fino a pellicole più impegnate come “Bernie”, “Killer Joe” o “Dallas Buyers Club”, che gli è valso l’Oscar come miglior attore. Avendo dalla sua parte un fisico scolpito dallo sport, Matthew McConaughey è considerato anche uno degli attori più sexy di Hollywood, ma non si è mai tirato indietro quando è stato il caso di imbruttirsi per esigenze sceniche. L’attore è protagonista dell’ultimo film di Steven Knight, “Serenity - L’isola dell’inganno”, in cui recita accanto ad Anne Hathaway e Diane Lane. Inoltre, nel 2014 è stato protagonista della prima stagione della serie tv HBO “True detective”. Matthew McConaughey ha interpretato finora oltre 50 film, abbiamo selezionato i migliori della sua carriera.

  • EdTV (1999)
  • Killer Joe (2011)
  • Bernie (2011)
  • Magic Mike (2012)
  • The Paperboy (2012)
  • Dallas Buyers Club (2013)
  • Cocaine - La vera storia di White Boy Rick (2018)

EdTV (1999)

Dopo gli inizi con ruoli secondari, il regista Ron Howard lo sceglie come protagonista assoluto del suo “EdTV”, una commedia presentata fuori concorso al Festival di Cannes. McConaughey interpreta il giovane commesso di un videonoleggio di San Francisco, Ed Pekurny, che viene scelto per partecipare a un nuovo programma televisivo. Nel reality, una persona comune viene ripresa 24 ore su 24 dalle telecamere e trasmessa in diretta tv. EdTv diventa il programma più visto degli Stati Uniti ma questa improvvisa popolarità sarà deleteria per la vita privata del giovane Ed. Nonostante sia penalizzato da alcune analogie con “The Truman Show”, il film contribuisce a dare visibilità a Matthew McConaughey.

Killer Joe (2011)

Nel 2011, l’attore interpreta Joseph “Killer Joe” Cooper, un poliziotto con squilibri mentali che di secondo lavoro fa il killer a pagamento in “Killer Joe” di William Friedkin. Un noir originale che evidenzia ancora una volta le capacità di McConaughey. Il ruolo gli vale infatti un Saturn Award come miglior attore e la candidatura agli Independent Spirit Awards.

Bernie (2011)

Nello stesso anno, è nel cast di “Bernie” di Richard Linklater, regista con cui lavora per la terza volta in carriera. Il film è ispirato a una reale vicenda di cronaca nera. L’assistente delle pompe funebri Bernie Tiede, uomo apprezzato da tutta la sua comunità, comincia una relazione con la ricca vedova Marjorie Nugent. Dopo un po’ di tempo, l’uomo uccide la donna con un fucile e ne nasconde il cadavere nel congelatore. Quando viene scoperto l’omicidio, nell’incredulità generale, Bernie viene condannato all’ergastolo. I protagonisti sono Jack Black e Shirley MacLaine, Matthew McConaughey è il procuratore distrettuale Danny Buck Davidson.

Magic Mike (2012)

Steven Soderbergh lo vuole nel 2012 tra i protagonisti di “Magic Mike”, con Channing Tatum nei panni di un giovane spogliarellista in cerca di fortuna. McConaughey è Dallas, titolare del club di stip-tease maschile Xquisite e, a sua volta, esperto spogliarellista. L’attore ha raccontato di aver accettato la parte in soli 10 minuti dopo essere stato contattato telefonicamente da Soderbergh. Il film ebbe un grande successo al botteghino. Per il suo ruolo, Matthew McConaughey ottenne numerosi riconoscimenti, tra cui un Independent Spirit Award come miglior attore non protagonista.

The Paperboy (2012)

Sempre nel 2012, McConaughey è protagonista, insieme a Zac Efron, di “The Paperboy” di Lee Daniels. Un film ambientato nel 1969 basato sul romanzo di Pete Dexter “Un affare di famiglia”. I due attori interpretano due giornalisti che cercano di riaprire il caso di un condannato a morte interpretato da John Cusack. L'indagine è stata riaperta da Charlotte (Nicole Kidman), fidanzata dell’uomo. Matthew McConaughey è Ward Jansen, un reporter gay dall’animo malinconico, per cui riceverà lodi e apprezzamenti da parte della critica.

Dallas Buyers Club (2013)

Il film che ha letteralmente stravolto la carriera di Matthew McConaughey è “Dallas Buyers Club” di Jean-Marc Vallée. Nella pellicola, l’attore interpreta Ron Woodroof, un cowboy rozzo e omofobo malato di AIDS che ricorre all'aiuto di medicinali alternativi. Per poter vestire i panni dell’uomo, McConaughey si è sottoposto a una dieta molto rigida, arrivando a perdere 23 chili. L’interpretazione gli è valsa numerosi riconoscimenti, tra cui il Marc'Aurelio d'Argento al Festival internazionale del film di Roma 2013, un Golden Globe e il Premio Oscar come miglior attore protagonista.

Cocaine - La vera storia di White Boy Rick (2018)

Uno degli ultimi film interpretati da McConaughey è “Cocaine - La vera storia di White Boy Rick” di Yann Demange, in cui interpreta il padre frustrato e sognatore di White Boy Rick, uno dei più giovani trafficanti di cocaina della storia. Il film racconta la vera storia di Richard Wershe Jr., conosciuto come White Boy Rick, il più giovane informatore dell'FBI all'età di 14 anni. Scaricato dall'FBI a 17 anni, divenne un trafficante di cocaina. Arrestato nel 1987, fu condannato all'ergastolo ma poi nel 2017 fu messo in libertà vigilata dopo trent'anni di galera. nei panni di White Boy Rick c’è l’esordiente Richie Merritt.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.