I migliori film di Violante Placido

Violante Placido si divide tra cinema e musica: i migliori film dell’attrice e cantautrice romana

Le foto più belle di Violante Placido

Figlia d’arte (suo padre è l’attore e regista Michele Placido e sua madre è l’attrice Simonetta Stefanelli), Violante Placido è riuscita a spogliarsi dell’appellativo di figlia d’arte e di conquistare il suo posto nel mondo del cinema. Dopo gli esordi a soli diciassette anni accanto al padre Michele Placido nel film di Claudio Camarca “Quattro bravi ragazzi”, l’attrice ha recitato in quasi 40 pellicole, tra film per il cinema e fiction televisive. Inoltre, con lo pseudonimo di Viola, ha anche pubblicato due album, “Don’t be shy” e “Sheepwolf”. Dal 4 luglio Violante Placido è al cinema con “Restiamo amici” di Antonello Grimaldi, in cui recita accanto a Michele Riondino e Alessandro Roja. Abbiamo selezionato alcuni dei migliori film della carriera di Violante Placido:

  • Jack Frusciante è uscito dal gruppo
  • L’anima gemella
  • Ora o mai più
  • Che ne sarà di noi
  • La cena per farli conoscere

Jack Frusciante è uscito dal gruppo (1996)

Stefano Accorsi e Violante Placido sono i protagonisti del film diretto da Enza Negroni “Jack Frusciante è uscito dal gruppo”, tratto dall’omonimo bestseller di Enrico Brizzi. Alex, all’ultimo anno di liceo, bassista di un gruppo punk rock, si innamora di Aidi, una ragazza con cui studia. Ma la ragazza sta per partire per una borsa di studio negli Stati Uniti. Il suicidio di Martino, uno dei più cari amici di Alex, li riavvicinerà. Il film non ebbe lo stesso successo del romanzo ma contribuì a lanciare due volti nuovi del cinema come Violante Placido e Stefano Accorsi.

L’anima gemella (2002)

Nel film diretto e interpretato da Sergio Rubini “L’anima gemella”, Violante Placido (Maddalena) si contende l’amore di Michele Venitucci (Tonino) con la ricca Valentina Cervi (Teresa). Il ragazzo sceglie Maddalena e Teresa si rivolge a una fattucchiera per conquistarlo. Una commedia che mescola comicità e magia per uno dei film più riusciti di Sergio Rubini. Candidatura come miglior attrice protagonista ai Nastri d’argento per Violante Placido.

Ora o mai più (2003)

Nel 2003 Violante Placido è tra i protagonisti di “Ora o mai più” di Lucio Pellegrini. Interpreta Viola, una ragazza impegnata nei collettivi studenteschi di cui si innamora David, brillante studente di Fisica all'Università Normale di Pisa. Viola è però fidanzata con Luca. La crescente coscienza politica di David lo porta ad andare a Genova per le contestazioni del G8, dove finisce per subire gli abusi da parte delle forze dell’ordine. Protagonisti, oltra a Violante Placido, Jacopo Bonvicini, Edoardo Gabbriellini, Elio Germano e Riccardo Scamarcio. Ancora una candidatura come migliore attrice protagonista ai Nastri d’argento per Violante.

Che ne sarà di noi (2004)

Nel 2004 il regista Giovanni Veronesi esplora il mondo dei giovani e si fa aiutare da Silvio Muccino, protagonista e co-sceneggiatore di “Che sarà di noi”. Tre ragazzi fanno un viaggio in Grecia dopo la maturità e scoprono di avere ancora tanto da imparare dalla vita. Gli altri due giovani sono Violante Placido ed Elio Germano. Nel cast anche Valeria Solarino e Rocco Papaleo. 12 nomination ai David di Donatello, tra cui quella a Violante Placido come miglior attrice non protagonista.

La cena per farli conoscere (2006)

Un altro riconoscimento per Violante Placido arriva nel 2006 con “La cena per farli conoscere” di Pupi Avati. L’attrice ottiene la candidatura al Globo d’oro per il ruolo di Betty, una delle tre figlie di Saverio Lanza, attore di soap opera al crepuscolo interpretato da Diego Abatantuono. Pupi Avati omaggia Sergio Corbucci con un film nostalgico con delle grandi protagoniste femminili: oltre alla Placido, nel cast sono presenti Vanessa Incontrada, Francesca Neri e Inés Sastre.