Il ritorno di Ciro: arriva L’immortale, il film da vedere in attesa di Gomorra 5

Torna Ciro L'Immortale e torna al cinema. Il personaggio forse più amato di Gomorra La Serie diventa protagonista sul grande schermo. Ed è proprio Marco D'Amore a orchestrare la sua epopea. L’Immortale sarà distribuito al cinema nell'inverno del 2019 da Vision Distribution

Gomorra 4, lo SPECIALE

(@BassoFabrizio)

Ancora sono nel nostro immaginario quelle bolle d’aria che accompagnano Ciro verso il fondo degli abissi e adesso c’è chi dice che il Maestrale, il nuovo misterioso boss di Gomorra La Serie è lui, l’Immortale. Le leggende alimentano un personaggio ed è un dato di fatto che i fan di Gomorra non si rassegnano all’idea che Ciro sia morto. E’ poi innegabile che chi, guardando l’ultimo episodio della quarta stagione di Gomorra la Serie, è rimasto incollato allo schermo fino alla fine dei titoli di coda, ha assistito a una scena di pochi secondi che ci riporta al finale della stagione precedente, la terza. Quel finale nel cuore del golfo di Napoli i fan non hanno mai dimenticato. Da quel momento infatti niente è come prima. Ora possiamo dire che le aspettative, i desideri trovano una realizzazione perché quelle immagini oggi annunciano un film con un titolo inequivocabile: L’Immortale. Con un protagonista principale perché il film è di e con Marco D'amore. Quello che aggiunge fascino a questa notizia è che l’Immortale non sarà solo un film ma anche un nuovo capitolo, totalmente integrato, di Gomorra, la serie originale Sky prodotta da Cattleya. Per la prima volta in assoluto nella storia della serialità, un progetto crossmediale propone un film come segmento nel racconto tra due stagioni di una serie. Le riprese de L’Immortale, prodotto da Cattleya, parte di ITV Studios, e Vision Distribution in collaborazione con Beta Film, partiranno a Roma il 10 maggio per poi proseguire a Napoli e a Riga per sette settimane. Il soggetto e la sceneggiatura sono di Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Marco D'amore e Francesco Ghiaccio.

Facciamo un passo indietro di una stagione (televisiva): il corpo di Ciro scivola inerme nelle acque scure del Golfo di Napoli. E mentre sprofonda sempre più, affiorano i ricordi. I suoni attutiti dall’acqua si confondono con le urla della gente in fuga. Siamo nel 1980, la terra trema, il palazzo crolla, ma sotto le macerie si sente il pianto di un neonato ancora vivo. Dieci anni dopo ritroviamo quel neonato ormai cresciuto impegnato a sopravvivere come può alle strade di Napoli. E’ un figlio di nessuno. Sono ricordi, o frammenti di ricordi, palpabili, germogli di una educazione criminale che l’hanno reso ciò che è: Ciro Di Marzio, l’Immortale.

Marco D'amore
non si nasconde quando deve tratteggiare le peculiarità del suo personaggio: "Ciro Di Marzio è il male assoluto, il gesto efferato, la violenza ingiustificabile. Ma è anche la tenerezza improvvisa di una carezza, la compassione per il dolore, il gesto eroico del sacrificio. Ciro è una vetta insormontabile, un abisso senza fondo o lo sguardo sul precipizio, a seconda da quale punto di vista lo si osservi. È un personaggio totale, conflittuale, tridimensionale. Ha, a mio avviso, la potenza dei grandi protagonisti della letteratura teatrale come l'Amleto o lo Jago di Shakespeare, il Caligola di Camus. Non ho mai smesso di pensare a lui, di interrogarlo come un oracolo nero, di sognarlo e averne l'incubo. Questa ossessione mi ha fatto immaginare infinite storie possibili che ne ampliassero il racconto. Una di queste ha preso sempre più spazio diventando in breve tempo il desiderio assoluto di farne un film. Devo la partenza di questo progetto a Riccardo Tozzi e Nicola Maccanico che hanno sentito la vertigine del grande racconto e hanno profuso grandi sforzi per realizzarlo. A poche settimane dal set ho l'emozione delle grandi imprese, la paura dell'esordio ma anche la consapevolezza di avere tra le mani una storia che può far battere il cuore, turbare gli animi e stimolare le intelligenze. La storia di un uomo che sa quale condanna sia essere Immortale”.

Riccardo Tozzi, fondatore e Co-Ceo di Cattleya, spiega che “L'immortale rappresenta il primo grande progetto crossmediale italiano. Sin dall'inizio avevamo l’idea di dedicare, nell’intervallo fra due stagioni, uno spazio alla storia di Ciro Di Marzio e alla sua formazione. Ciro nasce col terremoto: quello che segnerà anche la nascita di una nuova criminalità. Questo film è quello spazio, è una narrazione a sé stante e contemporaneamente una parte fondamentale del racconto che si svolge tra la quarta e la quinta stagione di Gomorra La Serie. Siamo molto felici di lavorare con Marco non solo come attore ma anche come regista: lui è l’esempio di come lo stile di lavoro adottato in Gomorra fa fiorire il talento. È bello per noi proporre al pubblico cinematografico una storia potente e un progetto innovativo e siamo felici di farlo insieme a Vision”. Nicola Maccanico, Executive Vice President Programming Sky Italia e Amministratore Delegato di Vision Distribution, aggiunge che “l’operazione L’Immortale è la sintesi più alta della capacità del mondo Sky di mettere opportunità narrative uniche a disposizione delle proprie storie e dei propri personaggi .Grazie a Vision, a Cattleya, e al talento artistico di un gruppo che ha fatto storia, per la prima volta ci sarà una continuità narrativa tra serialità e declinazione cinematografica della stessa. L’immortale racconta una storia che crea il necessario ponte di collegamento tra la quarta e la quinta stagione di Gomorra in un percorso di andata e ritorno tra sala e televisione mai visto prima. Siamo orgogliosi e pronti a raccogliere questa ulteriore sfida di innovazione nel racconto audiovisivo. L’immortale sarà un grande film che confermerà il valore produttivo superiore di questa property e il suo incredibile seguito di pubblico”.

L’IMMORTALE sarà distribuito al cinema nell'inverno del 2019 da Vision Distribution


SCOPRI DI PIU'

Leggi tutte le recensioni di Gomorra 4

Gomorra 4: da Azzurra a Patrizia, il ruolo delle donne nella serie

Gomorra 4, chiedi al cast: 3 anticipazioni false e una vera

Gomorra 4, ecco il cast FOTO

Gomorra 4, il regista Marco D'Amore: il coraggio di rinunciare a Ciro VIDEO

Gomorra 4: siamo ciò che diciamo. Le frasi più significative del cast

Gomorra 4, video dal backstage: un giorno sul set con Enzo

Gomorra - La Serie: il riassunto delle prime 3 stagioni

 

Marco D'Amore