Bond 25 incontra The Bourne Ultimatum

Inserire immagine
@Getty Images

Rinviata la data di uscita del prossimo capitolo sullo 007: atteso nei cinema di tutto il mondo il 14 febbraio 2020, il film con Daniel Craig sarà distribuito due mesi più tardi, l'8 aprile. Fra i motivi del ritardo l’arruolamento dello sceneggiatore Scott Z. Burns, che rimetterà mano allo script del film

LO SPECIALE 007

Iniziata nel 1962 con Agente 007 - Licenza di uccidere, la celebre saga cinematografica con protagonista l’Agente 007 promette ai fan del genere di portare presto in scena il 25esimo film della serie. Ma la data di uscita della pellicola, da tempo annunciata, è stata posticipata a causa di una revisione della sceneggiatura ad opera del celebre showrunner Scott Z. Burns. 

Scott Z. Burns per Bond 25

La sceneggiatura di Bond 25 è in fase di riscrittura ad opera dello sceneggiatore di The Bourne Ultimatum, Scott Z. Burns. L'ultimo film sullo 007 con Daniel Craig come protagonista, sta incontrando qualche difficoltà: in origine era stato coinvolto nel progetto il regista premio Oscar Danny Boyle, poi dimessosi a causa di divergenze di vedute con il resto del team. La sceneggiatura era stata già scritta dallo scrittore di Trainspotting, John Hodge, ma dopo l’abbandono di Boyle è stato necessario rielaborarla, prima di poter dare il via alle riprese. Per il compito sono stati coinvolti i veterani della saga di Bond, Neal Purvis e Robert Wade, con Cary Fukunaga alla regia, e ora – secondo la webzine Playlist – arriverebbe Burns per la revisione finale del copione. Le riprese di Bond 25 inizieranno presumibilmente il prossimo aprile.
 
Danny Boyle abbandona Bond 25
 
Cary Fukunaga dirigerà Bond 25

La carriera di Scott Z. Burns

Per lo sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense Scott Z. Burns non è la prima volta alle prese con una saga cinematografica di successo: il regista è noto per avere scritto la sceneggiatura di The Bourne Ultimatum – Il ritorno dello sciacallo, interpretato dall’attore premio Oscar Matt Damon. Fra i suoi successi ricordiamo anche The Informant! (2009) e Contagion (2011), sempre con Matt Damon, e Side Effects, in collaborazione con Steven Soderbergh. Nel corso della sua carriera, Burns si è distinto anche come produttore, grazie al documentario Premio Oscar Una scomoda verità del 2006 diretto da Davis Guggenheim. Il suo ultimo lavoro si intitola The Report: presentato con successo al Sundance, è un film drammatico che indaga i segreti interni alla CIA.
 
A bordo dell’Aston Martin dello 007

Rinviata la data di uscita di Bond 25

Insomma, il team di Bond 25 si sta dando un gran bel da fare per ultimare il film, tuttavia i fan dovranno pazientare ancora parecchio: originariamente in programma per l’uscita nelle sale nell’autunno del 2019, il film è slittato al febbraio del prossimo anno, per essere ora nuovamente posticipato all’8 aprile 2020. Tuttavia, c’è chi ipotizza che si tratti di una scelta di marketing allo scopo di esordire nelle sale durante il festivo weekend di Pasqua, un periodo che in passato ha portato fortuna a pellicole come Batman V Superman e Fast & Furious 7 che, proprio in quell’occasione, hanno debuttato con numeri importanti al box office.
 
James Bond, quale futuro per l’Agente segreto?
 
Beyoncé canterà per il prossimo Bond?

L’addio di Daniel Craig

La serie dello 007 incontra titoli molto variegati, che hanno destato al botteghino un successo di pubblico variabile: si passa da vere chicche come Casino Royale e Skyfall ai meno riusciti Quantum of Solace e Spectre. Per l’ultimo film con protagonista Daniel Craig – che ha da tempo annunciato l’addio al fortunato personaggio – la produzione vuole puntare su una pellicola sorprendente, in modo da dare un degno saluto alla star ma anche al fine di mantenere vivo l’interesse dei fan in vista dell’inizio di una futura nuova fase della saga di James Bond.