Valeria Bruni Tedeschi, l’attore del suo film indagato per stupro: “Linciaggio mediatico”

Spettacolo
©Getty

Il 25enne Sofiane Bennacer - compagno dell’attrice - è protagonista di "Forever "Young (Les Amandiers), nelle sale da dicembre. Il giornale francese Libèration ha pubblicato ieri 25 novembre – giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne – le accuse che lo riguardano, sulle quali è in corso è un'indagine. La regista ha parlato di “nessun rispetto per il principio di presunzione di innocenza”

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

"Oggi è la giornata contro la violenza sulle donne. Sono stata io stessa vittima di abusi durante la mia infanzia e conosco il dolore di non essere stata presa sul serio. Ciò non mi impedisce, tuttavia, di essere sbalordita, leggendo Libération di oggi, di vedere il trattamento riservato a un giovane uomo oggetto di un'indagine penale in corso, senza alcun rispetto per le persone che stanno lavorando su questa indagine, né per il principio di presunzione di innocenza”. L’attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi, nelle sale da dicembre con Forever Young (Les Amandiers), da lei diretto, commenta così le accuse di stupro che hanno travolto Sofiane Bennacer, uno dei protagonisti del film e suo compagno. 

 

 

Le accuse

vedi anche

Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, le star impegnate

Bennacer, 25 anni, è indagato per ripetuti casi di violenza sessuale: “Sono rimasta artisticamente impressionata da Sofiane Bennacer sin dal primo secondo del casting del mio film e - sottolinea Bruni tedeschi in una dichiarazione - ho fortemente voluto che ne fosse l'attore principale nonostante le voci che circolavano, di cui ero a conoscenza". La regista spiega poi che i produttori le hanno "espresso timori e riserve, ma ho comunicato che queste voci non dovevano mettere in discussione questa scelta e che era impensabile per me fare il film senza di lui". Poi chiarisce: "Mi assumo la piena responsabilità della mia scelta". L'Academie dei Cesars (gli Oscar del cinema francese) ha tolto Bennacer dall’elenco dei candidati.

“Linciaggio mediatico”

leggi anche

Mannoia su Una. Nessuna. Centomila: "Non sarà l'ultimo concerto"

Bruni tedeschi Poi ammette: "Successivamente, abbiamo saputo che era stata presentata una denuncia. Le riprese erano allora iniziate, e cambiare attore avrebbe creato ostacoli giuridici insuperabili. Per quel che mi riguarda, avevo avuto modo di conoscere Sofiane Bennacer da diversi mesi sul lavoro, in particolare durante il lungo periodo delle prove, ed ero completamente sicura delle sue qualità umane: quando filmi qualcuno, 'vedi' chi hai di fronte a te. Questa mattina, sono indignata nel vedere che un giornale come Libération possa calpestare a tal punto il principio della presunzione di innocenza, ostentare vergognosamente questa vicenda, e mettere in prima pagina la foto di un giovane uomo con del sangue sulle mani. Ad oggi, è chiaro - aggiunge - che non è stato ancora giudicato, e questa scelta editoriale è puro linciaggio mediatico". L’attrice e regista ha poi rivelato che di essere impegnata in una relazione con Bennacer, iniziata – dice – molto dopo la fine delle riprese.

Il film

leggi anche

Pinocchio, il film di del Toro al cinema dal 4 dicembre. Il trailer

Forever Young (Les Amandiers), è già considerato un cult in Francia. Racconta l’esperienza formativa della regista a metà anni ‘80 nel teatro di Patrice Chereau e Pierre Romans Les Amandiers. Sarà al cinema in Italia dall'1 dicembre con Lucky Red, che lo ha anche prodotto. 

Spettacolo: Per te