Mondo Sangio Live Tour, scossa di energia e felicità che solo Sangiovanni sa regalare

Spettacolo

Valentina Clemente

Energia, spensieratezza e generosità: i concerti di Sangiovanni sono un mix perfetto di questi tre elementi, che Sangio trasforma in una pozione magica di cui non si può fare a meno. Un musicante del ventunesimo secolo che ci porta nel suo universo, un performer che diverte e emoziona. Sangiovanni lo è veramente: e per esserlo non serve solo saper stare sul palco, ma vivere le emozioni insieme a chi ascolta. E la generosità nel farlo è di pochi e unici, proprio come lui. La prima data all'Alcatraz? Una vera gioia

 

 

Che Sangio non vedesse l’ora di cantare dal vivo davanti a tanta gente si era già capito candidamente mercoledì quando, sul palco dell’Alcatraz di Milano, salta e sorride senza sosta – con un’energia straripante, visibile anche da lontano! - insieme a Madame per tutta la durata di “Marea”. E solo poche ore dopo, appena ieri sera, proprio lì, su quella stessa scena, Sangio trasferisce tutta la sua energia positiva per cantare insieme a migliaia di voci, un coro unito e unico che lo accompagna per tutta la durata del concerto.

Un coro unito e unico

Sì, unico, proprio come quell’unicità che Sangio racconta e difende nelle sue canzoni, e che ricorda a tutti di valorizzare in ogni istante del suo live. E no, non è un’idea rivolta solo alle generazioni più giovani, ma un messaggio per tutti, senza nessuna distinzione: ecco perché i testi e la musica di Sangio non hanno età predefinite. Sono per chi decide di condividerle e farle proprie. Dall’unicità alla condivisione, senza dimenticare energie forti e positive, quelle che ti danno la scossa forte e positiva e di cui non si può fare a meno: nei concerti di Sangiovanni si vive tutto questo, in una pozione concentrata in circa un’ora e un quarto di spettacolo dal vivo. In cui si respira spensieratezza, gioia, divertimento e passione, ma anche tanta generosità da parte di un piccolo grande cantante che, al primo posto, mette sempre chi lo segue, lo ascolta e lo sostiene. E non fa nulla per nasconderlo.

Sangio, tra alchimia e istanti di felicità (condivisa)

approfondimento

“Cadere Volare”, ecco il primo album di Sangiovanni

Sin dalle prime note di “Cadere Volare”, brano che dà il titolo al suo primo album e che apre il concerto, si respira una speciale alchimia tra Sangio e tutti i presenti: in pochi secondi questo piccolo grande performer è già capace di regalare istanti di felicità. Che poi, se ci pensate, sono i momenti di cui abbiamo bisogno, ogni giorno, sempre, e che magari abbiamo difficoltà a trovare e a ricavarci. Sangio li riesce a plasmare solo con le sue canzoni, senza scenografie importanti, ma con tanti colori. Come quelli di “Lady”, “Hype” e “Malibu”, tre dei tanti successi portati sul palco. Non mancano anche le canzoni dell’ultimo album, come “Amica mia”, “Sigarette alla menta” e “Cortocircuito”, con cui manda in visibilio tutti quanti. Tra queste melodie, però, c’è spazio per una sorpresa, in anteprima, perché se non ci sono momenti inaspettati…non si è al concerto di Sangio (ed è anche questo il bello!). Con lui vale la regola “Expect the unexpected”, ovvero attendi l’inaspettato, la sorpresa continua, capace di rendere ancora più speciale quello che si sta vivendo.

La "scossa" positiva di Sangiovanni

E l’inatteso momento si chiama “Scossa”, ultimo singolo di Sangiovanni, uscito alla mezzanotte di venerdì 6 maggio, cantato in anteprima in queste prime date del tour: e anche se il testo è ancora poco conosciuto (ma è solo una questione di tempo, e non ne servirà molto), bastano poche note e l’energia che si diffonde nella sala è incontenibile. Sangio ha anche questo talento: oltre a creare un'inconfondibile alchimia, riesce sempre a mettere le persone a suo agio, in qualsiasi contesto. E non è poco, per un ragazzo di appena diciannove anni che ha fatto della musica un modo per raccontarsi e parlare a tante persone, che si rispecchiano nelle sue parole. Un gesto di generosità, che fa la differenza, e si vede, anche sul palco. 

Inarrestabile, come la sua musica

approfondimento

Che gente siamo, il testo della nuova canzone di Sangiovanni

Parte tutto da qui, dalla generosità di Sangio, suo talento più bello e più forte. Quello che lo rende ancora più speciale nel suo essere normale, in un mondo in cui serve molto coraggio anche ad essere generosi. Non è un gioco di parole, ma la contemporaneità in cui viviamo spesso ci porta a mettere corazze per non far trasparire nulla e nascondere le nostre unicità. Sangiovanni, per primo, ha detto no a questi canoni e l’ha condiviso attraverso la sua musica, efficace e, solo apparentemente, semplice. Perché semplicità non è sinonimo di superficialità, e questo Sangio, se non l’ha insegnato, lo ha certamente ricordato. Ogni suo live è una sorpresa, una botta di adrenalina positiva, di felicità e condivisione: Sangio non è solo un giovane cantautore, ma un performer che sta crescendo, giorno dopo giorno, senza sosta. Perché lui è inarrestabile, come il messaggio che trasmette attraverso la sua musica. 

Mondo Sangio Tour, la scaletta

approfondimento

Sangiovanni, Cadere Volare momenti inscindibili della vita: la cover

Cadere Volare

Che gente siamo

Farfalle

Duedinotte

Lady

Hype

Amica mia

Raggi Gamma

Scossa

Perderci (forti)

Cortocircuito

Parolacce

Sigarette alla menta

Titanic

Guccy bag

Perso nel buio

Cielo dammi la luna

Se mi aiuti

Malibu

Spettacolo: Per te