Che gente siamo, il testo della nuova canzone di Sangiovanni

Musica

Durante la sua ultima apparizione televisiva, Sangiovanni si è esibito sulle note di Che gente siamo, il singolo uscito lo scorso venerdì 7 aprile e da subito oggetto di polemiche per non aver tenuto conto del politically correct. Ecco il testo della canzone “incriminata”

È in veste di ospite durante l’ultima puntata del programma tv Le Iene, andata in onda mercoledì 13 aprile, che Sangiovanni si è esibito sulle note del suo nuovo singolo Che gente siamo – negli ultimi giorni al centro di svariate polemiche. La canzone, contenuta nel suo ultimo album CADERE VOLARE, uscito il 7 aprile, è interpretata e scritta dallo stesso Sangiovanni, in compagnia dell’autore Riccardo Scirè che si è occupato anche della produzione del pezzo. Un brano che è una critica alla società di oggi che, nel continuo definirsi aperta e progressista, finisce per ottenere esattamente l’effetto contrario, condannando tra giudizi e azioni, tutto ciò che invece ha la sua unicità.

approfondimento

Sangiovanni, Cadere Volare momenti inscindibili della vita: la cover

Nel particolare Sangiovanni è stato accusato di razzismo per un verso di Che gente siamo in cui cita la n-word. Scelta prontamente spiegata dal giovane cantante della Generazione Z, come uno scivolone in realtà voluto per sottolineare come in Italia, al giorno d’oggi, la libertà di opinione sia realmente messa a dura prova. E se da una parte gli haters hanno condannato le parole di Sangiovanni, dall’altra l’ex star di Amici è stata difesa da numerosi personaggi pubblici, tra i quali il rapper milanese Emis Killa che da tempo, tra brani e interviste, si batte fortemente per fare in modo che il politicamente corretto non invada anche il mondo della musica, trasformando il tutto in una questione di ipocrisia e lasciando così da parte la realtà di battaglie concrete.

Ecco il testo di Che gente siamo di Sangiovanni, brano oggetto di polemica e prontamente difeso da un tweet di Emis Killa.

Il testo di Che gente siamo

Se ti metto il cuore rosso vuol dire che ti amo
Se ti metto il cuore bianco vuol dire siamo amici
Se ti metto il cuore nero allora che vuol dire?
Che non sono razzista o che ti odio dolcemente

Se ti mando a quel paese in pubblico sono uno stronzo
Se vado a cena con le amiche vuol dire che le scopo
Semmai andrò in prigione è perché ho detto negro in tele
Mentre il politico razzista rappresenta il mio paese

Se ti metti lo smalto sei dichiarato nazionale
Se stai con un altro uomo ti minacciano di morte
O se picchi uno straniero sei comunque un italiano
E se tua moglie non ti vuole non può manco denunciarti

Non si può dire più un cazzo
Non si può fare più un cazzo
Va a finire che m'ammazzo
Almeno questo posso farlo

Ma che gente siamo
Ma che gente siamo
Ma che gente siamo
Ma che gente siamo

Siamo le canzoni di merda, la gente che le commenta
La legge più perfetta, la grammatica proibita
La scuola non funziona, perciò cantiamo tutti
Ha comprato il suo diploma contraffatto, e firma sopra

La patente manco a dirlo, siamo in quattro in motorino
Ammassati nelle chiese, agli stadi tutti in fila
Al tribunale chi la vince questa stupida partita
Se il ministro di 'sta minchia ha timbrato un'ora prima

Ci rimanete male se qualcuno vi giudica
Scrivete merda sotto i miei post di Instagram
Mettete la bocca sui cazzi degli altri
E poi vi schifate se due maschi si amano

Non si può dire più un cazzo
Non si può fare più un cazzo
Va a finire che m'ammazzo
Almeno questo posso farlo

Ma che gente siamo
Ma che gente siamo
Ma che gente siamo
Ma che gente siamo

Spettacolo: Per te