India, scagionata dopo 15 anni Shilpa Shetty: fu baciata da Gere e accusata di oscenità

Spettacolo
©IPA/Fotogramma

La donna, che oggi ha 47 anni, aveva partecipato a una raccolta di fondi per la lotta contro l'Aids a Delhi insieme alla star di Hollywood. In quell’occasione Gere l’aveva baciata sulla guancia, causando l’ira di alcuni gruppi radicali indù e una indagine a carico di entrambi

L’attrice Shilpa Shetty, star indiana di Bollywood, è stata scagionata dopo 15 anni  dall'accusa di oscenità e indecenza per essere stata baciata da Richard Gere durante una raccolta di fondi per la lotta contro l’Aids. 

Il gesto sotto accusa

leggi anche

C’era una volta Bollywood: come il Covid-19 cambia i cinema in India

Nel 2007 l’attrice era intervenuta a un evento di sensibilizzazione e raccolta di fondi per la lotta all’Aids insieme al divo di Hollywood, che l’aveva baciata sulla guancia. Il gesto aveva scatenato la furia di alcuni gruppi radicali indù, che avevano dato fuoco nelle piazze alle immagini dei due attori e aveva indotto un magistrato a incriminarli entrambi.

L’archiviazione per Richard Gere

L'accusa contro Gere era stata archiviata poco tempo dopo: l’attore, uno dei buddisti più noti al mondo, aveva ottenuto dal governo indiano il permesso di tornare nel Paese per incontrare il Dalai Lama. Il procedimento contro Shilpa Shetty è invece durato fino alla settimana scorsa, quando un giudice di Mumbai ha definito "senza fondamento" le accuse.

Le motivazioni dell’archiviazione

Nella sentenza che ha scagionato Shilpa Shetty il magistrato ha scritto che l’attrice “è stata vittima dell'esuberanza di Gere, che, mentre erano sul palco, la baciò ripetutamente”.

Spettacolo: Per te