Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin operata di endometriosi. Il messaggio

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

La partner del cantante ha postato una foto del braccialetto dell'ospedale con il suo nome, corredando lo scatto di una lunga didascalia in cui condivide la sua gioia per un momento tanto atteso. "Essere qui oggi è una vittoria... da domani, potrò provare a riprendermi una vita che mi appartiene e che per troppo tempo non ho vissuto", queste alcune delle parole emozionate ed emozionanti che ha scelto ancora una volta di condividere. Assieme alla sua esperienza, che potrebbe aiutare molte altre donne

Giorgia Soleri, la modella e influencer la cui fama è esplosa da quando è stato annunciato che è proprio lei la fidanzata di Damiano dei Maneskin, è stata operata di endometriosi.

A dichiararlo è stata lei stessa, pubblicando sul suo profilo di Instagram una foto del suo polso attorno al quale è attaccato il braccialetto identificativo dell'ospedale che riporta al suo nome, corredata da una lunghissima didascalia (trovate il post completo in fondo a questo articolo).
Giorgia Soleri ha voluto condividere con tutti i suoi follower un momento molto delicato e importante della sua vita, come lei stessa l'ha definito.

Il suo è un messaggio molto emozionato ed emozionante che incomincia con le parole "Ho aspettato tanto questo momento".

Ha raccontato che nel marzo del 2021 le è arrivata la diagnosi di endometriosi e adenomiosi, raccontando in maniera approfondita il lungo calvario che negli anni ha dovuto affrontare.

"A 14 anni sono svenuta a scuola per i dolori mestruali e sono stata quasi obbligata a iniziare la pillola anticoncezionale. Lo sapevo quando ogni mese le mestruazioni mi incatenavano al letto e mi facevano rimettere fino a non avere più forze. Lo sapevo quando a 21 anni mi sono rivolta a un importante centro specializzato e sono stata mandata via senza una diagnosi, trattata come se fossi ipocondriaca e bugiarda. Lo sapevo anche quando è arrivato il referto dopo 20 giorni dalla risonanza magnetica", ha scritto nel suo lungo messaggio.

Ha quindi definito questo momento una vittoria che le permette finalmente di "conoscere un corpo nuovo".

Un corpo senza dolore, una vita che per troppo tempo non ha vissuto, così ha scritto la modella e influencer.

"L’endometriosi fa parte di me da talmente tanto tempo che non so più nemmeno cosa sia mio e cosa sia suo. Questa operazione è una vittoria perché, da domani, potrò provare a riprendermi una vita che mi appartiene e che per troppo tempo non ho vissuto: la mia", continua con queste parole toccanti la didascalia.

La sua crociata contro la vulvodinia e l'endometriosi

approfondimento

Giorgia Soleri, la fidanzata di Damiano dei Maneskin FOTO

Non è la prima volta che Giorgia Soleri decide di raccontare la propria intimità, nel senso letterario del termine. La fidanzata 25enne del frontman dei Maneskin negli ultimi mesi ha combattuto una vera e propria crociata contro alcune malattie ginecologiche quali la vulvodinia e la endometriosi.

E non si tratta soltanto di crociata contro le malattie in sé ma anche di un'operazione di sensibilizzazione. Purtroppo alcuni di questi disturbi sono così poco conosciuti, perfino dal personale medico, che vengono travisati, mal interpretati, non riconosciuti e spesso ricondotti più a disturbi psicologici di ipocondria che non a veri e propri malesseri di tipo fisico.

Grazie all'operazione di comunicazione che sta portando avanti Giorgia Soleri, finalmente molte donne stanno uscendo allo scoperto. E molte di loro scoprono per la prima volta di cosa sono affette, dato che di vulvodinia si parla davvero poco in Italia, ancor meno che di endometriosi, e che a volte chi ne soffre non ne ha mai sentito parlare. Fino a ora, grazie anche a Giorgia.

Se da un lato l'operazione che Giorgia ha fatto, quella chirurgica contro l'endometriosi, è per lei una vittoria, come appunto l'ha definita, dall'altro è allo stesso modo una vittoria pure l'operazione di comunicazione che sta portando avanti.
Questa è una crociata non soltanto personale ma anche di pubblico interesse, un qualcosa che la rende di fatto un'attivista che si batte per i diritti (sanitari e non soltanto) delle donne.
Sono tantissime le persone che si sono sentite dire proprio quanto lei stessa ha riportato, venendo tacciate di essere ipocondriache o addirittura bugiarde.

Oltre a portare alla luce un problema che ancora non era noto, tanto meno sui social network, Giorgia Soleri con il suo esempio ha anche dato modo a molte persone interessate da questi problemi di provare un senso di solidarietà. E anche, finalmente, di non vergognarsi a manifestare ciò che provano.

I suoi sono sempre messaggi di incoraggiamento che aiutano e che mettono sotto i riflettori problematiche che altrimenti verrebbero ancora per molto tempo taciute.

"Essere qui oggi è una vittoria. E non perché voglia usare quella retorica guerresca che tanto odio dove la malattia è una battaglia da affrontare e il malato un guerriero con addosso la responsabilità della proprio guarigione. No, affatto", ha voluto sottolineare.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.