Daniel Craig, l'attore di 007 non lascerà eredità ai suoi figli:"Sarebbe di cattivo gusto"

Spettacolo

Camilla Sernagiotto

©Getty

L'interprete di James Bond ha dichiarato durante un'intervista di essere contrario all'idea di lasciare il proprio patrimonio alla prole. "La mia filosofia è quella di godersi i soldi finché si è in vita oppure darli via poco prima di morire", ha affermato il divo. La sua ricchezza è di circa 160 milioni di dollari, che non verranno toccati dalle due figlie. Non è l'unico a pensarla così a Hollywood e dintorni: da Ashton Kutcher a Sting, sono tanti i padri famosi e milionari contrari alle eredità materiali

Daniel Craig non vuole lasciare in eredità il suo ingente patrimonio ai suoi figli, così avrebbe dichiarato durante un'intervista.
A riportarlo è Candis Magazine, una rivista mensile britannica dedicata alle famiglie e al vivere sano a cui l'attore avrebbe rilasciato le dichiarazioni relative alla scelta di dire no al passaggio di testimone della sua ricchezza.

Niente "di padre in figlio" per lui, almeno per quanto riguarda cose materiali come i soldi. Le motivazioni addotte dal famoso interprete di James Bond risultano infatti relative a beni materiali, non banali e molto profonde, per questo diciamo che i suoi figli non erediteranno cose materiali ma senz'altro una lezione di vita.


"Un vecchio adagio sostiene che chi muore ricco ha fallito nella propria vita. Io non voglio lasciare grosse somme di denaro in eredità ai miei figli. Credo che le eredità siano di cattivo gusto. La mia filosofia è quella di godersi i soldi finché si è in vita oppure darli via poco prima di morire", queste le parole di Daniel Craig a Candis Magazine.

C'è tanta buona filosofia intrisa in queste affermazioni, di certo però rinunciare a un patrimonio paterno così ricco non sarebbe ben accetto da molti... Chissà come la pensano le due figlie dell'attore.

Il patrimonio di Daniel Craig

approfondimento

No Time To Die, Daniel Craig commenta l'uscita rimandata del film

Non si parla infatti di "zuccherini", come si suol dire. Daniel Craig vanta un patrimonio di circa 160 milioni di dollari ma, stando alle sue parole, nessuna delle sue due figlie potrà metterci le mani...

Il divo ha una figlia di nome Ella, nata nel 1992 dal matrimonio con l'ex moglie Fiona Loudon e oggi ventinovenne, e un'altra più piccola avuta nel 2018 con la sua seconda moglie, l'attrice Rachel Weisz. Con quest'ultima, Craig è convolato a nozze nel giugno del 2011.

Dei 160 milioni guadagnati dall'attore durante la sua rosea carriera, pare che il grosso sia stato fruttato grazie al franchise di 007. La sua interpretazione della celebre spia britannica sarebbe stata infatti il progetto più redditizio per lui, che dal 2006 ha vestito i panni elegantissimi di Bond in ben cinque film della saga cinematografica più famosa di tutti i tempi.

Anche Ashton Kutcher dice no all'eredità da lasciare i figli

approfondimento

Ashton Kutcher e Mila Kunis sui figli: "Li laviamo solo quando serve"

C'è un altro collega di Daniel Craig che la pensa come lui: Ashton Kutcher.

L'attore, ex fidanzato di Demi Moore e attualmente marito di Mila Kunis (l'attrice che interpreta il cigno nero nell'omonimo film diretto da Darren Aronofsky. E, per ricollegarsi a Daniel Craig, ricordiamo che Aronofsky ha una figlia con l'attuale moglie di Craig, Rachel Weisz. Della serie: ma quanto è piccola Hollywood?!) la pensa proprio come l'interprete di James Bond.

Nel 2018, durante la sua partecipazione al podcast Armachair Expert, Kutcher ha dichiarato: "I miei figli non avranno una grossa somma a disposizione. Piuttosto, spenderemo tutto in beneficenza o in altre cosette. Se i miei figli hanno buone idee, io sarò il primo a investire su di loro. Altrimenti, no! Spero davvero che siano motivati a ottenere ciò che vorranno".

Quindi Isabelle e Dimitri Kutcher, rispettivamente 7 e 5 anni, non potranno contare sul patrimonio di mamma e papà attori. La loro ricchezza, che ammonta a circa 300 milioni di dollari, verrà prevalentemente devoluta in beneficenza.
"I nostri soldi andranno a chi ne ha davvero bisogno", ha affermato a più riprese la coppia.

Una scelta lodevole e nobile non solo per i bisognosi che riceveranno l'aiuto ma anche per i loro figli. Perché solo così "impareranno a cavarsela da soli, apprezzeranno ciò che hanno avuto dalla vita e soprattutto potranno raggiungere l’agiatezza da soli".

Pure Sting e Gordon Ramsay vs eredità alla prole

approfondimento

Tutti i film di James Bond di Daniel Craig

La scelta di non fare lasciti ai figli sta diventando una vera e propria moda Hollywood e dintorni.
Ad esempio Sting nel 2014 ha annunciato che non lascerà niente ai suoi "eredi". Che sono ben sei...
"Ai miei sei figli non lascerò un penny dei miei 180 milioni di sterline. Devono lavorare, come ho fatto io", ha dichiarato il cantante.

Anche i quattro figli di Gordon Ramsay dovranno tirarsi su le maniche se vogliono godersi il livello di agiatezza e benessere extra lusso del celeberrimo padre.
Lo chef stellato (che è anche lui stesso una stella del firmamento dello showbiz) ha dichiarato che ai suoi figli non lascerà nulla del suo patrimonio milionario. E ha pure aggiunto che, quando viaggiano in famiglia, lui si concede la prima classe mentre i figli vengono relegati in quella economica...
"Non hanno ancora guadagnato abbastanza per permettersi questo lusso", ha dichiarato senza mezzi termini lo chef. Forse c'è più eredità in queste lezioni di vita che in milioni di dollari. Ma forse i figli di tutti questi Vip non la prenderanno benissimo lì per lì... Per farsela andare giù, gli ricordiamo il vecchio adagio citato da Daniel Craig, da ripetere come un mantra:"Chi muore ricco ha fallito nella propria vita".

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.