Il Teatro alla Scala riapre, Meyer a Sky TG24: "Simbolo di ripartenza per la cultura"

Spettacolo
©Ansa

Il 10 maggio, alla presenza di 500 persone e con distanziamento, si è tenuto il concerto del Coro e dell'Orchestra diretti dal maestro Riccardo Chailly. "Spero che con l'estate si potranno vaccinare tutti i dipendenti", ha detto il sovrintendente

"La Scala ha sempre avuto un ruolo importante nelle ripartenze". Con queste parole, ai microfoni di Sky TG24, il sovrintendente Dominique Meyer ha accolto la riapertura di stasera, 10 maggio, del Teatro milanese dopo le restrizioni anti-Covid. Alla presenza del pubblico, dalle 19, il concerto del Coro e dell'Orchestra diretti dal maestro Riccardo Chailly.

 

Teatro alla Scala, primo concerto col pubblico dopo la chiusura per Covid. FOTO

leggi anche

L'Arena di Verona chiede capienza di 6mila persone fino alle 24

Pubblico di 500 persone 

Il concerto è "un simbolo di ripartenza non soltanto per la Scala, ma per la cultura", ha aggiunto Meyer. Ancora vige una serie di restrizioni: la platea è coperta da una pedana per garantire il distanziamento fra i professori d'orchestra, il pubblico è contingentato a 500 spettatori sistemati nei palchi e in galleria. "Spero che con l'estate si potranno vaccinare tutti i dipendenti", ha detto Meyer.

Fontana: "Momento di buon auspicio per la cultura"

approfondimento

Il Teatro alla Scala riapre al pubblico: il programma del concerto

"Un momento simbolico e, spero, di buon auspicio per il mondo della cultura e dello spettacolo. Cultura e spettacolo, insieme al turismo, saranno decisivi per l'attrattività della Lombardia e di tutto il sistema Italia", ha scritto sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

"Prestigioso punto di partenza"

leggi anche

“Coprifuoco? Condanna a morte”: appelli dal mondo dello spettacolo

"Serviranno risorse e una strategia vincente - ha aggiunto il governatore - per recuperare il terreno perduto a causa delle restrizioni, per attrarre visitatori dall'estero, ma anche per far ritrovare e spesso far scoprire ai nostri giovani il valore della cultura". "Quello di stasera, dunque - conclude Attilio Fontana - è un prestigioso punto di partenza, con il Teatro alla Scala che si conferma ambasciatore vincente e ineguagliabile della Lombardia e del nostro Paese nel mondo intero".

Sala: "Apertura buon auspicio per Milano"

Mentre il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha spiegato: "La Scala dà il buon esempio. Speriamo possa trascinare altro". E ha definito "un buon auspicio" la riapertura al pubblico dopo 199 giorni, anzi "un miracolo" per cui ha voluto ringraziare "le lavoratrici e i lavoratori del teatro".  La speranza è di essere alla fine dei lockdown perché "aprire e richiudere sarebbe il peggio" non solo per la Scala ma per tutti i lavoratori del settore che, ha ricordato Sala, hanno meno tutele e più precarietà. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.