Teatro alla Scala, la prima "A riveder le stelle": le immagini delle prove. VIDEO

Spettacolo

Chiara Ribichini

Tutto è pronto per lo spettacolo che andrà in tv e in streaming al posto del tradizionale 7 dicembre. Un racconto musicale con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di Davide Livermore con un cast stellare per dare un segnale di speranza e di rinascita. Sky Tg24 è entrata durante gli ultimi preparativi

Puccini, Verdi, Donizetti, Rossini ma anche Wagner e Bizet. “A riveder le stelle”, lo spettacolo che sostituirà la tradizionale prima della Scala, sarà un viaggio in un secolo di musica attraverso le arie che hanno fatto la storia dell’Italia, e non solo, per dare un segnale di speranza e di rinascita.

“La musica non si può fermare. La musica è come Dio quando dice a Mosé: 'Sono'. La musica è quella, è vibrazione e abbiamo bisogno di questa musica” sottolinea a Sky Tg24 Roberto Alagna, il tenore che era assente dalla Scala da 14 anni. Da quando, nel 2006, lasciò il palco durante l'Aida per essere stato fischiato da una parte del loggione. “Oggi sono felice, la Scala mi ha richiamato sempre in reatà anche dopo quell'episodio ma io non me la sentivo. Adesso siamo qui, dobbiamo chiudere questa storia. Il teatro è una famiglia, ogni tanto ci sono dei problemi però ci si deve voler bene".

Il teatro che resiste e si reinventa

approfondimento

Teatro alla Scala, il 7 dicembre "A riveder le stelle": IL PROGRAMMA

 

24 i grandi nomi della lirica vestiti dall’alta moda italiana che si esibiranno in uno spazio completamente ripensato in base alle regole imposte dal Covid. Un palcoscenico costruito sopra la platea per permettere il distanziamento tra gli orchestrali, pareti di plexiglas per dividere i fiati, coristi sui palchi. E’ il teatro che si reinventa e che resiste per una serata che vuole essere di tutti gli artisti. Per questo ci saranno in scena anche danzatori, attori e tutte le maestranze. Tecnici, sarte e scenografi.
Non ci sarà il pubblico.

"Cantare in un teatro vuoto non è lo stesso per noi…. Però sono speranzoso che la cultura tornerà, l’opera tornerà e il contatto con il pubblico tornerà” dice Juan Diego Flórez, il tenore che avrebbe dovuto essere protagonista della Lucia di Lammermoor, il titolo che era stato scelto per inaugurare la stagione.

Una prima "da film"

approfondimento

Prima della Scala, cast vestito da stilisti italiani

La direzione di questo "7 dicembre evento", che andrà in tv e in streaming, è affidata a Riccardo Chailly, la regia a Davide Livermore. La messa in scena si preannuncia davvero spettacolare con l’uso di realtà aumentata e forti richiami al cinema e omaggi a Fellini, Risi e Chaplin.

Chiuderà lo spettacolo il finale del Guglielmo Tell di Rossini con le immagini del concerto diretto da Toscanini l’11 maggio del ’46. Immagini fortemente simboliche di quando la Scala riaprì subito dopo la guerra.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.