The Crown al giro di boa: cosa aspettarsi dalle ultime tre stagioni?

Spettacolo

La serie Netflix che racconta la vita della Regina Elisabetta II è arrivata "a metà dell'opera": tutte le informazioni sulle prossime tre stagioni che porteranno la trama nel Ventunesimo Secolo

Un annuncio a inizio luglio, una data di uscita della quarta stagione – a novembre 2020? A inizio 2021? – ancora da confermare. Il calendario degli appassionati di The Crown si è rimesso in movimento dopo il limbo della pandemia, mentre si è fatta chiarezza sul numero di stagioni ancora rimanenti: ancora tre, che porterà il racconto del regno di Elisabetta II fin oltre il 2000.

approfondimento

The Crown: confermata la sesta e ultima stagione della serie Netflix

Breve riassunto per i non adepti: The Crown è una serie prodotta da Sony e distribuita da Netflix che ripercorre la vita della Regina dal 1947 fino a oggi, raccontandone tutti gli eventi fondamentali, dal matrimonio con Filippo di Edimburgo alla crisi di Suez, dal rapporto con Winston Churchill allo scandalo Profumo, fino alla nascita dei quattro figli Carlo, Anna, Edoardo e Andrea. Trovano spazio anche le turbolente vicende sentimentali della principessa Margaret, così come – nelle stagioni ancora non andate in onda – quelle di Carlo e Diana che porteranno la monarchia sull'orlo della crisi a metà anni Novanta. L'autore è una garanzia: Peter Morgan, massimo esperto di cose elisabettiane, che gli appassionati di cinema ricorderanno anche autore dello squisito film “The Queen” (2006) con Helen Mirren, sui giorni tempestosi vissuti dalla monarchia a ridosso della morte di Lady Diana.

Il nuovo cast

approfondimento

I migliori film di Olivia Colman

Lo scorso 9 luglio Netflix ha confermato che The Crown proseguirà per altre tre stagioni, smentendo una precedente dichiarazione resa in inverno dallo stesso Morgan che aveva previsto uno stop dopo la quinta stagione. Le riprese della quarta stagione – incentrata sugli eventi dal 1977 al 1990 – sono state girate insieme a quelle della terza, il montaggio è stato completato (malgrado i comprensibili rallentamenti a causa della pandemia) e dunque si aspetta solo l'uscita su Netflix, in calendario negli ultimi mesi del 2020. Entrerà in scena Lady Diana Spencer, interpretata dall'esordiente e semi-sconosciuta Emma Corrin: 24 anni, laureata a Cambridge, è al primo ruolo importante in carriera. Un'altra grande protagonista femminile degli anni Ottanta britannici sarà la Lady di Ferro Margaret Thatcher, prima donna premier del Regno Unito: a interpretarla un'attrice cult degli anni Novanta come Gillian Anderson, l'indimenticabile Scully di X-Files. Le indiscrezioni dal set raccontano che nella quarta serie di The Crown troveranno spazio alcuni dei momenti più iconici dell'epoca: non solo, ovviamente, il matrimonio da favola tra Carlo e Diana ma anche il loro viaggio di sei settimane in Australia nel 1983 (con al seguito il piccolo William, nato appena nove mesi prima), o la clamorosa défaillance della sorveglianza di Buckingham Palace che nel 1982 portò un certo Michael Fagan ad arrivare fin nella camera da letto della Regina.

Oltre il 2000

Nel ruolo di Elisabetta ci sarà ancora la splendida Olivia Colman (che ha vinto un Golden Globe per il suo personaggio e che ricorderete anche ne “La favorita” di Yorgos Lanthimos nel ruolo della regina Anna che le ha fruttato anche un Oscar), ma è già noto il nome dell'attrice che la sostituirà nelle ultime due stagioni, traghettando la Regina nel Ventunesimo Secolo: sarà Imelda Staunton. Nella quarta serie, però, ritroveremo anche Claire Foy, interprete di Elisabetta nelle prime due stagioni, che “rivivrà” grazie al flashback di un discorso in occasione del suo 21° compleanno, nel 1947. La principessa Margaret sarà Helena Bonham Carter ancora per un'altra stagione, prima di essere sostituita da Lesley Manville nella quinta e sesta stagione. È possibile che nella quinta serie – le cui riprese sono in calendario per l'inizio del 2021 – incontreremo anche i due primi ministri successivi a Margaret Thatcher, ovvero John Major e Tony Blair (che nel film del 2006 era interpretato da Michael Sheen). Le ultime due stagioni traghetteranno la serie oltre il 2000, anche se – da quanto trapela – non dovrebbero arrivare “ai giorni nostri” né raccontare le vicende matrimoniali di William e soprattutto Harry, sposato con un'attrice che – chissà – nelle fantasie dei fan avrebbe persino potuto interpretare il ruolo di se stessa...

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.